Category Archives: EDITORIALE

SAVA. IL CIMITERO COMUNALE? E’ “COSA NOSTRA” DELL’AMMINISTRAZIONE IAIA!

Neanche l’amministrazione Maggi era arrivata a tanto …

Il nostro cimitero comunale, come ben sapete cari lettori, è salito amaramente agli albori della cronaca locale, quotidiani e periodici vari e, tristemente, anche la ribalta nazionale. Di questa struttura pubblica resa in modo inverosimilmente indegna e irrispettosa dei nostri defunti il nostro giornale, compresa l’associazione del nostro caro collaboratore e giornalista Mimmo Carrieri, ha fatto di tutto ma proprio di tutto, tramite l’informazione cartacea e telematica, per mettere in evidenza tutto lo squallore e lo scempio che si trovava al suo interno. Stradine che sembravano dei tratturi di campagna, fogliame secco che giaceva da chi sà quanto tempo nei raccoglitori e, tristissimo questo, ossa che venivano rinvenute a poche decine di centimetri sotto il selciato.

VIV@VOCE. TAGLIATO IL TRAGUARDO DEI 500 VIDEO

176.589 è il numero delle visite fatte ai nostri Video collocati su you tube

Con oltre 500 video registriamo un altro piccolo, e forse grande, successo del nostro giornale. Coniugare gli articoli con i video dà più senso al nostro modo di informare. Sono tantissimi i nostri lettori, savesi e non, che apprezzano il nostro modo di fare comunciazione. E su questa linea editoriale noi andremo avanti, convinti della bontà del nostro modo di fare e di informare la nostra comunità.

AI LETTORI DEL NOSTRO GIORNALE, AI TANTI AMICI DI FACEBOOK DI VIV@VOCE …

Il dialogo serve alla nostra crescita, al civile confronto e non a farsi del male …

E’ bello registrare davanti ad un argomento, o una provocazione che il nostro giornale mette in evidenza, così tanti commenti. Questi suscitano l’attenzione di chi vuole, o vorrebbe, entrare nell’immenso campo del dialogo. E sul dialogo, credo, che noi tutti misuriamo la nostra preparazione sulle diverse tematiche ma, su tutto, la nostra intelligenza e il nostro rispetto verso gli altri.

SINDACO IAIA? NON FACCIA … L’INDIANO!

Ovvero, quando si passa dall’opposizione alla guida di una comunità …

Il gioco delle parti si sa come funziona: quando si è martello si batte, quando si è incudine bisogna incassare. Quindi, quando si passa dall’opposizione alla guida di un paese le cose diventano diverse. A volte completamente diverse da come si vedevano prima. Certo, è facile quando si è all’opposizione criticare tutto ciò che la maggioranza fa. E quando si amministra un paese, una comunità o una cittadina allora le cose che vengono fatte, o non fatte, risultano evidentissime e alla classica luce del sole.

SAVA. PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO. RESCISSO IMMEDIATAMENTE IL CONTRATTO CON LA COMPAGNIA CHE GESTIVA LE STRISCE BLU

Sul banco degli imputati deve salire, e pagare, chi ha determinato questo nel nostro paese!

Con determina n.20 del  4.02.2013 il Comune di Sava annulla immediatamente il contratto con la compagnia privata che gestisce le aree di sosta a pagamento.  L’UTG (Ufficio Territoriale del Governo) della Prefettura di Taranto con nota del 29.01.2013 dichiarava  nella sua nota la Comunicazione antimafia interdittiva per la Global Work. Quindi, la società privata non aveva più i requisiti indispensabili per il proseguimento del suo operato nel nostro paese. Senza stare a ripetere i diversi percorsi che ci hanno portato a questo risultato di “legalità” nel nostro paese, ci prendiamo un piccolo merito, credo anche grande, io come direttore di Viv@voce e Mimmo Carrieri, oltre che essere giornalista di Viv@voce, responsabile provinciale del C.P.A. di Taranto, del settore Ambiente ed Ecologia.

PATTO PER SAVA: IMPARI A LEGGERE LE DIDASCALIE DEI LINK DI VIV@VOCE. E NON FACCIA POLEMICA STERILE SOLO FINE A SE STESSA …

Quando ieri quelli del PATTO PER SAVA erano all’oppozione sprecavano le lodi a questo giornale per quello che faceva. Oggi loro amministrano il paese e cominciano a comportarsi proprio, tale e quale, a chi li ha preceduti!

Quando il nostro giornale mette su facebook una foto di un nonno vigile e dice testualmente: “Dove sta l’errore in questa foto?” Credo che non dice nulla di male. Ovvero, chiede ai suoi lettori o amici di facebook se riescono a vedere nella foto l’anomalia. Tutto qui. Ma per davvero! Credetemi, anzi metto il link della foto postata in modo che anche chi non ha avuto il tempo di vedere il link valuta l’oggetto  (http://www.facebook.com/photo.php?fbid=4685891819021&set=a.1331320916845.48258.1045669670&type=1&theater). Poi d’incanto il PATTO PER SAVA, che non ha il coraggio di dire chi si maschera dietro a questo nickname sfodera tutta la cattiveria possibile contro PERIODICO VIVAVOCE (il quale a differenza del PATTO PER SAVA, mostra il suo volto e il suo nome, ndr).

PARCHEGGI PUBBLICI: SAN MARZANO STA ALLA LEGALITA’ E SAVA NO?

L’UTG (Ufficio Territoriale del Governo) della Prefettura di Taranto dichiara, nella Comunicazione Antimafia fornita al Comune di San Marzano (Ta),  “la sussistenza di tentativi di infiltrazione mafiosa all’interno della Global Work” società che gestisce i Parcheggi pubblici anche a Sava. San Marzano, alla luce di questo documento, recede immediatamente il contratto

Nella vicina Manduria, lo scorso inverno, la società che gestiva i parcheggi pubblici era la stessa che gestiva le aree adibite a sosta di pagamento anche nel nostro paese, oltre che a San Marzano (Ta). Ci furono diverse anomalie nella gestione di questi parcheggi nella città messapica, e non ultima la scesa in campo della DDA (Procura distrettuale antimafia) di Lecce. Intercettazioni telefoniche, accuse di presunti pagamenti non versati al Comune di Manduria da parte della Global Work di Fragagnano (Ta) sulle norme contrattuali, presunte infiltrazioni mafiose all’interno di quest’ultima e il tutto portò alla rescissione del contratto d’appalto  tra il pubblico e il privato.

SAVA. PARCHEGGI PUBBLICI: E’ INIZIATA MALE E … FINIRA’ PEGGIO?

Quante figure sinistre in questa “querelle” savese, la quale ha visto alla ribalta imbroglioni, incapaci, presuntuosi e figli di … bona mamma (con tutto il rispetto per le loro madri, s’intende, ndr)!

Dal lontano 2009 ci fu l’assegnazione da parte dell’ex amministrazione Maggi (centrosinistra alla “savese maniera”) della gara d’appalto sui Parcheggi pubblici a Sava e già in questa prima assegnazione scoppiò la prima “bomba”: la gara fu aggiudicata ad una Ditta (SIS di Perugia, ndr), la quale assegnataria risultò illegittima al ricorso fatto al TAR di Bari sezione di Lecce dalla seconda ditta partecipante: ovvero, non aveva i requisiti idonei (mancava il certificato antimafia, per cui era tassativo l’idoneità del documento e, in mancanza di questo la SIS non avrebbe potuto neanche partecipare alla gara, ndr). Una Commissione comunale assegnò in modo scriteriato, in prima battuta, la gara delle aree pubbliche a pagamento nel nostro paese.

FACEBOOK, LA FACCIA VIRTUALE DELLA DISCUSSIONE. ALLA BASE, PERO’ CI DEVE ESSERE IL RISPETTO. IN TUTTO!

L’importanza di sapere con chi si ha a chè fare quando dialoghiamo …

Dialogare è importante in quanto il confronto sulle tematiche del nostro paese, da quelle più frivole a quelle più interessanti, può portare ad una visione più completa di un determinato stato di cose. Fin qui ci siamo. Eccome! Mettere la propria faccia, o il viso come credete voi cari lettori di questo giornale e amici di facebook, è basilare in quanto nel dialogo sappiamo con chi abbiamo a che fare. Quindi, nulla di infamante su questo. Cosa semplicissima che porta le persone ad esprimere un parere o un concetto oppure un’idea sul tema che si tratta. Anche se poi alla fine si rimane sulle proprie posizioni, innegabilissimo questo.

O “EMERGENZA LOCULI” O “TUMULAZIONI BLOCCATE”, LA DIFFERENZA NON E’ MOLTA. IL CIMITERO E’ IN SERIA EMERGENZA

Il “Patto per Sava” ha propagandato la trasparenza e la legalità: noi aspettiamo questo

Chi amministra oggi il nostro paese ieri era sul banco dell’opposizione e sul tema “Cimitero di Sava”  convenne con il nostro giornale e con l’ambientalista Mimmo Carrieri sulla situazione scandalosa che si era creata allora: mancavano i loculi comunali, strapagati quasi a peso d’oro i pochissimi loculi longitudinali (3200 euro!), era cominciata la corsa affannosa alla stumulazione delle salme, le quali giacevano da oltre 20-30 anni nei loculi comunali e questo era alquanto evidente. Insomma, un vero e proprio disastro amministrativo dell’epoca. A parte le ossa che furono trovate sotto le poche decine di centimetri sotto il selciato all’interno dell’area cimiteriale (e certamente non erano ossa di … agnellone!), tutti i savesi gridavano allo scandalo e all’indignazione del poco rispetto politico-amministrativo dell’epoca sui resti umani dei nostri morti.

SIGNOR SINDACO? SI FERMI UN ATTIMO. LA SITUAZIONE LE STA SFUGGENDO DALLE MANI …

Gli otto mesi dell’amministrazione IAIA …

E’ finita la campagna elettorale, è stato sancito dal savese il rinnovamento politico, ora tocca alla fase più importante: quella operativa. Siamo all’ottavo mese della gestione della nostra Casa comunale e, francamente, non si vede molto di diverso dalla precedente amministrazione comunale. Certo, abbiamo un sindaco che si prodiga nelle sedi in cui Sava deve contare (fogna pubblica, rapporti istituzionali e amministrativi con i paesi limitrofi, ecc.) ma la partita per questa compagine politica (Patto per Sava) che ha le redini del paese la deve giocare soprattutto in casa.

UN 2012 ALL’ADDIACCIO. UN 2013 CHE SI APRE CON UNA CERTEZZA: SARA’ PEGGIO DEL 2012

Non abbiamo il coraggio, cari lettori e amici di facebook, di dirvi BUON ANNO …

Spesso un pò tutti si sbilanciano, quando sta per aprirsi un nuovo anno  mentre si lasciano alle spalle quello vecchio, con tanti buoni propositi e speranza su tutto. Speranze che servono a dare una boccata d’ossigeno a chi, e sono tantissimi e anche milioni di italiani, vive tutti i problemi di un paese, o di una nazione, addosso. Certo, la bacchetta magica non esiste, nel caso in cui fosse esistita chi fesso non l’avrebbe manovrata e portato alla risoluzioni i mille problemi che attanagliano la società italiana? In questa fase, gli studiosi la chiamano “transizione”, siamo stati tutti con le spalle al muro e siamo stati nelle mani di chi dovrebbe, o avrebbe dovuto, anteporre i problemi di una Nazione ai suoi.

VIV@VOCE: PRESUNTO ORGANO DI INFORMAZIONE? CHE BELLO! DA QUALE PULPITO VIENE DETTA (O CANTATA) LA MESSA)!

Quanto è bello quando ci attaccano. E’ un orgasmo senza fine!

Viv@voce, e i suoi collaboratori, quando scrivono mettono la faccia e la loro responsabilità (civile e penale, ndr) e quindi quando vedono e sentono le cose, o meglio i fatti, scrivono ciò che è giusto e ciò che non è giusto. Certo la penna è come la lingua: no teni l’ossi ma spezza l’ossi! Quello che vediamo lo scriviamo, a costo di apparire anche antipatici. Se il nostro lettore sapesse quanti saluti ci sono stati negati in virtù di quello che abbiamo, e che continuiamo, a scrivere direbbe senz’altro: ma chi cacchio ve la fa fare a tenervi quasi tutti contro? Noi siamo così: possiamo piacere o non piacere. Possiamo essere amati o odiati. Non ci cambia la vita.

UN GIORNALE, CREDO, OLTRE AD ATTACCARE DEVE ESSERE PURE BRAVO AD INCASSARE. ECCO LA RISPOSTA …

Da facebook. Giuseppe Soloperto. Agli amici ed estimatori del nostro giornale locale domando: “Tutto va bene  Madama la Marchesa?” Perchè da ormai diversi mesi pare di leggere pillole soporifere. Cosa è successo? Va tutto bene? E allora diciamolo. Va tutto male? E allora diciamolo. Va così così  e allora diciamolo …”

Caro Giuseppe, mi preme risponderti in quanto (permettimelo questo con franchezza!) abbiamo dato all’amministrazione Iaia i classici sei mesi di “rodaggio”, bisognosi in virtù della neo esperienza di quasi tutti gli addetti amministrativi del Patto per Sava (escluso Agusto e Calasso).

QUANDO UN GIORNALE MANCA PER 5 GIORNI ALLORA LA MANCANZA SI SENTE … O NO?

A nfamuni ti feisbucch? Vaggià mancatu, ah?

Stamane alle 9 stavo già in giro. Mi ero assentato per 5 giorni ed avevo sospeso il profilo di facebook in quanto non volevo che venisse usata la bacheca del giornale, dagli altri, spesso usata per allegare qualsiasi cosa a cui molti lettori ci tenevano. Ero stato categorico con molti su questo, ovvero: non usate la bacheca del giornale per i vostri link e, se credete, inviate le vostre indicazioni alla mail di facebook. Ma non era mai successo che, per ragioni personali, avessi bloccato l’account di Viv@voce.

L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI SALLUSTI E QUELLA, MINORE, DI CHIAMARSI CAFORIO O TANTI ALTRI

Ma Sallusti non è un angioletto, e sa bene che questo ruolo di vittima non è suo …

Tutti stanno sollevando un polverone sulla condanna inflitta al direttore di “Libero”, Alessandro Sallusti. Manco fosse, per davvero, un martire della libera informazione alle prese con una censura che blocca anche il respiro, oltre alla penna, di chi scrive. Ma stiamo, credo, esagerando in questa difesa ferrea verso il direttore di Libero, capace di imporre dalle sue prime pagine condanne politiche e di seguito, spalleggiato dalla sua area politica di riferimento, vedere il proseguo di questi attacchi nelle alte sedi istituzionali.

AMMINISTRAZIONE IAIA. FUORI I PRIMI RISULTATI!

Sono passati i classici 100 giorni, ed è ora che il primo cittadino incontri i savesi …

Da fine maggio a fine settembre sono circa 4 mesi da quando questa amministrazione, nuova per carità, ha preso le redini in mano del nostro paese. In tutti i nuovi percorsi, logico questo, ci vuole il tempo per far sì che i nuovo eletti, e designati dal savese, comincino ad avere dimestichezza con gli strumenti amministrativi. Credo, ma non sono solo io ma anche voi che leggete il nostro giornale, che 120 giorni sono già una bella tappa per la guida dall’interno dello scacchiere che si chiama Comune di Sava.

MERCATO SETTIMANALE DEL LUNEDI’. CONDIZIONI IGIENICO-SANITARIE AL LIVELLO DEL COLERA!

Signor Sindaco? Tocca a lei dare un volto a questo scempio che assistiamo, immancabilmente, ogni lunedì e da tantissimi anni …

Un’ampia area mercatale che ospita ogni lunedì il mercato savese. Area mercatale che è occupata per circa metà della sua superficie dalle baracche degli ambulanti legali e intanto viene permesso ad ambulanti abusivi, con vendite di qualsiasi genere, di intasare la via di accesso al mercato con i loro svariati prodotti.

SAVA. NOMINA DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Nella seduta consiliare di domani pomeriggio verrà nominato l’organo di controllo sugli atti amministrativi che vengono prodotti dalla nostra nuova amministrazione comunale. Quest’organo deve avere una durata di tre anni, ed esattamente dal 13.09. 2012 al 12.09.2015

Bene, è un rinnovo e su questo rinnovo sono arrivate molte segnalazioni al nostro giornale. La prima è quella che i nomi dei designati, di questi tre revisori da insignire, sono tutti e tre espressione della maggioranza che fa capo al Patto per Sava.

A PROPOSITO DELL’UFFICIO POSTALE DI SAVA …

Cerchiamo di vedere in un’ ottica diversa questo problema …

Non sono pochi i lettori del nostro giornale che imputano al ritiro delle pensioni di anzianità la maggior colpa del disservizio pubblico. Io credo che il tema merita ben altre sfaccettature, le quali se risolte avrebbero dato un servizio migliore alla nostra comunità. Vediamo per grado tutto questo: al primo posto mettiamo, in assoluto, che questo Ufficio Postale non è in grado di soddisfare un utenza di oltre 7.000 savesi che si recano per i loro servizi.