SALUTE E SCUOLA: IMPETIGINE TRA I BANCHI

A rischio sono soprattutto le scuole materne e le elementari, dove la trasmissione dei parassiti tra bambini e’ molto facile. Lo Sportello dei diritti lancia l’ allarme sulle precarie condizioni di pulizia e manutenzione delle strutture scolastiche della Penisola

Pensavamo fossero solo segnalazioni isolate, ma quelle arrivate allo “Sportello dei Diritti” in merito a casi di infezioni cutanee contratte da bambini tra i banchi di scuola sono molteplici e riguardano la Penisola da Nord a Sud, isole comprese. Come altre volte, non avendo dati statistici a disposizione, né avendo le istituzioni quali l’ISS (Istituto Superiore di Sanità) o i Ministeri di Salute e Istruzione o anche le Regioni, messo a disposizione i numeri circa i contagi riguardanti patologie dell’epidemie che colpiscono soprattutto la cute più delicata come quella dei bambini, non possiamo affermare con certezza che si tratti di vere e proprie epidemie.

LEGGI ANTIFUMO UE: BRUXELLES PROIBIRA’ PER LEGGE LA VENDITA DELLE SIGARETTE AL MENTOLO

Un’altra buona notizia arriva dall’UE in termini di divieto di fumo

Questa volta ad essere colpiti saranno gli aromatizzanti, quali mentolo, vaniglia e mango che secondo quanto annunciato dal Commissario UE alla salute John Dalli saranno vietati.

EQUITALIA CONDANNATA A RISARCIRE IL DANNO NON PATRIMONIALE SE ISCRIVE IL FERMO AMMINISTRATIVO SENZA PREAVVISO

Significativa sentenza del giudice di pace di San Severino Marche la numero 20/2012 che ha condannato Equitalia al risarcimento del danno non patrimoniale nei confronti di un automobilista che si era visto iscrivere il fermo amministrativo per un debito di soli 100 euro relativo a somme residue per multe e bolli non pagati sulla propria autovettura di valore notevolmente superiore rispetto al credito vantato. Una buona notizia, per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, a fronte dei problemi quotidiani che i cittadini riscontrano nell’interlocuzione con l’esattore.

LA COMMSSIONE EU AGGIORNA LA LISTA NERA DELLE COMPAGNIE AEREE

Viene sostituita la precedente che risale allo scorso aprile

È estremamente importante per i viaggiatori conoscere anticipatamente le condizioni di rischio cui vanno incontro specie se si viaggia in aereo. Un settore quello dei trasporti aerei dove le norme per la sicurezza vigenti sono assai rigorose e le limitazioni all’ordine del giorno se non si rispettano le stringenti regole.
Per tali ragioni, la Commissione Europea provvede ad aggiornare periodicamente la “lista nera” delle compagnie aeree considerate poco sicure e quindi bandite dallo spazio aereo dell’UE.

SMISHING LA NUOVA FRONTIERA DELLE TRUFFE ON LINE

Sms sullo smartphone per clonare carte di credito

Si chiama SMs Phishing il nuovo sistema per rubare denaro e informazioni riservate con il cellulare che viaggia con messaggi falsi come il più noto Phishing, non via posta elettronica però, bensì via SMS, cioè i comuni messaggini del cellulare.
La novità sta nell’utilizzo degli smartphone che permettono agli utenti di essere sempre collegati in rete carpendo in questo modo i dati sensibili con i quali clonare le carte di credito. Le carte di credito clonate sono anche utilizzate per ricaricare conti paypal e conti correnti svizzeri e albanesi collegati al sito di e-commerce “artisana.it”, che ora è stato posto sotto sequestro e oscurato dalla polizia postale.

COMUNICATO STAMPA. 1° PREMIO MARCELLINO DE BAGGIS

Festival Internazionale del Cinema Documentario: pubblicato il bando di partecipazione

TARANTO – È stato pubblicato sul sito ufficiale del Festival www.marcellinodebaggis.it il bando di partecipazione per la prima edizione del Premio Marcellino de Baggis – Festival Internazionale del Cinema Documentario, organizzato dall’omonima associazione, che si svolgerà nel prossimo mese di maggio a Taranto.

ILVA, UNA MAMMA SCRIVE A NAPOLITANO: “VENGA A VISITARE I BIMBI AMMALATI”

Dopo la firma del presidente per l’ok al decreto legge. La donna: «I nostri figli sono devastati dal cancro»

TARANTO – «Venga qui, venga a visitare i nostri bambini devastati dal cancro (e non solo), li guardi negli occhi e sostenga il loro sguardo, se ci riesce, gli spieghi perché lo Stato ha preferito dare loro in pasto al mostro, quel mostro che ha distrutto il nostro mare, violentato la nostra terra, insozzato il nostro cielo». Lo scrive una cittadina di Taranto, Tonia Marsella, in una lettera aperta al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ieri ha firmato il decreto che consente allo stabilimento siderurgico di continuare la produzione nonostante il sequestro della magistratura.

SAVA. I LAVORI DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 NOVEMBRE 2012

La seduta istituzionale inizia alle ore 17.40

Il Segretario Generale esegue l’appello nominale per la verifica dei presenti. Essendo, provvisoriamente, in aula n. 14 Consiglieri su n. 17 la seduta viene dichiarata valida.

Presidente GIGANTE

Abbiamo 14 presenti, 3 assenti: la seduta è aperta e valida.

Prima di iniziare, vorrei – se mi consentite – esprimere la mia vicinanza a tutti i colleghi dell’Ilva che vivono, che stiamo vivendo comunque con grande apprensione l’evolversi della questione occupazionale, in particolar modo oggi per quanto riguarda l’operaio disperso in mare, perché è crollava una gru, verso le 10.30, mentre ancora non si è definito bene se è stata una tromba d’aria o un tornado per la sua entità. Praticamente vorrei dedicargli un pensiero di vicinanza, come anche alla famiglia, speriamo che venga ritrovato quanto prima. Il pensiero va verso anche i paesi circostanti, Crispiano e Statte, che sono stati colpiti sempre da questo tornado.

ILVA. IL GIP: LO STOP E’ CONFERMATO “L’AIA NON TUTELA LA SALUTE”

L’ Autorizzazione integrata ambientale rilasciata all’Ilva dal ministro Corrado Clini, e da ieri divenuta legge, non è fondata su studi o accertamenti tecnico-scientifici, e ha tempi di realizzazione incompatibili con le improcrastinabili esigenze di tutela delle salute della popolazione e dei lavoratori, tutela che non può essere sospesa senza incorrere in una inammissibile violazione dei principi costituzionali.

ESTENUANTI CODE ALL’ UFFICIO POSTALE DI SAVA

Sempre punto e capo. Sempre!

Sono trascorsi oltre 4 anni da quando su mia iniziativa promossi una PETIZIONE POPOLARE sottoscritta da circa 3000 cittadini con la quale veniva chiesta alla Direzione Nazionale delle Poste Italiane, il doppio turno di apertura dell’Ufficio Postale di Sava.
In seguito mia iniziativa, nell’aprile del 2008  le Poste decisero per l’apertura ad orario continuato (mattino-pomeriggio).

CIRCOLO ARCI CALYPSO. CONCERTO LIVE EMERGENZA STATTE

MERCOLEDI 5 DICEMBRE ORE 21,30 C/O LAB URBANO MEDITERRANEO, via Macello1 SAVA ,dopo lo straordinario successo del primo appuntamento della rassegna “SPREAD THE MUSIC AGAINST THE SPREAD” che ha visto protagonisti i SEA+AIR (Germania), il circolo ARCI CALYPSO in collaborazione con il Laboratorio Urbano e Pelagonia Music, continua a proporvi buona musica, questa volta tutta italiana presentandovi: PAOLO MEI & Il circo d’ombre.

COMUNICATO STAMPA. DECRETO ILVA: IAIA E FISCHETTI (FLI), RESPONSABILITA’ E TUTELA DEI DIRITTI ALLA SALUTE ED AL LAVORO

“Le ultime vicende giudiziarie riguardanti l’ILVA di Taranto ed i rapporti dell’Azienda con il tessuto socio-politico della provincia di Taranto impongono una riflessione. In queste ore sta emergendo un quadro sconcertante, definito “sistema gelatinoso”, nel quale viene rappresentato il fallimento di una larga parte della classe dirigente del nostro territorio”. Commentano così le notizie che trapelano dall’ordinanza del Gip del tribunale di Taranto, i due dirigenti di Futuro e Libertà Dario Iaia e Francesco Fischetti. “nutriamo fiducia nei confronti della magistratura e nei confronti del suo operato, che speriamo possa far luce una volta per tutte sulla vicenda e possa definire le responsabilità di chi avrebbe dovuto far rispettare le norme e controllare, ma evidentemente non ha voluto.”

DECRETO LEGGE “SALVA ILVA”: POTREBBE ESSERE IMPUGNATO COME “ANTICOSTITUZIONALE” E POTREBBE VIOLARE ANCHE IL DIRITTO INTERNAZIONALE

Ecco perchè:

Il Decreto Legge del Governo, per la risoluzione della vicenda ILVA andrebbe incontro nel suo impianto diretto ad autorizzare l’attività aziendale nelle aree sottoposte a sequestro, alla violazione delle seguenti norme costituzionali e comunitarie.

BERSANI E RENZI

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Già dal 20 gennaio s.v. Giovanni Palladino segretario nazionale politico di Italiani Liberi e Forti, così si era espresso in merito al finanziamento dei partiti: ”Non saremo il partito dei leader dotati di milioni di euro, ma saremo il partito della gente normale; partiamo con scarse risorse finanziarie, ma non abbiamo paura… siamo razionalmente convinti che le risorse arriveranno e sarà tutto denaro pulito. Non vogliamo che il partito sia finanziato dal denaro pubblico, preferiamo che tutte le risorse siano private e che ovviamente non provengano da lobby economico-finanziarie, né tanto meno da logge massoniche.”

DENTISTA LOW COAST E TURISMO DENTALE

Pericolo per la “salute pubblica”, lo dicono gli specialisti

Crescono in maniera esponenziale i centri medici dentali “low cost” e il turismo dentale in alcuni paesi europei anche se basta andare sul web per verificare che anche nel nostro Paese si vanno diffondendo tali pratiche. Basti pensare che secondo i motori di ricerca le parole “dentista low cost”, “dentista all’estero”, “turismo dentale” nelle varie lingue risultano essere attualmente tra le parole più ricercate.

CARTELLOPOLI: PERICOLI SULLE STRADE URBANE

Cartelloni pubblicitari luminosi a messaggio variabile sull’incroci anche se vietati dal CdS. Anche i Comuni si fanno pubblicità piazzandoli fuori dagli spazi rischiando di causare distrazioni e incidenti

In quasi tutti i comuni d’Italia si possono osservare in bella vista cartelloni luminosi riportanti le più disparate informazioni che riguardano l’ente locale. Dalla viabilità, alle modalità di raccolta della spazzatura, dal santo del giorno all’orario.
È chiaro però che se tali tipo di segnalazioni vengono poste su intersezioni pericolose o sui rondò possono naturalmente ingenerare distrazione fra gli utenti della strada con gravi rischi per la circolazione stradale.

LA TARANTO DEI TALEBANI E LA CADUTA DEGLI DEI

Il progresso, si sa, porta sviluppo tecnologico e sociale, ma produce anche inquinamento. Inquinamento prodotto dalle industrie, prodotto dalla circolazione dei veicoli, prodotto dal riscaldamento domestico

In inverno, spesso, si sente che le grandi città limitano la circolazione dei veicoli e l’uso del riscaldamento domestico, connubio velenoso, per render più respirabile l’aria. Proprio a Taranto l’ex sindaco Rossana Di Bello emise un’ordinanza di divieto al transito in città alle corriere della Sud Est che portavano i pendolari dalla provincia. Nei paesi sottosviluppati dove si muore ancora di fame il problema dell’inquinamento non esiste: aria pura e panza vuota. Ecco perché a nessuno verrebbe in mente di vietare i riscaldamenti o impedire la circolazione dei veicoli per le strade urbane ed extraurbane, ne tanto meno si proverebbe a chiudere qualsiasi attività economica, che direttamente o indirettamente produce inquinamento.

IL CELLULARE FA MALE

Dopo i dubbi sui rischi connessi all’uso per le onde elettromagnetiche anche l’allergia. Il rischio: dermatite da contatto

Sino ad oggi la comunità scientifica si è divisa tra chi sostiene che non vi siano prove dell’incidenza tra le onde elettromagnetiche dei cellulari e l’insorgenza di patologie tra le quali i tumori e chi invece ne è convinto. Certo è che l’ Oms (Organizzazione mondiale della sanità), alla fine di maggio scorso ha emesso un verdetto che ha fatto la notizia del mondo, includendoli tra le cose che possono causare il cancro.

UE: ITALIA IL PAESE PIU’ INSOFFERENTE ALLE LEGGI EUROPEE

Si conferma al primo posto nella classifica delle procedure d’infrazione aperte

Che l’Europa andasse a più velocità è un fatto misurabile in ogni statistica così come sono noti i ritardi con cui l’Italia si mette in regola con le normative europee. Da tempo Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, evidenzia come se non ci fossero normative europee applicabili negli Stati membri nel campo della tutela dei diritti e dei consumatori che sono molto spesso più avanzate rispetto alle legislazioni nazionali i cittadini non si vedrebbero garantiti giuridicamente in vasti campi del vivere quotidiano. Il Belpaese in tal senso, lo abbiamo detto più volte, è da sempre il più sordo e lento a recepire ed applicare la legislazione comunitaria nonostante negli anni si sia cercato d’introdurre strumenti normativi, come la “legge comunitaria” che si fa ogni anno, in grado di farla attuare.

FARMACOVIGILANZA: VIA WEB I CITTADINI POSSONO SEGNALARE DIRETTAMENTE LE REAZIONE AVVERSE DEI FARMACI

E’ attiva anche in Italia la nuova legislazione europea di farmacovigilanza che permette ai pazienti di fare direttamente le segnalazioni via web. La normativa modifica la definizione stessa di reazione avversa, intesa ora come effetto nocivo e non-voluto conseguente all’uso di un medicinale

Ogni cittadino deve segnalare al proprio medico o al farmacista l’eventuale comparsa di qualsiasi effetto collaterale, anche di quelli indicati nel foglietto illustrativo, poiché ciò permette di compilare statistiche precise sul medicinale. Saranno oggetto di segnalazione anche le reazioni avverse derivanti da errore terapeutico, abuso, misuso, uso off-label, sovradosaggio ed esposizione professionale. Tutte le segnalazioni confluiranno nel database europeo Eudravigilance e saranno accessibili al pubblico.