SICUREZZA STRADALE: LA MESSA IN SICUREZZA DEI PASSAGGI PEDONALI INSICURI

Priorità assoluta soprattutto nei tratti in prossimità di scuole, ospedali e case per anziani

Poco meno di un anno fa, in particolare il 27 dicembre 2011, lo“Sportello dei Diritti” sollevava un problema annoso ma che appare al pubblico solo quando diventa una questione di cronaca nera: quello della messa in sicurezza dei passaggi pedonali, divenuti, al contrario, delle trappole mortali per gli utenti deboli della strada.
Anche quest’anno, nonostante la campagna lanciata ben un anno fa, le cose pare non siano migliorate perché a causa della scarsa “avvistabilità” diurna e notturna degli attraversamenti dedicati ai pedoni, continuano a ripetersi sinistri anche gravissimi proprio su quei tratti che dovrebbero costituire un punto delle strade quasi inviolabile, almeno dal punto di vista della sicurezza stradale.

SPERIMENTATO UN NUOVO FARMACO PER CURARE LA LEUCEMIA ACUTA

Il nuovo farmaco si chiamerà quizartinib oppure AC220

Lo studio e’ stata presentato in questi giorni durante il meeting annuale della American Society of Hematology che si e’ tenuto ad Atlanta dai ricercatori della Johns Hopkins University.
Il nuovo farmaco ha riguardato pazienti con leucemia mieloide acuta marcati con uno specifico tipo di mutazione genetica e ha mostrato risultati sorprendenti nella fase II dei trial clinici. Come nel caso di Emma una bambina di 7 anni. La primavera scorsa, lei era vicino alla morte. Ma oggi, Emma, è quasi guarita da una leucemia linfoblastica acuta e grazie ad un trattamento completamente nuovo: i medici hanno inoculato un forma modificata del virus dell’AIDS, che fa scomparire le cellule tumorali. Il nuovo farmaco ha riguardato pazienti con leucemia mieloide acuta marcati con uno specifico tipo di mutazione genetica che ha mostrato risultati sorprendenti nella fase II dei trial clinici. Come nel caso di Emma una bambina di 7 anni. La primavera scorsa, lei era vicino alla morte. Ma oggi, Emma, è quasi guarita da una leucemia linfoblastica acuta e grazie ad un trattamento completamente nuovo: i medici hanno inoculato un forma modificata del virus dell’AIDS, che fa scomparire le cellule tumorali.

TARANTO. LA COMPAGNIA TEATRALE “ANNA DE BARTOLOMEO” TORNA CON LA COMMEDIA COMICA “L’ISPETTORE GENERALE” DI NICOLAJ GOGOL

L’evento si inserisce all’interno della rassegna del teatro Padre Turoldo di Taranto, sito in via Laclos, per la stagione 2012-2013. Lo spettacolo si terrà sabato 15 dicembre alle ore 21,00 e domenica 16 dicembre alle ore 19,00

La storia è ambientata in una cittadina della provincia di Pietroburgo, nella Russia dei primi dell’Ottocento, il cui governo piomba nel panico in seguito alla notizia dell’arrivo di un ispettore generale, o revisore dei conti – il titolo originale della commedia, infatti, è “Il revisore” –, che rischia di smascherare la corruzione dilagante.

MATACCHIERA: “TROMBA D’ARIA: CHE LA MAGISTRATURA SEQUESTRI SUBITO LA DISCARICA “MATER GRATIAE”

La discarica “Mater Gratiae”, stracolma di rifiuti contenenti amianto (abbiamo prove inconfutabili), potrebbe essere stata investita dal tornado

Alle ore 19,00 di ieri, 10 dicembre 2012, presso gli uffici della Digos della Questura di Taranto, ho depositato un esposto, indirizzato alla Procura di Taranto, relativo ad un presunto pericolo sanitario per i quale si chiedono accertamenti e se ne verifichi la fondatezza.

PRIMARIE APERTE E SUBITO PER LA SCELTA DEI CANDIDATI DEMOCRATICI AL PARLAMENTO

Rispettando genere, generazioni e territori

Il voto anticipato delle prossime e imminenti elezioni politiche, ormai manda in fumo, di fatto, la possibilità (forse mai presa seriamente in considerazione!) di cambiare l’attuale legge elettorale che per due legislature ha obbligato ob torto collo gli italiani a votare le liste bloccate formate dai partiti. Ma in fondo questa legge elettorale, probabilmente, ha fatto comodo un po’ a tutti: niente campagne elettorali vere, niente confronti con i territori, nessuna competizione perché i giochi si definivano nelle segreterie regionali dei partiti con le solite logiche e le solite liturgie.

CONCERTO A CURA DEGLI ALUNNI DI STRUMENTO MUSICALE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO AD INDIRIZZO MUSICALE DEL COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII

Si terrà giovedì 13 dicembre presso la parrocchia della Sacra Famiglia di Sava

L’orchestra, formata dagli alunni di 2^ e 3^ e il coro formato dai genitori e dagli alunni delle classi 1^ sottolineeranno l’atmosfera natalizia attraverso l’esecuzione di classiche nenie e brani arrangiati per coro e orchestra dai docenti di strumento musicale (prof. Roberto Bascià [chitarra]; prof. Davide Giove [flauto], prof. Danilo Panico [pianoforte]; prof.ssa Ida Pagliarulo [violino]).

ASSOCIAZIONE CHIARA MELLE: PARTE IL PROGETTO “LA MIA STRADA … VERSO IL FUTURO”

“La mia strada… verso il futuro” è un progetto di educazione stradale che nasce dall’esigenza di promuovere un’attività formativa che ha come obiettivo la costruzione di una cultura della sicurezza stradale e attivi un processo di informazione/formazione necessario a far acquisire comportamenti corretti e responsabili.

I destinatari sono gli  alunni della scuola primaria, perché educare loro alla sicurezza stradale significa avviare un cambiamento culturale e sociale che pone le  sue basi nell’adeguato sviluppo di specifiche capacità psicologiche, cognitive e affettive.

VIDEO. ILVA: Pippo Mezzapesa “SettanTA”

GIULIETTO CHIESA: “UNA TEMPESTA LI SPAZZERA’ VIA TUTTI”

“Isabella Viola, una giovane madre di quattro figli, è morta stroncata dalla fatica su una panchina della metropolitana di Roma. Volevo ricordarla, perché credo che questa morte sia un segnale, un grande segnale molto forte. Un campanello d’allarme, che ci dice che sta arrivando la tempesta. Comincio a pensare che sia necessaria, una tempesta, per scrollarci di dosso l’apatia che troppi di noi continuano ad avere. Guardavo, nei giorni scorsi, le facce – un po’ ebeti, per la verità – di quelli che sono andati a votare per le primarie del Partito democratico. Erano contenti, probabilmente, tutti presi dall’idea di partecipare a una specie di rito democratico. E invece, era soltanto un rito: niente di più e niente di meno. Non è colpa loro, sono abitanti di Matrix. Loro non sanno. Erano tre milioni, pare, gli abitanti di Matrix che sono andati a votare per le primarie, ma in realtà sappiamo che sono molti di più, purtroppo per noi.

CHIESTO MANDATO DI CATTURA EUROPEO PER FABIO RIVA RICERCATO DAL 26 NOVEMBRE

Nell’ambito dell’inchiesta su disastro ambientale a carico dei vertici del siderurgico tarantino

TARANTO – La Procura della Repubblica di Taranto ha chiesto al gip l’emissione di un mandato di cattura europeo per l’industriale milanese, Fabio Riva, destinatario dal 26 novembre scorso, di un ordine di custodia cautelare in carcere firmato dal gip del tribunale di Taranto, Patrizia Todisco che gli contesta reati che vanno dal disastro ambientale all’avvelenamento di alimenti in associazione con altre sei persone tra vertici e dirigenti dell’azienda.

GIOVEDI’ 13 DICEMBRE ORE 18.30. SALA S. EGIDIO, VIA ROMA 127 SAVA

Presentazione del libro di Mons. Vincenzo De Florio “Mi basta che tu mi vuoi bene”


ILVA. EVACUAZIONE “TAMBURI”. MATACCHIERA: “CLINI SMENTISCE SE STESSO”

Le affermazioni del  ministro Corrado Clini sulla eventuale “evacuazione” delle aree cittadine  di Taranto (quartiere Tamburi) più esposte all’inquinamento dell’Ilva sono gravi. Con queste nuove  dichiarazioni il ministro smentirebbe se stesso, soprattutto allorquando  avrebbe “alleggerito”, in  più occasioni, le eventuali responsabilità degli “inquinatori” e gli  effetti delle loro stesse azioni.

SUL CORPO DI CUCCHI “C’E’ SANGUE DAPERTUTTO”

Le parole scritte nero su bianco dalla sorella Ilaria: “Ora non si potrà più negare che abbia subito un feroce pestaggio”

Riportiamo di seguito l’articolo della sorella di Stefano Cucchi, pubblicato su Huffington Post Italia:

Milano. Sant’Ambrogio. La città è deserta per la festa del patrono. Io e mio padre siamo qui in piedi all’Istituto di medicina legale mentre professori consulenti e periti osservano al microscopio il corpo di mio fratello.

“PEPPO SCIACALLO E LA SUA COMPAGNA”: BRUTTI, SPORCHI E CATTIVI!

Se fossi nato in altra epoca sarei stato anch’io un Robin Hood della situazione perché avrei tolto ai  ricchi per dare ai poveri! Siamo alle porte dell’anno 2013 e da giornalista ecologista (scomodo) vado alla ricerca di “verità nascoste”  per renderle pubbliche. Questo mio interessarmi anche di “fatti altrui”  portano a far emergere situazioni di disagio sociale e ciò da fastidio a coloro  che  del problema sono costretti ad interessarsene  sempre dopo che è stato portato a conoscenza dell’opinione pubblica.

PINA E GIUSEPPE: UNA NOTA DEL SINDACO DARIO IAIA E DELL’ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI CORRADO AUGUSTO POSTATA SU FACEBOOK

La pseudo solidarietà o la solidarietà ipocrita del fine settimana è  forse una delle cose più squallide che esistono al mondo

Accorgersi di Giuseppe Lomartire, solo dopo che è stato postato un video su Facebook e’ quanto di più vile ci possa essere, perché la situazione di questa persona è nota a tutto il paese da anni e pochi si sono interessati di sapere come e dove questi abbia vissuto sino ad ora. Ma nel momento in cui è intervenuta la spettacolarizzazione dell’evento, allora sì Giuseppe Lomartire ha cominciato ad esistere, trasformandosi da entità aliena, quasi spirituale, a persona in carne ed ossa. Ed in tanti ì’ pronti a giudicare, con il dito puntato, senza sapere neanche di cosa stessero parlando . Ed allora è il caso di fare un pò di chiarezza, fermo restando che quelle due PERSONE non possono continuare a vivere in quelle condizioni.

GIUSEPPE E PINA, LE LORO DICHIARAZIONI SUL VIDEO POSTATO E ALCUNE VERITA’ NON DETTE

Una storia da raccontare, nel più completo disagio e nella volontaria emarginazione

Raccontare di Giuseppe e Pina, per questo giornale, non è molto difficile. Affatto.  La loro storia “sentimentale” va a vanti da oltre due decenni, certo in modo non continuo. In passato si sono accusati a vicenda con denunce e condanne che sono passate al giudicato con diverse condanne per Giuseppe e anche per Pina.

SOLIDARIETA’ UMANA: I PRIMISSIMI AIUTI DEI SAVESI PER GIUSEPPE E PINA

Tanti viveri, coperte e piumoni pulitissimi. Oltre a 50 euro donati da una cara e affettuosa savese

E’ partita la solidarietà umana savese verso il disagio di Giuseppe e Pina, i quali vivono in una casa colonica occupata abusivamente in Contrada Archignano. Al momento la situazione di sussistenza è garantita per alcuni giorni ma, su questo ultimo tema, c’è da scrivere un bel pò. Sicuramente verrà fatto in questa giornata, in modo da illustrare tutto il castelletto della loro situazione.

COMUNE DI SAVA. CHRISTMAS TIME: IL PROGRAMMA

Assessorato al Turismo & Spettacolo. CHRISTMAS TIME

Dal 7 al 14 Dicembre               Mostra materica di  Maria Grazia Monticelli “Pensato col cuore ; scritto con la sabbia : c/o Sala Amphipolis

Dalle ore 09.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 21.00 – a cura del G.C.S.

8 Dicembre                   Inaugurazione presepe monumentale a cura di Passio Christi c/o trappeto Ipogeo Com.le ore 18,30- Accensione Fuochi pirotecnici

VIDEO. DUE DISAGIATI SAVESI: “VIVONO MEGLIO GLI ANIMALI DI NOI”

DUE DISAGIATI SAVESI: “VIVONO MEGLIO GLI ANIMALI DI NOI”

Lei  è incinta, lui è un diseredato. Il degrado accompagnato dall’emarginazione più totale

Diabetico lui, su sedia a rotelle lei, al freddo a circa due chilometri da Sava accampati in una casa colonica  occupata abusivamente, sprovvista di porte e finestre con ampie crepe alle mura impregnate di umidità, senza luce acqua e servizi igienici.