AUSER TARANTO. PARTITO IL CORSO DI INFORMATICA DI BASE PER ANZIANI

I destinatari del progetto sono ventidue soci dell’Auser, prevalentemente ultrasessantacinquenni

Spesso gli anziani, non avendo nozioni di informatica per ragioni anagrafiche, o non disponendo  a casa di un computer per problemi economici, non usano il PC o non navigano in internet; per colmare questo gap l’Auser di Taranto ha organizzato un corso  di informatica di base a favore di anziani.

I destinatari del progetto sono ventidue soci dell’Auser, prevalentemente ultrasessantacinquenni, che dalla scorsa settimana stanno frequentando il corso presso l’I.I.S “Pacinotti” di Taranto, una attività coordinata dal professor Sergio Carrieri, mentre i tutor sono due alunni della quinta classe, Rosa Fago e Daniele Sperti.

Le lezioni, che si protrarranno fino al 27 maggio prossimo, prevedono che ogni singolo anziano sia seguito da uno studente dell’I.I.S. Pacinotti; al di là della migliore realizzazione del percorso didattico, in questo modo vengono rispettate le capacità di apprendimento di ogni singolo anziano, questa scelta consente di realizzare un interscambio intergenerazionale tra memoria del passato e futuro.

All’incontro di avvio del corso ha partecipato la presidente dell’Auser provinciale di Taranto, Lina Arpaia, che ha ringraziato l’I.I.S. “Pacinotti, nella persona del dirigente scolastico Gennaro Esposito, per aver voluto mettere a disposizione di questo progetto le aule computerizzate, il personale docente e gli studenti.

Scopo dell’iniziativa è diffondere nella comunità anziana l’uso del computer nel campo della comunicazione e dell’informazione, mediante l’apprendimento di tecnologie che, sempre più presenti nella vita quotidiana delle persone, possono rappresentare un valido sostegno per abbattere le barriere della comunicazione e la solitudine di chi è costretto a vivere gran parte della giornata a casa. Oggi il web, inoltre, permette di poter accedere da casa a servizi e informazioni di enti ed istituzioni.

Con tale iniziativa, oltre al valido contributo di formazione insito nel progetto, si vuole promuovere un maggiore coinvolgimento degli anziani in iniziative di socializzazione e di confronto per uno scambio proficuo e gratificante che aiuterà a superare la loro emarginazione sociale.

Taranto 30 marzo 2014

Per informazioni: addetto stampa CSV – Marco Amatimaggio: 392 9360437

 

 

 

Lascia un commento