Grottaglie. STABILIMENTO LEONARDO. RISPETTARE IL RUOLO DEI RAPPRESENTANTI ELETTI NELLA MASSIMA ASSISE CITTADINA E ADEMPIERE A QUANTO STABILITO DALLO STATUTO E DAL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE

Intervento di Francesco Donatelli, Consigliere comunale

Mentre lo Stabilimento Leonardo di Grottaglie sta attraversando la più grave crisi occupazionale dal suo insediamento lasciando centinaia di lavoratori e famiglie in una inquietante situazione di pesante difficoltà e grandissime incertezze per il futuro.

Mentre, ben cinque mesi fa, il Consiglio Comunale all’unanimità decide di dedicare una seduta monotematica aperta ai massimi livelli istituzionali (nazionali e regionali), al management di Leonardo e alle organizzazioni sindacali per affrontare il futuro di un insediamento che occupa circa 1.500 lavoratori.

Una lunga e ingiustificata attesa tanto da costringere il sottoscritto a chiederne conto al Sindaco mediante una interrogazione con richiesta di risposta scritta, ovviamente rimasta inevasa, e pertanto ulteriormente sollecitata da quattro Consiglieri Comunali e dai gruppi politici di minoranza.

Il Sindaco non trova di meglio che far organizzare ad alcuni suoi consiglieri un “dibattito” on line, dal chiaro intento elettorale, invitando i rappresentanti sindacali in un imbarazzante e mortificante ruolo di comprimari come denunciato in un video pubblicato sui social (https://www.facebook.com/watch/?v=246807057143488).

Ignorare palesemente un deliberato unanime del Consiglio Comunale, non rispondere a solleciti ed interrogazioni di Consiglieri Comunali. Basterebbe questo per chiedere le dimissioni di un Sindaco che si sta dimostrando sprezzante nei confronti dei Consiglieri Comunali e inadeguato ad affrontare una situazione delicata e complessa come quella dello Stabilimento Leonardo.

Al sottoscritto basterebbe che almeno qualcuno dei Consiglieri di maggioranza (o pseudo tale) avesse un sussulto di dignità istituzionale per chiedere conto al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale il rispetto del ruolo dei rappresentanti eletti nella massima assise cittadina e di quanto stabilito dallo Statuto e dal Regolamento del Consiglio Comunale.

 

Lascia un commento