A Taranto si ricorda la shoah con “Brundibár”

Nella Giornata della Memoria ricordare la Shoah attraverso il canto. È il leit motiv di Brundibár, il prossimo concerto dell’Orchestra ICO della Magna Grecia, diretta nell’occasione da Francesco Lotoro

Il concerto “Brundibár”, inserito nel cartellone della stagione “XXII Eventi Musicali” dell’Orchestra Magna Grecia, si terrà lunedì prossimo, 27 gennaio, al Teatro Orfeo di Taranto (start ore 21.00), un grande evento dal carattere fortemente simbolico realizzato con il sostegno di Programma Sviluppo; info a Taranto Orchestra Magna Grecia, via Tirrenia n.4 (099.7304422) www.orchestramagnagrecia.it, e Basile Strumenti Musicali, via Matteotti n. 14 (099 4526853).

 La serata inizierà con “Ricorda cosa ti ha fatto Amalek”, una “cantata” su testi di Grazia Tiritiello con la voce narrante di Angelo De Leonardis e cantore Paolo Candido.

In “Ricorda cosa ti ha fatto Amalek”, liberamente ispirato all’omonimo libro di Alberto Nirenstajn, si ripercorre l’attività di un  gruppo di intellettuali ebrei che, nel ghetto di Varsavia, realizzò il circolo”Oneg Shabat “(Delizia del Sabato) per lasciare testimonianza ai posteri della disperata volontà di vita del ghetto e del suo sterminio; i testi saranno intramezzati da cinque canti ebraici composti durante la Shoah.

Nella seconda parte del concerto sarà eseguita “Brundibár”, l’operina musicale per bambini scritta dal compositore Hans Krása su libretto di Adolf Hoffmeister, entrambi ebrei cecoslovacchi; i due composero l’opera nel 1938. Nel 1943 tutti, tranne Hoffmeister rifugiatosi all’estero, si ritrovarono nel campo di concentramento di Theresienstadt: il compositore Krása, lo scenografo Frantisek Zelenka e il personale e i bambini del coro dell’orfanotrofio. Qui dal settembre del 1943 Hans Krasa portò in scena Brundibár per 55 volte, ricostruendone a memoria la partitura e adattandola ai pochi strumenti disponibili nel lager.

Brundibár narra la storia di Pepícek e Aninka, un fratello e una sorella poveri e orfani di padre, che devono comprare un po’ di latte per salvare la madre malata. Per racimolare qualche soldo decidono di cantare al mercato, ma sono ostacolati nel loro intento da Brundibár, un malvagio suonatore d’organetto che rappresenta Hitler: aiutati dai bambini del paese, nonché da un passero, un gatto, un cane, Pepícek e Aninka riusciranno alla fine a cacciare Brundibár e a cantare nel mercato, riuscendo così a guadagnare i soldi per comprare il latte e salvare la mamma.

Sul palco l’Orchestra ICO della Magna Grecia, direttore Francesco Lotoro, con il Coro dell’istituto musicale Paisiello diretto dal M° Carmen Fornaro, il Coro dell’Istituto Comprensivo “San Giovanni Bosco” diretto dal M° Roberto Ceci. Paolo Candido sarà Brundibár, Pia Raffaele Pepicek, Federica Altomare Aninka, Imma Riccardi il cane, Valeria Dimaria il gatto, Federica Marotta il passerotto e Angelo De Leonardis il poliziotto.

Il partner culturale e sociale dell’Orchestra della Magna Grecia per la Stagione 2013-2014 è Ubi Banca Carime; la Stagione Concertistica “XXII Eventi Musicali” è sostenuta da Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo, Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia, Camera di Commercio di Taranto, Regione Puglia, Provincia di Taranto, Confindustria Taranto, Comune di Taranto, Shell Italia E&P S.p.A., I&S Group e Fondazione Oro 6 per il Sociale.

Taranto, 25 gennaio 2014

Ufficio Stampa Orchestra ICO della Magna grecia

Marco Amatimaggio (cell. 392.9199743) info.stampa@orchestramagnagrecia.it

Lascia un commento