DOPO IL FURTO DELLE GRIGHIE ORA TOCCA ALLE … GRATE ZINCATE COMUNALI

SAVA. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29 SETTEMBRE. IL RESOCONTO DEGLI INTERVENTI

I lavori del Consiglio Comunale iniziano alle ore 10.10 del 29 settembre 2012

Il Segretario Generale esegue l’appello nominale per la verifica dei presenti. Essendo, provvisoriamente, in aula n. 15 Consiglieri su n. 17 la seduta viene dichiarata valida.

Presidente GIGANTE

La seduta è valida con 15 presenti e 2 assenti. Prima di iniziare i lavori, vorrei fare a tutti i Consiglieri una premessa: per quanto riguarda le interrogazioni di attenerci un po’ ai tempi, 10 minuti al capogruppo, poi ci saranno 10 minuti per la replica e 5 minuti per la risposta, in modo tale che possiamo chiudere il dibattito sulla questione e andare avanti.

GIOVANI PER MANDURIA. CONTINUA LA RACCOLTA DI FIRME

E’ sorto a Manduria per volere di alcuni cittadini e cittadine, il Comitato Civico “Decidiamo insieme a quale provincia appartenere” con l’intento di promuovere una petizione popolare, al fine di coinvolgere la cittadinanza nella scelta relativa alla riorganizzazione provinciale

Infatti, secondo la Legge di Riordino delle province, il Comune di Manduria avrebbe la possibilità di esprimere una scelta sulla provincia a cui appartenere. La giunta regionale ha dato tempo fino al 2 ottobre ai comuni interessati, per pronunciarsi in merito. È sentire comune del Comitato che, la decisione di acquisire il parere dei partiti e quindi fare una sintesi tra le diverse posizioni, non garantisca l’effettiva rappresentatività dell’intera comunità di Manduria.

“MULTA ILLEGALE SE L’AGENTE SI NASCONDE”

Castiglione, sentenza del giudice: i vigili devono presidiare gli speed check, celarsi crea solo risentimento dei cittadini

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Questa volta un giudice l’ha scritto nero su bianco in una sentenze che potrebbe fare ora da giurisprudenza, cioè da precedente da seguire. Nel servizio di speed check, o autovelox mobile i vigili «devono rendersi visibili, giorno e notte» agli automobilisti. Non possono nascondersi perché questo è un modo di ingannare i soggetti controllati. «L’agente nascosto viola i normali principi di trasparenza e correttezza che dovrebbero informare tutte le azioni dell’Amministrazione» determinando «nel cittadino un sentimento di avversità». Perché «scopo del controllo su strada non è solo quello di fare repressione, ma soprattutto prevenzione». Amen.

LEGAMBIENTE. DI COSA PARLIAMO QUANDO PARLIAMO DI ILVA. SEMINARIO DI APPROFONDIMENTO

Sabato 6 ottobre dalle ore 16.30 alle ore 19.30 sala conferenze Biblioteca Comunale Acclavio (Piazzale Bestat – Taranto)
programma
IL CICLO DELL’ACCIAIO NELLO STABILIMENTO DI TARANTO

ALIMENTAZIONE: A CAUSA DELLA CRISI LE GRANDI AZIENDE PENSANO AL CIBO MINI

Le grandi aziende pensano a nuove strategie di marketing per venire incontro al budget sempre più ridotto dei consumatori

Le multinazionali dell’alimentare e dei prodotti per l’igiene le pensano tutte per tentare di arginare la crisi economica globale che ha causato un’inevitabile contrazione dei consumi anche in questo settore.
Basti pensare che la Unilever, il colosso che detiene marchi famosi quali Knorr (la società che produce i noti dadi) o la Calvè (quello delle maionese) ha comunicato già a partire dall’estate appena trascorsa alcune nuove strategie di distribuzione e commercializzazione dei prodotti anche perché gli sconti non bastano più e sono soventemente percepiti come un peggioramento della qualità di ciò che si offre.

NOTA STAMPA: TORTORA, SALLUSTI. E GIANGRANDE?

Enzo Tortora, icona dell’ingiustizia in Italia: un esempio per nulla. E poi Alessandro Sallusti esempio inane di ritorsione censoria. Ma perché nessuno parla di Antonio Giangrande?

«Questa è un’Italia ipocrita e dissimulatrice. – spiega il dr Antonio Giangrande, presidente della “Associazione Contro Tutte le Mafie” www.controtuttelemafie.it , e scrittore-editore dissidente che proprio sul tema ha scritto e pubblicato “Italiopolitania, Italiopoli allo sbaraglio”.

TECNOLOGIA E SALUTE: APPROVATO DALLA FDA UN NUOVO DEFIBRILLATORE SALVAVITA …

Impiantato sotto la pelle inventato dal cardiologo italiano Riccardo Cappato. Un nuovo strumento meno invasivo

Una notizia che per Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, dovrebbe far sentire orgogliosi tutti gli italiani perché riguarda il rapporto tra il mondo della ricerca, troppo bistrattata in Italia da una politica che non comprende come sia importante investire risorse in innovazione, e salute.

UNA NUOVA TECNICA DELL’ESAME DEL DNA …

Potrebbe dare speranza per identificare i resti delle vittime

Grazie ad una nuova tecnica all’avanguardia, gli scienziati forensi prevedono di aggiungere presto un altro strumento nei loro laboratori, che permetterà ai ricercatori di utilizzare il DNA prelevato dai frammenti di ossa per determinare il colore degli occhi e della pelle di una persona.

SICUREZZA DEI FARMACI: BOLLINO NERO PER I MEDICINALI PERICOLOSI

Giro di vite dall’Ue dal 2013 che ha approvato il nuovo regolamento

Una notizia certamente positiva per i consumatori di tutta l’area UE che riguarda la sicurezza in materia di commercializzazione di medicinali in Europa dove sino a martedì scorso la legislazione ed i sistemi di monitoraggio non risultavano sufficientemente armonizzati e creavano una serie di lacune con conseguenti rischi per la salute dei pazienti anche alla luce di alcuni scandali che hanno riguardato la commercializzazione di farmaci in diversi paesi dell’Unione.

ALLA DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA DI LECCE

Fax inviato questa mattina alle 10.00 …

A seguito delle notizie riportate sugli organi di informazione  aventi per oggetto il Comune di Manduria in virtù dello scioglimento del Consiglio comunale per quanto riguarda le infiltrazioni mafiose della Sacra Corona Unita all’interno della Compagnia dei Parcheggi  la quale gestiva i parcheggi pubblici nella città messapica, con il presente Esposto dichiariamo che la stessa Ditta che era impegnata nel Comune di Manduria (Ta) è impegnata nel Comune di Sava a gestire i Parcheggi pubblici da tre anni.

MA DAVVERO NESSUN PARTITO A SAVA HA IL CORAGGIO DI RISPONDERE A QUESTO SCRITTO? E NEMMENO QUALCHE CONSIGLIERE COMUNALE?

 Al PD, a SEL, a Savainmovimento, al PSI, al PDL, a FLI, ai loro rappresentanti istituzionali savesi …

“Manduria. Secondo la Procura Antimafia salentina, la ditta che gestiva le soste a pagamento per conto del Comune era in realtà controllata dalla criminalità organizzata con legami, vecchi e attuali, nella Scu. Prove di tali interessi, secondo l’accusa, sarebbero contenute in diverse intercettazioni telefoniche tra pregiudicati, imprenditori e dirigenti di uffici comunali”.

29 SETTEMBRE. SAVA, PIAZZA SAN GIOVANNI. GRANDE CONCERTO DEI LEITMOTIV

Presentato il nuovo album “A tremulaterra” …

Ieri sera grande concerto dei Leitmotiv gruppo musicale savese tra i più interessanti in circolazione. Caratterizzati da un live mozzafiato e da un mix di colori e suoni, che raccoglie influenze musicali dal rock, dal folk alternativo, dal post-punk e dal mediterraneo, girano per tutta l’Italia portando con loro il calore e la poesia della Puglia nonostante la loro straordinaria vitalità che si intreccia in stili e culture cosmopolite in una formula musicale eccentrica. In scena sul palco, allestito in Piazza San Giovanni a Sava, si sono esibiti Giorgio Consoli (voce), Giuseppe Soloperto (basso), Dino Semeraro (batteria), Natty Lomartire (chitarra).

QUALI SONO LE CAUSE E QUALE LA PROVENIENZA, E LA SOSTANZA PRESUMIBILMENTE INQUINANTE, DERIVANTE DA QUESTA “SCHIUMA”?

Schiuma che invade, sempre più spesso, la scogliera e la battigia di Torre ovo …

Alla Capitaneria di Porto di Campomarino Maruggio

Al sindaco di Torrcella

All’ASL di Manduria

Questo fenomeno si era già verificato periodicamente sin dall’inizio dell’estate e in un primo momento pensavo che le cause potessero essere state determinate dalle correnti che spingevano “le bolle di sapone” verso riva presumibilmente derivanti dal lavaggio degli attrezzi di bordo di qualche nave mercantile o di qualche yatch di passaggio.

MANDURIA. VERSO LO SCIOGLIMENTO PER MAFIA. VERGOGNOSO!

Dopo sei mesi d’indagini, tre in più rispetto al minimo previsto, gli inviati del Ministero dell’Interno hanno concluso l’accesso ispettivo antimafia al Comune di Manduria

Da ieri la relazione dei tre commissari incaricati, il prefetto Angelo Ciuni, il viceprefetto Francesco D’Alessio e il maggiore Giuseppe Dell’Anna, comandante del Gruppo della Guardia di Finanza di Taranto, si trova sul tavolo del prefetto Claudio Sammartino. Il documento è ancora top secret ma più fonti molto accreditate danno per scontata la richiesta dello scioglimento del consiglio comunale messapico che per una fortuita coincidenza era stato già sciolto per motivi politici (era venuta meno la maggioranza di centrodestra) pochi giorni prima che Roma disponesse l’accesso ispettivo.

30 SETTEMBRE 2011-30 SETTEMBRE 2012. UN ANNO FA MORIVA VASCO PASQUALE …

La lettera, struggente, della figlia Rosy …

“Il mio pensiero costante in ogni attimo, in ogni momento è per te, mio dolce papà. Più passano i giorni e più mi manchi. A volte non so dove trovare la forza per andare avanti senza di te. Sei stata una persona troppo speciale e, nonostante sia passato un anno dalla tua scomparsa, sento fortemente la tua assenza nella mia vita. Provo a dare una spiegazione logica della tua scomparsa, e mi dico sempre che non riesco a dare una ragione, un motivo, su tutto ciò che è successo.

LETTERA DAL CARCERE: “CARO DIRETTORE … SALLUSTI ARRIVA O NON ARRIVA?”

AUTOVELOX SAVA-SAN MARZANO. VEDETE QUESTA FOTO SCATTATA IL 5 AGOSTO DA UN NOSTRO LETTORE …

5 agosto 2012. Uscita San Marzano di San Giuseppe, direzione Sava: limite di velocità km 70 orari. Fin qui normale. Appena si superava questo tratto di strada e immersi nella strada provinciale, dopo alcune centinaia di metri compariva, sempre direzione Sava, un autovelox (che tuttora c’è, ndr) in cui indicava il limite massimo di velocità degli autoveicoli a km 50 orari. Cioè, inverosimile: appena si esce fuori dal centro abitato c’è il limite di km 70 orari e fin qui può anche andare bene. Ma poi?

LEGAMBIENTE. LETTERA AL MINISTRO CORRADO CLINI

Egregio Ministro,

dopo le polemiche di questi ultimi giorni e alcune Sue affermazioni apparse sui giornali in merito ai dati epidemiologici relativi al territorio di Taranto, riteniamo doveroso andare oltre le polemiche mentre rimane indispensabile sottolineare la necessità di tener conto dei dati epidemiologici nella stesura della nuova AIA per l’ILVA. Crediamo fermamente che i dati prodotti da soggetti autorevoli come l’OMS, l’ISS, la ASL, l’Arpa, nonché i dati emersi nella perizia epidemiologica presentata nell’ambito dell’incidente probatorio dell’inchiesta per disastro ambientale in cui è coinvolta l’ILVA, in contraddittorio tra le parti e dunque con il valore di prova come riconosciuto dal Codice di Procedura Penale – siano attendibili e molto preoccupanti visti gli eccessi rispetto ai risultati attesi di tumori e di altre patologie, tra cui in particolare quelle respiratorie acute.

29 SETTEMBRE 2011- 29 SETTEMBRE 2012. IL PRIMO ANNIVERSARIO DELLA MORTE DEL CARO REALINO NARDELLA

E’ un anno che Realino non c’è più. Figura storica per noi savesi, per via dei tabacchi e dei giornali. Un particolare curioso: interista al 100%, quando perdeva la “sua” Inter erano molti che si recavano alla sua rivendita per “sfotterlo”, ma era nel senso buono e lui partecipava allo sfottò.