Category Archives: SOCIETA’

Claudio Rimoli: “ AMICIZIA & DISABILITA’ ”

Cari Amici di Facebook e Cari Lettori di Viv@voce, ben ritrovati

Quest’oggi voglio parlare e scrivere del tema: Amicizia e Disabilità. Può sembrare un argomento poco interessante, ma credo possa offrire degli spunti di riflessione. E … sarà utile anche al sottoscritto per fare una sana autocritica personale, che non guasta mai. Che rapporto abbiamo noi Disabili, con l’Amicizia? Non è una domanda a cui è facile dare una risposta, tutt’altro. Per offrire un quadro completo di una persona, bisogna sempre partire dalla sua infanzia. In questo Articolo parlerò genericamente, di questo Tema. Per non mettere al centro sempre Me stesso. Ma … inizialmente una postilla privata, voglio farla.

SAVA. Le serie difficoltà di Piazza Risorgimento

Un gruppo di mamme si rivolge al nostro giornale per l’emergenza che si è creata all’interno del Parco comunale

Un pomeriggio inoltrato, con il mio cane al guinzaglio, un gruppo di giovani mamme mi ferma. “Guardi, guardi che spettacolo!” Tantissimi bambini che aspettano il loro turno sulle poche giostrine che ci stanno. Genitori che si devono prodigare se qualche bimbo si sposta oltre il loro raggio d’azione. Biciclette che scorazzano manco se fosse una pista ciclabile all’interno dell’area verde. “E che diamine, direttò! Ma questo è uno spazio riservato ai bambini e alle persone anziane oppure è uno spazio in cui tutti possono fare tutto ciò che vogliono?”

NORVEGIA. Sembra una normalissima foto e invece …

Una normalissima foto di due sposini nel giorno più bello della loro vita … eppure questa foto nasconde una dura verità

Nella realtà non potremmo girare la foto, il retro sarebbe completamente bianco, ma immaginiamo per un attimo che ci sia la possibilità di vedere cosa accade nel retro della foto, cosa vi aspettereste? Due mani intrecciate? Un tenero abbraccio? Una mano scherzosa sul fondoschiena della moglie?

SAVA. Il mestiere del leccaculo …

Da facebook un articolo che definisce, ben bene, questa “arte” …

Il nobile mestiere del leccaculo, secondo come antichità della tradizione solo a quello di prostituta, al quale è legato da mille affinità, sta vivendo in questi ultimi anni un periodo di splendore mai visto prima. E pensare che questi tipi di occupazione non passano mai di moda. Dal punto di vista della vocazione alla professione possiamo distinguere in leccaculo per convinzione e leccaculo per convenienza.

TARANTO. Rubano giochi nel reparto pediatrico. Che vergogna!

Hanno rubato sorrisi e occhi felici di bambini, il quale valore, sappiamo tutti, essere inestimabile

La bassezza dell’essere umano molte volte non guarda in faccia a nessuno. E questa volta non ha risparmiato neanche i bambini del reparto di pediatria dell’Ospedale Nord di Taranto. Rimaniamo davvero indignati davanti alla segnalazione del furto di giochi, quaderni, pennarelli, e di tutto quello che intrattiene i piccoli del reparto pediatrico tarantino.

La politica: utopia e parvenza del popolo

Oggi come oggi, sembrerebbe notare solo una situazione di disagio che, pian pianino, sta sfociando in una vera e propria crisi nazionale, sia in campo finanziario che culturale

Credere fino alla fine affinché non si precipiti nella rassegnazione di darla vinta a coloro che distruggono le nostre vite. La politica dal greco “polis” (città) dovrebbe rappresentare, attraverso il suo sistema governativo, il popolo, in maniera onesta, attenta alle esigenze dell’individuo e, soprattutto, all’avanguardia per migliorare le condizioni del Paese. Tutto questo che dovrebbe rappresentare la realtà dei fatti, purtroppo, sprofonda nell’imperterrita banalità che nuoce tutti i cittadini che credono che un qualcosa di buono è sempre lecito aspettarselo da chi amministra il Bel Paese.

SAVA. Ai lettori del nostro giornale, agli amici di facebook …

A proposito della foto inviataci che ritraeva dei ragazzi (un pò grandicelli) sui giochi per piccoli in Piazza Risorgimento …

Sono venute alcune mamme, dei ragazzi che erano ritratti su quella foto, sdegnate di così tanta cattiveria da parte di alcuni lettori e amici di fb che hanno commentato, con un terminologia al di fuori della norma, la foto pubblicata dal nostro giornale. Crediamo che avere pubblicato quella voto inviataci da un nostro lettore non voleva essere un tono persecutorio nei confronti dei ragazzi che erano su quei giochi. Tono di questo giornale, era, il rispetto (da parte di tutti)  e il controllo (autorità) da parte di chi è preposto a questo. Ora, nella foto pubblicata, si manifesta un appuntamento che non ha nulla che vedere con lo “scardinamento” dei giochi per piccoli.

MANDURIA. 5ª edizione dell’AFRICAN DAY 2014

Domenica 1 giugno. Per promuovere il diritto alla salute delle popolazioni africane. Invito dell’ass. Medici con l’Africa CUAMM Salento in occasione della Giornata Mondiale per l’Africa che ricorre il 25 maggio

E’ Manduria il paese che quest’anno ospiterà l’African Day su iniziativa dell’associazione Medici con l’Africa CUAMM Salento. L’evento si terrà domenica 1 giugno, in Piazza Vittorio Emanuele II  a Manduria dalle 9 alle 13.  Nel 1960, 17 colonie africane ottennero l’indipendenza attraverso un movimento di liberazione che in poco tempo, il 25 maggio 1963, portò alla creazione dell’organizzazione dell’Unità africana. In questa data, ricordo di speranze e promesse spesso non mantenute, Medici con l’Africa Cuamm promuove in tutta Italia la manifestazione AFRICAN DAY, giunta ormai alla sua 5ª edizione.

SAVA. Leggete qui e, come abbiamo fatto noi, ridete e ridete!

La risposta dell’assistente sociale alla richiesta del nostro giornale di andare a trovare Giuseppe Lomartire …

A volte succede l’incredibile. In questo caso, qual è? Eccolo: chiediamo ai Servizi sociali dove si trova l’emarginato, e invisibile per quasi due anni all’amministrazione IAIA, Giuseppe Lomartire, alias Peppu Sciacallu. “No. Non ci è permesso dirlo. Fate domanda scritta al sindaco!” Si sa che a volte verbalmente si possono avere le vie più facili per le risposte ma, visto che siamo Caforio e Carrieri, questo non ci è permesso.

Con “PugliaCapitaleSociale” 140.000 euro per il welfare del territorio tarantino

E se i nonni un giorno scioperassero che accadrebbe in Italia?

 

Quanta vale il loro capitale sociale a livello nazionale? Solo il lavoro che svolgono i nonni a favore dei figli, accudendo nipoti o coprendo altre esigenze, vale 18 miliardi di euro, in pratica tre volte i 6 miliardi di euro che il “pubblico” spende nel welfare ogni anno!

BRINDISI. Per non dimenticare Melissa

Il ministro Giannini: “Mi sembra un doveroso tributo di memoria a una giovane studentessa che ha trovato la morte a scuola, non possiamo rassegnarci all’idea apparentemente razionale che anche a scuola si possa morire, sia pur per un gesto folle, individuale”

“La ferita della morte di Melissa si riapre ogni mattina, ogni secondo”: quando parla con i giornalisti Massimo Bassi, il papà di Melissa, la sedicenne uccisa esattamente due anni fa davanti alla sua scuola di Brindisi, ha appena deposto sul luogo della tragedia un mazzo di girasoli, i fiori preferiti dalla figlia. Accanto a lui il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e Veronica Capodieci, la studentessa che riportò le ferite più gravi nell’attentato davanti alla scuola ‘Morvillo Falcone’.

Taranto. ALLARME DELLE FAMIGLIE A TARANTO. AUMENTO INDISCRIMINATO DELLE TASSE LOCALI

Lettera aperta al Sindaco, ai Consiglieri comunali della Città di Taranto da parte del “Forum delle Associazioni Familiari di Taranto” 

Il FORUM delle Associazioni Familiari di Taranto esprime viva preoccupazione per le decisioni che il Consiglio Comunale adotterà martedì 20 maggio 2014. Appena un mese fa, in un Ordine del Giorno approvato all’unanimità, il Consiglio ha espresso la “consapevolezza che la famiglia rappresenta l’elemento costitutivo su cui fondare la nostra società…”

CLAUDIO RIMOLI: “Ecco come funziona il nostro sistema sanitario”

“Io non posso certo chiudere la bocca!”

Cari Amici di Facebook e di Viv@voce a distanza di qualche giorno sono di nuovo qui a scrivere, quello che non vorrei. Ma che gli eventi che si susseguono ahimè quotidianamente, mi portano a dover fare. Come ho scritto qualche ora fa al Direttore Giovanni Caforio, che ringrazio pubblicamente ancora una volta per darmi la possibilità di dar voce ed anche spazio a temi che non sono propriamente semplici da affrontare e che non attirano il dovuto interesse attorno a sè, non è mia intenzione dare alcun tipo di fastidio. Ma credo fortemente che la gente debba essere a conoscenza su come funzionano realmente le cose, per fare un pò di luce su ciò che si vuole tenere volutamente oscuro. E sul quale io non posso certo chiudere la bocca.

Sava. IMMANCABILE APPUNTAMENTO: IV EDIZIONE DEL PREMIO”CHIARA MELLE”

Piccoli talenti crescono…Il titolo di una favola o di una bellissima  realtà…?!

Bisognerebbe vivere la manifestazione in platea, per capire davvero la differenza, sottilissima, tra fiaba e realtà…Sì, parliamo proprio dell’evento tenutosi in data 8 Maggio a Sava, presso il cinema Vittoria, appunto il “PREMIO “CHIARA MELLE”, Piccoli talenti crescono, alla sua IV edizione. Con la magica atmosfera di sempre, ci incanta, calamitando la nostra attenzione ad oltranza. Per bellezza , finalità e soprattutto origine, ogni anno, ci confonde, rendendone  difficile una descrizione sciolta e meticolosa.

SAVA. Claudio Rimoli: “ESISTO… ANCH’IO!”

BUROCRAZIA e la SANITA’ sono i due GRANDI NEMICI PUBBLICI dei DIVERSAMENTE ABILI

Salve. Cari Amici di facebook e di Viv@voce, ben ritrovati. Questo articolo che mi accingo a scrivere, non era assolutamente previsto. Ed è stato pensato… in questa ultima ora!  Il titolo credo sia abbastanza esplicativo e dica già molto. Nella settimana appena trascorsa, non ho passato giorni facili. Vi starete chiedendo il perchè, la risposta è presto detta: ho avuto ancora una volta la conferma che la BUROCRAZIA e la SANITA’ sono i due GRANDI NEMICI PUBBLICI dei DIVERSAMENTE ABILI. Contro il quale NESSUNO vuol fare veramente qualcosa.

SAN MARZANO (Ta). Un appello disperato della mamma di Angelo

Le strutture socio-sanitarie del comprensorio, non possono fare di più?

Questa è la triste storia di Arcangelo Forleo, un giovane sanmarzanese che è affetto da “gravi turbe psico comportamentali, epilessia  con crisi quotidiane  diretta in gracile cerebropatico”. Ma oltre alla triste, e drammatica patologia di Arcangelo (lo chiameremo a seguire Angelo) non è meno  importante il calvario che la mamma del giovane Angelo sta affrontando da diversi anni a questa parte.

AMNESTY INTERNATIONAL SOLLECITA I LEADER DELL’UNIONE EUROPEA AD AGIRE PER PORRE FINE AL CRESCENTE NUMERO DI PERDITE DI VITE UMANE NEL MEDITERRANEO

Amnesty International si e’ detta profondamente preoccupata per l’ultima tragedia e per la conseguente morte di migranti e rifugiati nel Mediterraneo, un mare che una volta ancora ha inghiottito la vita di persone che cercavano salvezza e rifugio in Europa

L’organizzazione per i diritti umani ha sollecitato di nuovo l’Unione europea e i suoi stati membri ad agire con urgenza per proteggere i diritti e le vite dei migranti e dei rifugiati.  Tra l’11 e il 12 maggio oltre 50 persone hanno perso la vita in due consecutivi naufragi tra l’Italia e la Libia. Lo scorso ottobre i naufragi al largo di Lampedusa avevano provocato oltre 400 morti e mosso molte dichiarazioni di rammarico e solidarieta’ ai piu’ alti livelli dell’Unione europea.  Tuttavia, ad oggi, i leader europei hanno complessivamente e collettivamente evitato di prendere misure concrete per impedire ulteriori morti lungo le frontiere europee. Naufragi e inabissamenti di imbarcazioni sono proseguiti tanto nel mar Mediterraneo quanto nel mar Egeo, lungo la frontiera marittima tra Grecia e Turchia. Tra l’agosto 2012 e il marzo 2014, nell’Egeo sono annegate almeno 188 persone. Il 5 maggio altre 22 persone provenienti dalla Turchia hanno perso la vita mentre cercavano di raggiungere l’isola greca di Samos.

SAVA. Servizi sociali. Quando è privacy è … privacy!

Mah …

Chiedere verbalmente  il luogo dove sta il “nostro” Giuseppe Lomartire (per andare a trovarlo e vedere come sta, ndr) è motivo di tentata violazione della “privacy”. Per tanto, secondo gli addetti ai Servizi sociali, vanno espletate le formalità. Richiesta scritta al sindaco protempore Dario IAIA e, possibilità concreta anche con la domanda inoltrata, di divieto di fornire il suo attuale “soggiorno”. Spettacolare.

VIV@VOCE. 11 maggio 2014. Per tutte le mamme del mondo

Non c’è bisogno di articoli, o altro, che possano innalzare la figura di chi è stata colei che ha dato tutto per noi

Per chi ce l’ha ancora, vivetela per il tempo che resta. E vivetela bene. Per chi invece, sfortunato, non ce l’ha più che ravviva il ricordo e che lo trasmetta ai propri figli. E’ stata senz’altro la figura più importante della nostra esistenza. In assoluto!

TORRICELLA. I tanti modi di intendere, e darsi da fare, per la solidarietà. I tre casi …

I 15 profughi siriani,  il caso dell’indigente che vive a Torre ovo e quello del disabile al 100% che da diversi anni non può scendere da casa

Certo, non finirermo mai di stupirci ma, dinanzi a tanto stupore, certamente possiamo mostrare le nostre ragioni. Che poi, credo, che siano simili a quelle di molte altre migliaia di persone del luogo. I fatti: oltre 800 mila euro stanziati dal Ministero degli Esteri per trovare una collocazione a tre famiglie siriane. Scelto Monacizzo (frazione del Comune di Torricella) oltre a tanti altri Comuni italiani che hanno aderito direttamente a questo progetto di solidarietà internazionale.