TARANTO. Reading poetico “Tutto il mare vuole senso”. Una serata di grande poesia

Domani, venerdì 25 settembre,  in Via Duomo 237, presso il Caffè Letterario – Cibo per la Mente

Il blog di poesia Poesia e altre parole a cura della poeta tarantina Rosaria Ragni e dei poeti foggiani Antonio Bux e Giuseppe Todisco, voci fra le più note e stimate della scena nazionale e internazionale. Modera la serata Rosaria Ragni, con interventi critici della poeta e drammaturga Mara Venuto.

Antonio Bux, classe 1982, annovera una bibliografia molto estesa e premi prestigiosi – ha vinto il Premio internazionale Alinari nel 2015 ed è stato finalista al Premio Viareggio nel 2016 -, ha pubblicato alcune opere in lingua spagnola, è uno stimato critico e cura il seguito blog di poesia Disgrafie, è inoltre editor freelance per autori pubblicati in case editrici nazionali, e cura due importanti collane di poesia per Marco Saya Edizioni e per l’editrice Rplibri.

Giuseppe Todisco, classe 1980, dopo essere apparso in riviste molto autorevoli e antologie, tra le quali Enciclopedia di Poesia Italiana, ha esordito con una raccolta potente e apprezzata dalla critica, Si prega girati di schiena per Marco Saya Edizioni, nella collana Sottotraccia diretta da Antonio Bux, è inoltre un fine critico letterario e condirettore della neonata rivista Avamposto Poesia.

Entrambi gli autori ospiti, per la prima volta a Taranto, leggeranno una selezione di poesie tratte dalle rispettive pubblicazioni, e interagiranno con il pubblico presente.


ANTONIO BUX

Antonio Bux (Foggia, 1982) ha pubblicato, tra l’altro, Trilogia dello zero (Marco Saya 2012; finalista premio Montano, vincitore premio Minturnae), Kevlar (SEF 2015; premio Alinari), Naturario (Di Felice 2016; finalista premio Viareggio), Sativi (Marco Saya 2017; selezione premio Città di Como) Sasso, carta e forbici (Avagliano 2018; premio Alfonso Malinconico), Terza persona interiore (Transeuropa 2019), e il recente La diga ombra (Nottetempo 2020). In spagnolo ha pubblicato 23 – fragmentos de alguien, El hombre comido, Saga familiar de un lobo estepario e in vernacolo foggiano la silloge Lattèssanghe (selezione premio Città di Ischitella – Pietro Giannone). Nel 2014 gli è stato assegnato il premio Iris di Firenze, mentre nel 2020 il premio Ritratti di poesia. Ha fondato e dirige il blog Disgrafie e alcune collane per le Marco Saya Edizioni e per l’editrice Rplibri.

GIUSEPPE TODISCO
Giuseppe Todisco è nato a Foggia nel 1980 e risiede nell’omonima provincia, ad Orta Nova. Suoi testi sono apparsi su diverse antologie, tra le quali Enciclopedia di Poesia Italiana, a cura della Fondazione Mario Luzi. È presente all’interno della collana Poeti e Poesia, a cura di Elio Pecora. Alcune sue prose sono confluite nella collettanea Repertorio dei matti della Città di Lucera e della Capitanata, a cura di Paolo Nori (Marcos y Marcos 2018). Collabora con alcuni lit-blog, tra i quali Disgrafie e Pangea, ed è tra i fondatori della neonata rivista letteraria Avamposto Poesia. Si prega girati di schiena (Marco Saya 2020) è la sua raccolta d’esordio.

* Ricordiamo che nel rispetto dei protocolli anti-Covid i tavolini e le sedute posti all’esterno del locale saranno distanziati, si consiglia di prenotare.

Per info e prenotazioni: 0994007520

 

Lascia un commento