TARANTO. “Elementi di Medicina tropicale e salute globale”

5 e 6 luglio. Un Corso di formazione al Centro Interculturale “Nelson Mandela”

Presso la sede del Centro Interculturale Nelson Mandela di Taranto in via Anfiteatro n. 219, l’associazione Salam organizza il corso di formazione “Elementi di Medicina tropicale e salute globale”, patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Taranto.

Il corso è indirizzato soprattutto agli operatori sanitari e dei centri di accoglienza, ma è aperto a tutti coloro volessero avere una formazione base che risponda alle esigenze di uno scenario sanitario più complesso e ricco, come quello attuale. Docente del corso è il dottor Andrea Casale, dottore in Farmacia specializzato in  “Salute globale e medicina tropicale”. Il corso si terrà due volte a settimana, nei giorni 5 e 6 luglio dalle 17 alle 19,  articolato in due moduli, tratterà diversi argomenti.

Il primo modulo partirà dalla questione del perché è più opportuno parlare di Salute Globale, e non solo di Medicina tropicale.   Si offrirà pertanto una panoramica dello stato di salute della comunità migrante: le patologie più diffuse nei luoghi di origine dei migranti (come LE MALATTIE TROPICALI NEGLETTE) , e di quelle endemiche presenti in Italia.

Un accenno sarà dato invece alla etnopsichiatria: ai corsisti saranno forniti quegli elementi conoscitivi di base per leggere quei segni del substrato culturale del migrante, e riconoscere un eventuale disagio mentale. Il corso è gratuito.

Possono partecipare anche utenti esterni all’Associazione Salam previa iscrizione da effettuarsi presso il Centro interculturale (dalle 11 alle 13  e dalle 17 alle 19) o inviando email di iscrizione (con dati personali/professione/numero di telefono e copia carta di identità) all’indirizzo intercultura.ta@gmail.com.

Il corso si estenderà in seguito, anche ai beneficiari di tutti i centri di prima accoglienza e dello Sprar di Martina Franca, al fine di raggiungere quelle acquisizioni indispensabili per ridurre le barriere conoscitive, relazionali, organizzative e favorire un reale esercizio del diritto alla salute per i cittadini non italiani presenti, a qualsiasi titolo, nel nostro Paese.

Sarà svolto in collaborazione con l’Associazione PaoloZayd Costruttori di Pace e la Coop Al Fallah, che fornirà supporto di mediazione linguistica culturale ai corsisti stranieri. 

 

 

Lascia un commento