ZONA BALNEARE DI TORRE OVO – MARINA DI TORRICELLA. INTERDETTO AL TRAFFICO VEICOLARE IL TRATTO STRADALE “TORRE SARACENA-TORRE OVO CENTRO”

La notte tra il 31 ottobre e il  1° novembre, sulla litoranea   in prossimità della pseudo “barriera frangiflutti”, a causa della mareggiata che  ha invaso pericolosamente  la carreggiata, si è reso necessario transennare il tratto stradale e deviare il traffico

La “barriera frangiflutti” (insieme al rinforzo delle rocce  e dei muri di contenimento ) era stata commissionata dalla Provincia e realizzata nel 2008 per la messa in sicurezza della strada che con le mareggiate stava sprofondando nonché per difendere dall’erosione il litorale di Torre Ovo.

SAVA ADERISCE AL PROGRAMMA UNICEF “CITTA’ AMICHE DEI BAMBINI”

“Vorremmo concedere la cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati che vivono nel nostro territorio da diversi anni”, così il primo cittadino, Dario Iaia, lancia il nuovo progetto in favore dei bimbi. Da ieri infatti, anche Sava è entrata a far parte del programma Unicef “Città Amiche dei Bambini” ed è stato firmato un protocollo d’intesa tra Comune e l’Unicef, alla presenza del sindaco Dario Iaia, dell’assessore alla cultura, Corrado Agusto e del prof. Ernesto Grassi, presidente del Comitato Provinciale UNICEF. Una iniziativa questa, che punta l’attenzione naturalmente sul mondo dei piccoli ed in particolare però, su coloro che, in ogni parte del mondo, vivono in condizioni particolarmente difficili.

FRAGAGNANO. COMUNICATO STAMPA SEL. COMUNE A SOVRANITA’ LIMITATA

In occasione del Consiglio Comunale del 30 ottobre u.s., il Circolo SEL di Fragagnano ha rivolto – invano – un accorato appello all’attuale maggioranza a ritirare il controverso punto n. 8 all’OdG: “Presa d’atto stipula convenzione disciplinante i rapporti tra la società Vergine S.p.a. ed il Comune di Fragagnano”.
Con estrema leggerezza e superficialità il Consiglio Comunale ha rigettato detto appello ed ha votato compattamente la presa d’atto della stipula di una nuova convenzione con la ditta Vergine che prevede la corresponsione al Comune di Fragagnano di un milione di euro dilazionato in tre annualità, a titolo di “ristoro ambientale”.

LA REGINA DELLA TAVOLA MONDIALE: LA PASTA

Oltre 13 miliardi i piatti cucinati nel mondo solo l’anno scorso

Quasi due porzioni a testa ad ogni cittadino nel mondo nel corso del 2011. Sono tredici miliardi e 275 milioni i piatti cucinati in tutto il mondo con la pasta “made in Italy” solo per l’anno passato. Certo, se tutti potessero mangiarne almeno un piatto o anche un solo boccone.

LATTE MATERNO. MOLTE MAMME NON LO PRODUCONO PIU’

Subito un’indagine epidemiologica del Ministero della Salute e dell’ISS

È giusto premettere, prima di affrontare quanto segnalato allo “Sportello dei Diritti”, che non si è a conoscenza di dati ufficiali, ma proprio per tali motivi stante la delicatezza del tema è opportuno che qualcuno cominci ad indagare. E questo “qualcuno” sono le istituzioni, in particolare quelle deputate alla tutela della salute dei cittadini.

RISCHIA GROSSO PER ASSENZA ARBITRARIA IL DIPENDENTE CHE LASCIA A LUNGO SCOPERTO IL POSTO PER RICARICARE IL CELLULARE

Legittimo il licenziamento intimato al lavoratore che si assenta dal servizio: l’allontanamento prolungato configura l’abbandono punibile con l’estinzione del rapporto

“È legittimo il licenziamento in tronco del dipendente che si allontana senza comunicarlo al superiore per esigenze fisiologiche, in questo caso per ricaricare il cellulare, impiegando oltre il tempo necessario: ciò configura l’abbandono del posto di lavoro “. Questo, in estrema sintesi, il principio sancito da una recente pronuncia del la Cassazione con la sentenza 18811 del 31 ottobre 2012. I giudici di Piazza Cavour confermando la sentenza di prime cure ha respinto il ricorso di una guardia giurata contro la decisione della Corte d’appello di Salerno che aveva ritenuto legittimo il licenziamento. Il caso ha riguardato un dipendente di una banca che per andare a comprare una ricarica del cellulare senza avvertire i superiori, ha lasciato il metal detector dell’entrata dell’istituto di credito disattivato, e, oltretutto, sfruttando più tempo del dovuto per lo svolgimento di tale operazione. Tale comportamento configura l’abbandono del posto di lavoro legittimando il licenziamento in tronco.

SCARPE CANCEROGENE RISCHIO PER IL CONSUMATORE

Sul mercato italiano migliaia di scarpe confezionate con sostanze altamente tossiche anche cancerogene

L’ultimo importante sequestro di migliaia scarpe d’importazione in Italia, avvenuto nei giorni scorsi a Roma nel quartiere Esquilino in alcune attività commerciali, vendute a prezzi stracciati ma contenenti sostanze sostanze altamente tossiche, anche cancerogene – con valori di cromo esavalente, cadmio e piombo più di cento volte superiori ai limiti di legge – dovrebbe far riflettere sullo stato dei consumi in Italia e dei controlli doganali che consentono il passaggio di migliaia di tonnellate di merci senza le opportune verifiche sul rispetto delle stringenti normative europee in materia di vendita di prodotti al consumo.

VIDEO. 1.11.2012. TORRE OVO: MAREGGIATA

UN GIORNALE, CREDO, OLTRE AD ATTACCARE DEVE ESSERE PURE BRAVO AD INCASSARE. ECCO LA RISPOSTA …

Da facebook. Giuseppe Soloperto. Agli amici ed estimatori del nostro giornale locale domando: “Tutto va bene  Madama la Marchesa?” Perchè da ormai diversi mesi pare di leggere pillole soporifere. Cosa è successo? Va tutto bene? E allora diciamolo. Va tutto male? E allora diciamolo. Va così così  e allora diciamolo …”

Caro Giuseppe, mi preme risponderti in quanto (permettimelo questo con franchezza!) abbiamo dato all’amministrazione Iaia i classici sei mesi di “rodaggio”, bisognosi in virtù della neo esperienza di quasi tutti gli addetti amministrativi del Patto per Sava (escluso Agusto e Calasso).

LE SPESE FOLLI IN GIRO PER L’ITALIA

Nella triste classifica degli sprechi vi è l’arredamento dei dirigenti degli Enti

L’ultima la scrivania modello “Quirinale” per il Presidente della Camera di Commercio di Lecce
Nel Paese di Bengodi di boccaccesca memoria non si è mai badato a spese. E l’Italia e i suoi innumerevoli apparati, le sue amministrazioni, enti, nonostante la crisi, il suo debito pubblico tendente all’infinito, sembra continuare ad essere il Paese di Bengodi. Non per tutti, però, perché rimane ancora una classe di privilegiati arroccati all’interno di quegli apparati, amministrazioni, enti che sembra continuare a vivere in un paese che non c’è, distante mille anni luce da quello reale.

EQUITALIA: NULLE A PARTIRE DAL 2000 IN POI LE CARTELLE ESATTORIALI PRIVE DELLA SOTTOSCRIZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

L’atto deve contenere sia la sottoscrizione del responsabile sia la qualifica e il nominativo di chi ha notificato. Le cartelle esattoriali prive della sottoscrizione del responsabile del procedimento, sono nulle a partire dal 2000 in poi

Lo ha stabilito la sentenza n. 3339/2012 del Giudice di Pace di Lecce, Avv. Giuseppe Paparella, che, ha accolto il ricorso di un cittadino assistito dall’avvocato Rosanna Cafaro al quale era stata notificata una cartella esattoriale priva della sottoscrizione del responsabile del procedimento e del nome e della qualifica del notificatore. Secondo il magistrato onorario la causa della nullità, è insita nello Statuto del contribuente in controtendenza a numerose decisioni della Suprema corte che attribuisce la nullità della cartella non dallo Statuto ma dall’espressa previsione legislativa del 2008.

DOPO ELEZIONI IN SICILIA. ILeF ha corso contro tutti: Palladino, imbarazzante astensionismo, noi soffocati dalla stampa

“È  imbarazzante il dato dell’astensionismo in Sicilia – secondo Giovanni Palladino, segretario politico nazionale di Italiani Liberi e Forti – tutti si aspettavano il 40% invece si è andati oltre il 50%. È  la prima volta che in una competizione elettorale il numero degli astensionisti supera quello dei votanti”.  “Per quanto riguarda la Lista ‘Sturzo Presidente’, che rappresentava la vera novità – ha aggiunto -, devo rilevare che i media le hanno dato poca visibilità in queste elezioni. Noi ci presentavamo come alternativa alla protesta di Grillo, abbiamo presentato una proposta seria, ma non ci è stato dato spazio su giornali e tv. Siamo stati quindi soffocati dalla stampa”.

COMUNICATO STAMPA. TARANTO, CIRCOLO SEL “SANDRO PERTINI”. SOSTEGNO AI LAVORATORI TELEPERFORMACE

Il Comitato Direttivo del Circolo SEL “Pertini” di Taranto, in relazione alla dichiarazione di 621 esuberi da parte di Teleperformance, esprime profonda e sincera solidarietà a tutti i lavoratori della multinazionale francese. Siamo, ancora una volta, di fronte ad un grave momento di crisi che rischia di compromettere ulteriormente il già martoriato tessuto produttivo e lavorativo della nostra città.

A PROPOSITO DI RAPIMENTI DI STATO. NON SOLO FIGLI CONTESI, SPESSO ANCHE I PADRI SONO VITTIME DI ORDINARIA INGIUSTIZIA

Caso Navone: dubbi e domande lecite sul perché sia ancora detenuto. Riflessioni “a voce alta” da parte della redazione di “Lazio Opinioni” rivolte al dr Antonio Giangrande, presidente della “Associazione Contro Tutte le Mafie” www.controtuttelemafie.it, e scrittore-editore dissidente che proprio sul tema ha scritto e pubblicato “ABUSOPOLI”. Libro facente parte della collana editoriale “L’Italia del Trucco, l’Italia che siamo” pubblicata sui propri siti web, su Amazon in E-Book e su Lulu in cartaceo. Uno tra i 40 libri scritti dallo stesso autore e pertinenti questioni che nessuno osa affrontare. Opere che i media si astengono a dare la dovuta visibilità e le rassegne culturali ad ignorare.

LE COMUNICAZIONI DI INTERE AREE D’ITALIA ISOLATE DAI FURTI DI RAME

Il caso delle marine leccesi di San Cataldo e Frigole. Basta cittadini di seria A e di serie B

Da mesi lo “Sportello dei Diritti” ha avviato una campagna nazionale per evidenziare i pericoli per la collettività connessi all’escalation di furti per ottenere metalli quali rame, bronzo e ferro. Dopo aver indicato una serie di ricette per cercare di arginare il fenomeno, è il caso di dirlo, non è arrivato ancora alcun segnale ed anzi continuano ad arrivarci segnalazioni da tutta Italia in merito all’isolamento nelle comunicazioni, ma anche per la corrente elettrica, di intere zone più o meno grandi del Paese.

CONDANNATO CAPOUFFICIO CHE SPIA LA POSTA ELETTRONICA DEI DIPENDENTI

Non può essere violato il domicilio informatico dei subordinati costituito dalla casella email qualsiasi ne sia il contenuto

Il capoufficio spione che legge abusivamente la posta elettronica dei propri subordinati può essere condannato penalmente. Secondo la Corte di Cassazione penale anche gli account sono tutelati dalla protezione del cosiddetto «domicilio informatico» indipendentemente dalla natura dei dati contenuti nella casella di posta elettronica.

SAVA. QUANDO APRIRA’ LA MENSA SCOLASTICA DELLA SCUOLA MATERNA DI CORSO ITALIA?

Caro direttore,

vorrei sapere quando inizia questa “benedetta”  mensa della Scuola Materna in Corso Italia? Ci hanno comunicato che sarebbe iniziata i primi di questo mese. E niente. Ci hanno ricomunicato che sarebbe iniziata il 15 di questo mese. E ancora niente! Siamo alla fine di questo mese e … ancora niente! Non capisco perchè alla Scuola Elementare del “Bonsegna” è gia’ iniziata e alla Scuola Materna di Corso Italia no!

RISEQUESTRATO L’EX MACELLO COMUNALE. INTERVENTO DEI CARABINIERI DI SAVA

Era il settembre 2009 quando la Guardia di Finanza di Manduria, a seguito di mia denuncia aveva sottoposto a sequestro l’area interna dell’ex “macello comunale,” all’epoca adibita dall’Amministrazione comunale di Sava come “discarica a cielo aperto” di rifiuti speciali e “speciali pericolosi” (masserizie di varia natura, amianto e pneumatici)

OTTAVA RASSEGNA PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO E DELLA SOLIDARIETA’

Anche l’associazione “Chiara Melle” ha partecipato alla manifestazione delle associazioni di volontariato del 27 e 28 ottobre 2012

Si è conclusa l’ottava edizione della “Rassegna provinciale del volontariato”, organizzata per l’ottavo anno consecutivo dal “Centro Servizi Volontariato” di Taranto. L’associazione “Chiara Melle” ha partecipato quest’anno per la prima volta alla rassegna, presentando nel corso della manifestazione, ospitata quest’anno in Villa Peritato a Taranto, le proprie attività sul territorio di Sava e i progetti in cantiere.

NUOVO STOP AD EQUITALIA DALLA CASSAZIONE

Il fermo amministrativo è illegittimo se non è stata notificata la cartella di pagamento

Sono molteplici le decisioni delle corti tributarie ma anche della Cassazione che hanno censurato il comportamento di Equitalia quando non segue con correttezza le procedure d’esazione.