18.08.2012. Parabita (Le). INTERVISTA A Enrico DEAGLIO, AUTORE DE “IL VILE AGGUATO. CHI HA UCCISO PAOLO BORSELLINO. UNA STORIA DI ORRORE E DI MENZOGNA”

TARANTO SPARTANA O TARANTO CHE STA CAPENDO CHE FIN’ORA HA DORMITO?

Giovedì 17 agosto 2012. Questa sarà per la città dei due mari una giornata storica, da segnare negli annali per le future generazioni. Di quelle generazioni che diranno, un bel giorno, perchè i nostri padri hanno permesso tutto questo? Perchè? Taranto ieri si è svegliata lentamente, molto lentamente. Quasi dotata di quella pigrizia che l’ha sempre caratterizzata, come d’altronde le altre città del sud, del nostro sud. Del profondo sud.

SAVA. FARMARCIE DI TURNO SI. MA PER IL SERVIZIO BISOGNA RECARSI A CASA DEL FARMACISTA E NON ALLA FARMACIA? COSI’ FUNZIONA NEL NOSTRO PAESE?

Caro direttore, le voglio raccontare quello che mi è successo il 15 agosto, classico giorno di Ferragosto. Mi sono recato nel centro del nostro paese per vedere quale fosse la farmacia di turno. Una volta arrivato ho girato le tre farmacie e ad ognuna c’era il riferimento di una delle 4 farmacie savesi di turno.

LETTERA AGLI ORGANI PREPOSTI AL CONTROLLO DEL TERRITORIO. SOSTA E PERNOTTAMENTO DI ROULETTES E CAMPER IN AREA DEMANIALE

Al Comando Capitaneria di Porto di Taranto, Largo Arcivescovado, alla Capitaneria di Porto di Campomarino Maruggio (Taranto), al Signor Sindaco del Comune di Maruggio, al Comando di Polizia Municipale del Comune di Maruggio (TA)

OGGETTO: Zona Balneare di Torre Ovo “Tonnara” ricadente in territorio del Comune di Maruggio( TA). Sosta e pernottamento di” roulotte camper” in area demaniale    

E’ risaputo che la gente del sud per indole é alquanto accogliente, ma ciò non significa che sia disponibile di dover subire comportamenti inusuali e contrari ai dispositivi di legge da parte di coloro che per brevi periodi estivi giungono dal nord dell’ Italia per trascorrere le loro vacanze nelle nostre zone balneari.

TARANTO: VERTICE DEI MINISTRI A PALAZZO DI GOVERNO. CITTA’ BLINDATA

Corteo di protesta lungo le vie del centro cittadino. Dal palco, ognuno ha una sua storia, ognuno parla di un morto in casa

Città blindata, ingresso vietato alla manifestazione. Dicono così le copertine dei giornali appese per le edicole della città e in sottofondo un rumore costante di elicottero che passa. Taranto si sveglia così, stamattina. Come una città recintata. Una città divisa e recintata: da una parte la manifestazione in Piazza della Vittoria, dall’altra la gente che decide di rimanere a casa o nel Siderurgico a lavorare. E’ il peso del ricatto.

IL SINDACO DARIO IAIA, RISPONDE AL NOSTRO EDITORIALE

Caro Direttore, rispondo volentieri alla lettera aperta da Lei pubblicata il 16 agosto su Viv@voce, con la quale mi rivolge un appello all’ascolto e mi sottopone alcune questioni sul tappeto.

Per quanto concerne l’ascolto delle ragioni del Suo giornale, così come delle istanze di tutti i cittadini, credo che non si tratti di una mera cortesia gentilmente concessa, ma dell’adempimento di un dovere che qualsiasi amministratore ha nei confronti della comunità che amministra. Se non si ascolta e non si dialoga con il proprio territorio, difficilmente lo si può conoscere e ben governare.

INCONTRO CON IL DOTT. PAOLO URSOLEO, SAVESE, PRIMARIO OCULISTA DELL’OSPEDALE “FATEBENEFRATELLI” DI BENEVENTO

Volontario dell’ONG AFMAL, in diverse missioni in Africa. Ecco le ragioni della sua esperienza: “La sensazione di appagamento è grande, consapevole di aver fatto qualcosa di buono per tanta gente che comunque non ha chiesto niente, ma con il disagio di chi non ha fatto abbastanza per evitare che una tale situazione si potesse verificare”

Dott. Ursoleo, che effetto le fa tornare a Sava, il suo paese d’origine?

E’ sempre un grande piacere tornare a Sava. Oltre al periodo estivo, in cui mi concedo un soggiorno relativamente più lungo, cerco di venire almeno due volte al mese a trovare gli amici e la mia famiglia (compresa mia madre di 87 anni).

ILVA, PROCURA INDAGA ANCHE PER CORRUZIONE SU PERIZIE AMBIENTALI

La Procura di Taranto ha avviato una seconda inchiesta sull’Ilva per corruzione in atti giudiziari, accanto a quella per disastro ambientale, perché i magistrati sospettano che l’azienda abbia pagato per “ammorbidire” alcune perizie sul livello di inquinamento emesso dall’impianto siderurgico, uno dei più grandi d’Europa.

VENERDI’ 17 AGOSTO ALLE ORE 9.00 PRESIDIO CON LEGAMBIENTE DAVANTI ALLA PREFETTURA

Per dire ai ministri Clini, Passera e Severino che TARANTO NON ACCETTERA’ COLPI DI SPUGNA sulla vicenda ILVA ne che venga calpestata la sua dignità

Al Governo in primo luogo, e alla politica, per decenni colpevolmente assente sull’inquinamento prodotto dal siderurgico e dagli altri impianti del polo industriale di Taranto, chiediamo non i ricorsi alla Corte Costituzionale, ma un cronoprogramma serio con provvedimenti di immediata esecuzione per impedire che l’Ilva continui a inquinare e a provocare malattie e morti.

SAVA – CONTRADA “CAPRIOLA”: DISCARICHE ABUSIVE A CIELO APERTO …

I “violentatori” dell’ambiente non si concedono soste e continuano con le loro “azioni criminose e distruttrice degli ecosistemi” con risvolti anche dannosi per la salute pubblica e per il patrimonio culturale rupestre.

GIANFRANCO AMENDOLA: “DOV’ERANO LA CGIL, VENDOLA, BERSANI, MENTRE LA GENTE A TARANTO MORIVA?”

Gianfranco Amendola, oggi procuratore capo a Civitavecchia e per tanti anni pretore, ha combattuto dei colossi (Radio Vaticana, il San Camillo-Forlanini, il Policlinico Umberto I) contro l’inquinamento e per la salute pubblica. Scrisse pure un libro, «In nome del popolo inquinato», che divenne il manifesto dell’ambientalismo italiano. Ma erano gli anni Settanta e c’erano i «pretori d’assalto». Oggi parla con Fabrizio Caccia del Corriere della Sera di quanto accade all’Ilva e del Gip Todisco:
«Sicuramente. Posso dire di avere avuto la fortuna di vivere in un momento storico in cui la coscienza ambientalista era molto forte. C’erano tante associazioni di ogni tipo, c’erano le università verdi, le realtà locali che davano battaglia…».

ILVA: PEACELINK, VOGLIONO FERMARE IL GIP

Con corteo del 17/8 creeremo fronte nazionale di protesta

TARANTO, 15 AGO – ”Ogni mese due persone a Taranto sono uccise dall’inquinamento industriale: i ministri che venerdì saranno in Puglia dovrebbero ringraziare il gip Todisco che vive sotto scorta. Invece, vengono per fermare il corso della giustizia”.

LETTERA APERTA A DARIO IAIA. SIGNOR SINDACO? CI ASCOLTI!

Sta per essere tagliato il nastro dei fatidici 90 giorni dall’insediamento della sua amministrazione e oggi ci troviamo a scriverle questa lettera. Ci ascolti, per favore …

La sua coalizione è stata premiata dai cittadini savesi in modo inappellabile, quasi plebiscitario. E questo, secondo questo giornale è stato un bene. Un vero toccasana. Sono stati rimossi (e speriamo definitivamente e senza nessuna possibilità di farli rientrare in gioco) marpioni e volponi scriteriati che hanno dissanguato la vivibilità del paese per i loschi interessi personali e di bottega.

ILVA, LE INTERCETTAZIONI. “VENDIAMO FUMO. DICIAMO CHE VA TUTTO BENE”

E sul pm Mariano Buccoliero: “Che soggetto da guerra. Ma vada a … sto cretino!”

TARANTO – Operazioni spregiudicate, tecnici compiacenti, commenti in libertà.Dalle carte del caso Ilva ecco nuove sorprese: intercettazioni finora inedite contenute nell’informativa della Guardia di Finanza che ha dato vita al fascicolo per corruzione in atti giudiziari contro Girolamo Archinà, il responsabile delle pubbliche relazioni dell’Ilva che il presidente Bruno Ferrante ha licenziato pochi giorni fa.

ANZIANI IN PENSIONE CERCANO CASA DA CUSTODIRE DURANTE IL PERIODO ESTIVO

In Italia spopola l’home sitting

Ferragosto è arrivato e milioni di vacanzieri, nonostante la crisi e con l’occhio attento al portafoglio, hanno lasciato le proprie abitazioni di residenza per godersi qualche giorno di meritato relax. E così per evitare di lasciare incustodita la propria dimora abituale iniziano ad essere tanti gli italiani che le affidano, spesso con i relativi animali domestici, ad anziani in pensione, che in cambio della propria presenza e di qualche lavoro di giardinaggio si fanno qualche euro in più rispetto alla insufficiente pensione o si godono una villa o una residenza di lusso, ma anche il comune appartamento di città.

GRIOT. CUNTI E CANTI DAL GARGANO AL SALENTO

Venerdi 17 agosto 2012. Avetrana. Enza Pagliara ed il suo gruppo chiudono la serata

Venerdi 17 agosto, ad Avetrana, con inizio alle ore 21.30, si svolgerà la rassegna musicale GRIOT, giunta alla XI edizione, il festival molto conosciuto e stimato dalla critica, organizzato da sempre dalla Pro Loco di Avetrana, riesce sempre negli anni a migliorarsi e proporre un programma diverso. Quest’anno GRIOT rappresenterà i cunti ed i canti dal Gargano al Salento. Inizierà la serata il Cantastorie-Banditore Vito Spada, che da un palazzo storico della piazza centrale annuncerà e presenterà lo spettacolo. Come i banditori-cantastorie di una volta racconterà una storia ed è la storia degli 11 anni di GRIOT fatta da tanti artisti nazionali ed internazionali che hanno dato lustro alla rassegna.

SUCCESSO PER “LE ORE DELLA MUSICA, LA NOTTE BIANCA DELLA MUSICA”

Migliaia di persone hanno partecipato ieri, domenica 12 agosto, a ‘Le ore della Musica, la notte bianca della musica’ nel centro storico a Grottaglie, organizzata dall’Associazione Musicale Jonica ‘G. Paisiello’ (AMJ) con il Patrocinio del comune di Grottaglie

Un successo inaspettato anche per gli stessi organizzatori. Un flusso continuo di persone ha animato le vie del centro storico per poi convergere tutto nel Giardino Mediterraneo per il concerto finale.

TEDx LIZZANO: LA STRAORDINARIA CONFERENZA PER COSTRUIRE IL FUTURO

Arriva a Lizzano, per la prima volta nella provincia di Taranto, una delle conferenze che hanno stregato il mondo dell’innovazione

Venerdì 17 Agosto, dalle 18 alle 22 circa l’ex cinema Massimo, situato nel centro Storico di Lizzano, si riempirà nuovamente di parole, speranza e bellezza.

SUCCESSO PER IL VI MEMORIAL “CHIARA MELLE”

IL TORNEO E’ STATO ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE “CHIARA MELLE”

Con la premiazione della squadra vincitrice “Fuori Orario” e di tutte le squadre partecipanti che sono scese in campo, applauditi dal numeroso pubblico presente, si è concluso il “VI Memorial Chiara Melle”.

TARANTO. ALL’ ARENA TEATRO PERIPATO SOLO APPLAUSI PER ‘U MÈGGHJE SÍ TU’

Sabato 12 agosto è andata in scena la prima replica della nuova opera teatrale del grande artista tarantino Aldo Salamino

In una villa gremita in ogni ordine di posto, sketch esilaranti e momenti di grande riflessione hanno intrattenuto un pubblico entusiasta per oltre due ore. L’inno alla tarantinità è andato ancora una volta in scena. Dopo lo straorindario successo della “prima” del 2 giugno al “Padre Turoldo”, un’Arena Teatro Peripato gremita ha fatto da cornice alla tanto attesa replica di ‘U MÈGGHJE SÍ TU (SBRUÈCCHELE, SKETCH E CÓSE NUÈSTRE)’, splendida opera teatrale del poliedrico artista tarantino Aldo Salamino, diretto dal bravissimo Stefano Zizzi e con l’esordiente Roberto Missiani.