GLI EFFETTI DELLA CRISI SULLE FAMIGLIE ITALIANE: ANCHE LE SPESE CONDOMINIALI DIVENTATE INSOSTENIBILI

Le posizioni debitorie così diffuse che in alcuni condomini viene pubblicato l’elenco dei debiti.

Attenzione agli amministratori e ai coinquilini per la violazione della privacy. Un capitolo di spesa delle famiglie italiane è spesso trascurato dagli analisti per esempio nel calcolo dell’inflazione anche dai cosiddetti “panieri” dell’ISTAT e da chi sta osservando la crisi, ma costituisce un carico sempre più pesante per i nostri concittadini: quello delle spese condominiali.

CONTRO LO SCARICO A MARE DEI DEPURATORI. LA POSIZIONE DELL’ASSOCIAZIONE “PRO SPECCHIARICA”

All’associazione “Pro Specchiarica” sono arrivati inviti di adesione alla lotta contro lo scarico a mare del depuratore consortile di Manduria. I dubbi di molti cittadini sono i dubbi anche dell’Associazione Pro Specchiarica.

Quando si parla di comitati, non si sa mai con chi ci si deve rapportare e chi è che decide o rappresenta chi. Sul sito http://www.specchiarica.altervista.org/ si può ben capire cosa è l’Associazione Pro Specchiarica e quali sono i suoi programmi, anche in riferimento al depuratore. E non si ha certo finalità politica.

ACQUISTI ON LINE IN EU: RISOLUZIONE DEI CONTENZIOSI A COSTO ZERO IN 90 GG. PER LEGGE

Il commercio elettronico si sta diffondendo anche in Italia tramite realtà imponenti, come eBay ad esempio, e grazie a sistemi di pagamento ritenuti sicuri, su internet si può ormai comprare veramente di tutto ma sono ancora molte le criticità che i consumatori incontrano quando fanno un acquisto on line.

Una delle cause principali è la poca trasparenza su reclami e contenziosi. Per tutelare maggiormente chi sfrutta il canale Internet per fare acquisti, il Parlamento Europeo ha appena approvato una nuova procedura alternativa di risoluzione, che sarà più rapida, semplice e online.

FRANCAVILLA FONTANA (BR): DA QUI E’ PARTITO L’INCENDIO CHE HA PORTATO LA DIOSSINA A SAVA

MANDURIA 20 LUGLIO 2012. ORE 19.00. CONVEGNO SU “ETNOSVILUPPO: AUTONOMIA CULTURALE, PECULIARITÁ E DIFFERENZE”

Il Movimento politico-culturale Giovani per Manduria prosegue i suoi incontri di approfondimento sui temi e le questioni che tiene a cuore, nell’interesse della cittadinanza.

Il nuovo convegno dal titolo “ETNOSVILUPPO: AUTONOMIA CULTURALE, PECULIARITÁ E DIFFERENZE”, che si terrà Venerdì 20 Luglio, ore 19.00, a Manduria, nell’atrio della Chiesa SS Croce, punta i riflettori sulla necessità del nostro territorio di costruirsi un’identità culturale e senso di appartenenza.

LETTERA APERTA AL SINDACO

Oggetto: Lettera aperta al sig. Sindaco di Sava avv. Dario IAIA

 Ill.mo sig. Sindaco avv. Dario Iaia,

Ill.mi sigg. Consiglieri, sono Patrizia Pesare, ho 36 anni, sono separata con n°2 figli a carico, vivo a Sava ed appartengo alle categorie protette con invalidità civile al 100% (affetta da sordomutismo, ovvero Ipoacusia Bilaterale con turbe del linguaggio e portatore di protesi acustiche).

Da pochissimi mesi lavoro part-time presso la Cooperativa Esperia, in qualità di addetta alle pulizie: inutile soffermarmi sul fatto che ciò non sia sufficiente a garantire il sostentamento alla mia famiglia, alla luce dell’ormai onnipresente quanto irreversibile crisi occupazionale che imperversa nel nostro paese.

LETTERA AL SINDACO. “IMPORTANTE: CHIEDO ‘L’INTERCESSIONE’ DEL SINDACO”

Via Croce angolo via Pisacane. Sono diversi giorni che i residenti chiedono all’ufficio ecologia lo sgombero del contenitore del VETRO. Il contenitore è stracolmo e per terra si sta creando una collina di bottiglie di vetro. E’ PERICOLOSISSIMO,  le bottiglie di vetro accatastate NON sono più nei sacchi di plastica poiché i CANI RANDAGI (altro problema) li hanno distrutti.

C’è il pericolo che cominciano a rotolare per strada creando situazioni di pericolo per passanti e automobilisti. Al telefono dell’Ufficio ecologia si sente rispondere educatamente “OK, EFFETTUO LA COMUNICAZIONE” ma da 3 giorni NON viene nessuno.
BISOGNA ASPETTARE CHE QUALCUNO SI FACCIA MALE ? Tra l’altro si rende necessario lo svuotamento di TUTTI i contenitori della differenziata TUTTI i giorni della settimana, e non aspettare la chiamata, in considerazione anche del fatto che la cittadinanza, con senso di responsabilità, rispetto verso l’ambiente e profondo senso civico, proviene dalle zone più disparate del paese per buttare in quei cassonetti la raccolta differenziata.
in attesa dello svuotamento porgo cordiali saluti, anche nella speranza di NON dover più telefonare per lo svuotamento.
GRAZIE e buon lavoro!

Alessandro Buccoliero

MERITOCRAZIA E CONCORSI TRUCCATI

Bisogna capire cosa intendono i nostri politicanti quando parlano di meritocrazia. Per meritocrazia si intende, che se sei capace fai strada, se fai un concorso e lo vinci hai l’impiego pubblico, se fai il progetto  migliore  vinci l’appalto pubblico,  se sei bravo e superi un colloquio  vieni assunto a tempo indeterminato.

La mancanza di meritocrazia non permette l’emergere delle migliori risorse al punto tale da compromettere la crescita e lo sviluppo del paese. Oggi avviene che se hai conoscenti, se sei amico dell’amico o ti appoggi politicamente hai un lavoro ed emergi anche se sei Incapace,  con la I maiuscola!

SAVA. ESPULSI DALLA GERMANIA 7 ANNI FA, SENZA NESSUN FOGLIO DI VIA E TANTO MENO UN DECRETO DI ESPULSIONE

SAVA. CONTRADA PASANO: GRANDE GENIALITA’ …

SAVA. MARTEDI’ 17 LUGLIO 2012. UNA COLTRE DI DIOSSINA SI DIRIGE NEL NOSTRO PAESE …/ 2

SAVA. MARTEDI’ 17 LUGLIO 2012. UNA COLTRE DI DIOSSINA SI DIRIGE NEL NOSTRO PAESE …/ 1

UN INCENDIO DI UN CAPANNONE DI MATERIE PLASTICHE, NELLA ZONA INDUSTRIALE DI FRANCAVILLA FONTANA (BR), INONDA SAVA DI DIOSSINA

Ore 19.00, da facebook  gli amici del nostro giornale ci avvisano che è in atto un incendio nel nostro paese.

La zona che indicano, momentamente, è la Via per Francavilla. Minuti che passano e tantissimi, molto bello questo, chiamano il nostro giornale per avere maggiori delucidazioni sull’accaduto e a darci qualche utilissima indicazione. Focalizzato il luogo  dell’incendio, nella zona industriale di Francavilla Fontana (Br), il cielo savese viene immediatamente investito da una scia di fumo nero fortissimo. Passano i minuti e il fumo invade tutto il paese come una cappa. Dalle notizie che ci vengono riportate, dagli amici che si sono recati sul luogo, lo scenario è raccapricciante: distrutto tutto l’immenso capannone di materie plastiche. I Vigili del fuoco della provincia di Brindisi sono attivissimi ma, pare, che con l’uso dei Canadier, attesi da un momento all’altro, la situazione si dovrebbe normalizzare. La diossina, sprigionata dall’incendio delle materie plastiche, ha invaso Sava in virtù del vento di tramontana.

SALUTE: BIBERON E BORRACCE UTILIZZATE DAGLI SPORTIVI A RISCHIO BISFENOLO A

Lo “Sportello dei Diritti” ha da tempo avviato un’attività informativa sui rischi dei prodotti plastici che contengono il Bisfenolo A, meglio conosciuto come BPA, che è un composto organico da tempo sul banco degli imputati delle sostanze a rischio per la probabili correlazioni in numerose malattie dello sviluppo sessuale maschile nel feto, e nel calo di fertilità nell’uomo adulto, in quanto altererebbe l’attività dell’apparato endocrino, attivando i recettori degli ormoni specie in dosaggi elevati.

Come è noto, il BPA è una molecola utilizzata in associazione con altri tipi di composti per produrre plastiche e resine. Tra queste, spicca su tutte il policarbonato, una plastica assai comune rigida e trasparente impiegata in particolare per la produzione di ogni genere di contenitore ad uso alimentare come le bottiglie per le bevande, i biberon, le stoviglie di plastica.

CRISI DEL CALCIO TARANTINO. LA FONDAZIONE SCRIVE AL SINDACO

Egr. Sig. Sindaco, a seguito dei recentissimi sviluppi della questione legata all’individuazione di soggetti imprenditoriali interessati a dare un futuro calcistico alla città di Taranto, ci preme segnalarLe quanto accaduto nella vicina Foggia, colpita, come la nostra città, dalla sparizione della squadra di calcio.

In data odierna, infatti, il Foggia non è stato ammesso alla partecipazione al campionato di Prima Divisione di Lega Pro. Nella stessa data, il Sindaco di Foggia, Dott. Mongelli, ha attivato immediatamente le procedure previste dall’art. 52 NOIF. In particolare, ha inviato alla Federazione Italiana Giuoco Calcio la segnalazione di attivazione della procedura di assegnazione del titolo sportivo. A tal fine, nella stessa giornata, nel sito istituzionale dell’Ente civico è stato divulgato un AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONI DI INTERESSE, finalizzato alla ricerca di soggetti interessati a partecipare al prossimo campionato di calcio di serie D in rappresentanza della città di Foggia (allegato bando).

API-LIZZANO. LETTERA AL SINDACO DI LIZZANO E ALL’ASL DIREZIONE GENERALE DI TARANTO

Oggetto: Attività Presidio sanitario Marina di Lizzano

Prendiamo atto della nota inviata dal sindaco di Lizzano il giorno 16 luglio 2012 attraverso la quale ci comunica che il servizio del Presidio Estivo della nostra Marina è attivo dal 1° luglio 2012. Attività che non è stata abbastanza “evidente” ai cittadini, a partire dalla presenza dell’ambulanza, apparsa solo nella giornata di ieri 16 luglio.

Altro motivo di scarsa visibilità del presidio è riposto, ad avviso di questa organizzazione politica, nell’orario eccessivamente ridotto della sua apertura: dalle ore 11.00 alle ore 16.00 (dal lunedì al venerdì) e dalle ore 10.00 alle ore 20.00 del sabato e domenica. Orario ridotto che non ha consentito, proprio nella giornata odierna, il soccorso ad un bagnane, vittima di una ferita con abbondane perdita di sangue, senza avere alcuna possibilità di immediato soccorso. Si ricorda che negli scorsi anni il presidio è stato attivo 24 ore su 24, con presenza costante di medici, infermieri, barellieri e ambulanza. Non è dato sapere a questa organizzazione politica quale organizzazione medico/infermieristica sia a disposizione del presidio sanitario.

MAX GAZZÈ “QUINDI? TOUR”

A Lecce il cantautore romano anticiperà alcuni inediti del prossimo album

Sale l’attesa per il ritorno nel Salento di Max Gazzè che venerdì 20 luglio farà tappa a Lecce in piazza Libertini con il suo “Quindi? Tour”, tournée che da più di un anno sta girando i palchi d’Italia riscuotendo ovunque un grande successo. Dopo circa 200 date da nord a sud, il cantautore romano, contemporaneo “chansonier de geste”, compositore e attore esordiente in “Basilicata Coast to Coast”, prosegue sotto i migliori auspici il lungo tour che, dopo l’enorme richiesta, ha aggiunto nuovi appuntamenti a un già fitto calendario di concerti. «Il Salento è una terra che amo molto», dichiara l’artista «perché è un posto dove mi sento molto a mio agio. È uno dei luoghi dove vado a suonare più volentieri. Il Salento è una terra artisticamente molto viva e ricca di ispirazioni, un po’ come è stata la Costa Azzurra per i pittori che ne coglievano la luce, le atmosfere, i paesaggi, i colori».

DALLE ADOZIONI AL CASO DI DONATELLO BECCI

L’adozione è un diritto di ogni bambino ad avere una famiglia alternativa, poiché impossibilitato a crescere con i propri genitori. Spesso capita che affrontino traumaticamente il “cambio d’identità”. Non tutti hanno la fortuna di essere adottati da persone che tengano realmente a loro o che siano benestanti.

Nel nostro caso Donatello Becci, un ragazzo con problematiche caratteriali viene adottato da una coppia benestante savese, in cui lui stesso, nella nostra video intervista, dice di loro “mi hanno trattato come un principe, sono stato bene con loro e non mi è mai mancato nulla”. Gli anni passano, passano alcuni decenni e il ciclo biologico fa il suo corso portandosi via per prima la madre.

LETTERA DELLA MADRE DI FEDERICO ALDROVANDI AL NOSTRO GIORNALE

Caro direttore, cari amici,

I poliziotti che hanno massacrato di botte e ucciso mio figlio 18enne Federico Aldrovandi non andranno in carcere e sono ancora in servizio. Vi prego di unirvi a me per chiedere una legge forte contro la tortura che faccia pagare le forze dell’ordine per i reati commessi e prevenga omicidi come questo. Firma la petizione – la consegnerò direttamente nelle mani del Ministro degli Interni non appena raggiungeremo le 100.000 firme.

C’è un solo modo per evitare ad altre madri quello che ho dovuto soffrire io: adottare in Italia una legge contro la tortura. La morte di mio figlio non è un’eccezione: diversi abusi e omicidi commessi dalle forze dell’ordine rimangono impuniti. Ma finalmente possiamo fare qualcosa: alcuni parlamentari si sono uniti al mio appello disperato e hanno chiesto di adottare subito una legge contro la tortura che punirebbe i poliziotti che si macchiano di questi crimini. Per portare a casa il risultato però hanno bisogno di tutti noi.

LUGLIO 2009. QUELLA VOLTA CHE LE IENE VENNERO A SAVA. 6.700.000 ITALIANI VIDERO QUESTO SERVIZIO

http://www.dailymotion.com/video/xivju0_le-iene-a-sava_news