Taranto. “DISOBBEDIRE AL DECRETO SICUREZZA! OBBEDIRE ALLA COSTITUZIONE!”

Nota stampa di Campagna Welcome Taranto

Rivolgiamo un appello pubblico a tutte e tutti coloro si riconoscono nei valori costituzionali per reagire alle inumane ed intollerabili conseguenze del Decreto sicurezza emanato dal governo Lega – 5 stelle.

Ci rivolgiamo quindi alla cittadinanza attiva, alle forze politiche e sindacali, agli enti di tutela, alle associazioni, comitati, collettivi, mondo del volontariato laico e religioso, mondo dell’arte e della cultura, nonché ai Sindaci, Assessori e consiglieri del Comune di Taranto e dei Comuni della Provincia.

Ci autoconvochiamo in una Assemblea pubblica in cui confrontarci e discutere sulle forme di resistenza efficaci da mettere in atto tanto a Taranto che nella nostra Provincia: luoghi da sempre antirazzisti, aperti e tolleranti che non possono rimanere indifferenti ed insensibili rispetto a quello che sta accadendo nelle nostre città e nel nostro mare.

Obiettivo dell’incontro sarà quindi sia quello di creare mobilitazione contro le politiche inumane del governo (vedi chiusura porti), ma anche e soprattutto costruire, insieme ai Comuni e agli altri Rappresentanti Istituzionali, un percorso  per disapplicare il decreto sicurezza ed approvare delibere che riescano ad aggirarne le folli conseguenze. Tra queste segnaliamo l’articolo 13 del decreto sicurezza che, impedendo l’iscrizione dei richiedenti asilo all’anagrafe, li priva di alcuni servizi fondamentali. Una evidente violazione dei diritti costituzionalmente garantiti e delle tutele previste dai trattati internazionali.

Facciamo appello, inoltre, al sindaco di Taranto a rinnovare la disponibilità ad aprire il porto per le operazioni di salvataggio, nonchè a renderlo accessibile, insieme all’hotspot, agli enti di tutela e alle organizzazioni di volontariato finora esclusi.

Appuntamento venerdì 11 gennaio ore 19.00 presso Centro della fotografia in Via Plinio, 85 a Taranto.

 

Lascia un commento