Category Archives: EDITORIALE

SAVA. Il sindaco pro tempore IAIA a ruota libera. Offese. Calunnie. Denunciato immediatamente!

La piazza registra un sindaco nervoso che fuoriesce dai canoni di rappresentante di tutti i cittadini

Immaginate un circo. Immaginate gli aficionados, invitati per l’occasione. Immaginate che al via di ogni numero ad effetto, quasi preparato nelle quinte,  si levano le braccia e il rumore degli applausi esegue gli ordini impartiti.

POLITICA. Cade De pascale, cade Andrisano. Il prossimo sarà IAIA?

Riflessioni dopo gli esiti della tornata elettorale torricillese e quella fragagnanese, con qualche nota su quella quasi imminente savese

Nell’appena passata domenica i due Comuni limitrofi, Torricella e Fragagnano, sono stati chiamati alle urne per il rinnovo del Consiglio comunale dopo la naturale durata della legislatura. De pascale, il sindaco uscente di Torricella, e Andrisano sindaco uscente di Fragagnano, si sono riproposti all’elettorato per riottenere la fiducia.

SAVA. Un dibattito sulla programmazione del Comune si rivela un flop

Nella sala tutti i Consiglieri di maggioranza, gli assessori e il sindaco pro tempore IAIA. Si registrano poco meno di 40 partecipanti. Compresi loro.

19 maggio. E’ stata una serata voluta dal Gruppo politico e Consiliare di “LIBERTA’ E PARTECIPAZIONE”, che vede tra i suoi sostenitori il fuggiasco Corrado Agusto, il riflessivo Savatore De felice e il ballerino che fa di nome Giuseppe Saracino.

SAVA. Il sindaco pro tempore Dario IAIA indagato per calunnia (art. 368 c.p.)

Il primo cittadino savese iscritto nel registro degli indagati presso la Procura della Repubblica di Taranto

L’articolo su menzionato recita così: “Chiunque, con denuncia, querela, richiesta o istanza, diretta all’Autorità giudiziaria o ad un’altra Autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, incolpa di un reato taluno che egli sa innocente ovvero simula a carico di lui le tracce di un reato,  è punito con la reclusione da due a sei anni” .

SAVA. Non salvate il soldato IAIA !!!

A un anno esatto esatto dal rinnovo del Consiglio comunale, nella politica locale c’è un certo fermento …

Cominciano già ad annusarsi gli attori che vogliono entrare nella scena politica locale. Non ultima la costituzione del movimento civico “SosteniAMO Sava”. Di fresca costituzione e già comincia ad imporsi all’attenzione degli alfieri degli schieramenti. Un quadro che, al momento, non è molto indecifrabile. Vediamolo.

SAVA. Mancato allargamento della strada che porta dal paese alla zona industriale

Ecco le pezze a colori che si scuciono da sole del sindaco pro tempore savese, Dario IAIA

Certo però, che IAIA, “la ota e la gira comu li piaci a iddu”. Ma i fatti sono ben altri. Ma andiamo a ciò che dice IAIA su un post di facebook dell’altro giorno su questo tema.

SAVA. Depuratore consortile. Il sindaco pro tempore savese diserta l’incontro con l’AQP!

IAIA nega la presenza del nostro paese al tavolo in cui la Regione porta un importante risultato

Lo scorso sabato nella limitrofa Manduria, i sindaci dei tre paesi interessati direttamente alla costruzione del depuratore erano stati invitati dall’AQP per le novità apposte dal governatore Emiliano sul tema così importante, e delicato, del recapito finale dei reflui.

SAVA. Affaire “Cerin”. Dario IAIA è un sindaco “incapace” e “inaffidabile”

Come il primo cittadino savese tenta di salire sugli specchi …

Avesse scritto, o detto, questi due aggettivi, “incapace” e “inaffidabile”, il nostro giornale era pronto il rituale: Viv@voce la porta con ogni sindaco, o meglio come goffamente mi sento chiamato “il Caforio”. Ma sono parole non usate da Viv@voce in una dialettica politica che esclude il nostro giornale in quanto non ha rappresentanza istituzionale e politica.

SAVA. Dall’astratta “Trasparenza e legalità” alla realtà, ben differente

Amministrazione IAIA e amministrazione Maggi: i due diversi modi di rapportarsi con la legge sulla trasparenza

Quando si chiede al nostro Ente comunale l’accesso agli atti si cita sempre la legge specifica, legge sulla trasparenza (241/90), motivando le ragioni della richiesta. E fin qui ci siamo. Il funzionario che riceve la richiesta è tenuto per legge  entro 30 giorni a fornire la visione o la copia degli atti richiesti.

SAVA. Si può prendere per il culo un corpo elettorale. Ma chi ha dignità no!

Quando chi è preposto a interessarsi della vita degli altri e fa lo struzzo

Che ci siano i disagi in ogni paese e in ogni città, non facciamo di certo la scoperta dell’acqua calda. Che i casi in risalto non sono di facile soluzione è sacrosanto. Ma in comunità così piccole, come nel caso del nostro paese, un caso diventa singolare.

VIV@VOCE. Il Buon Natale del nostro giornale va a chi …

A chi si prodiga per gli altri e che sia maledetto chi poteva migliorare la vita delle persone e non l’ha fatto!

Buon Natale a chi è solo. A chi è triste. A chi un lavoro lo ha perso. A chi una occupazione non ce l’ha!

SAVA. Maurizio Pichierri, il “Patto per Sava” e “l’incapace” sindaco pro tempore IAIA

Il tempo ci vuole per tutto, anche per manifestare un fallimento amministrativo

E’ di questi giorni il comunicato stampa del già assessore alle Attività produttive Maurizio Pichierri. Un dettato fatto con analisi, con riferimenti, con il nome di persone. Pronunciate da un ex addetto ai lavori dà più consistenza all’analisi fatta in tutti gli questi ultimi mesi da questo giornale.

SAVA-TORRICELLA. Quando gli arroganti si impossessano del diritto di uno … Stato di diritto!

Alcune riflessioni sulle diverse inchieste della Procura della Repubblica di Taranto

Le leggi servono per regolamentare, e disciplinare, la nostra vita sociale. Giuste o sbagliate, quello è un altro discorso che certamente con questo articolo non c’entrano affatto. Ma andiamo allo Stato di diritto: è uno Stato fondato sulla legge, il cui potere non risiede nella volontà di singole persone, ma nella norma giuridica.

SAVA. La trasmissione di RAI 3 “Chi l’ha visto” nel nostro paese

Invito “ufficiale” del nostro giornale a Federica Sciarelli

Era da un pò di tempo che Viv@voce pensava all’invito della blasonata trasmissione della TV di Stato per la scomparsa di un partito che, in altri tempi, dimostrava di esistere. E non solo sulla carta. Ma oggi questo partito, il Partito Democratico, pare che collezioni solo le presenze nella massima assise istituzionale.

SAVA. Sindaco pro tempore IAIA, il caso “Di Mauro” è suo!

Le ragioni del nostro giornale su questa “querelle” che investe anche il Comando di Polizia Municipale

Scoppiato il caso “Di Mauro”, implicita la chiamata in causa del Comando di Polizia municipale, l’unica uscita ufficiale avuta in Consiglio comunale è stata quella dell’azzurro Arturo De Cataldo. Un pochino forse. Su questo oggetto ci sarebbe voluta ben altra levata di scudi da parte di tutti i rappresentanti della massima istituzione savese, qual è il Consiglio comunale.

SAVA. Vicenda “Di Mauro e Polizia municipale”. Sindaco pro tempore IAIA, non faccia lo struzzo!

Lettera al primo cittadino savese per la richiesta di una Commissione disciplinare sulla vicenda

Con la presente, sindaco pro tempore savese, il nostro giornale le chiede di attivare gli strumenti disciplinari in dote al nostro Comune presieduto da lei. C’è un regolamento comunale che disciplina il rapporto tra i dipendenti e il nostro ente in cui si parla chiaro e tondo di casi simili a questo.

SAVA. Le cicale cantano, e ballano, solo una stagione … de profundis per il “Patto per Sava” e di IAIA che ne sarà?

Spappolata la coalizione vincente della tornata elettorale del 2012. Vediamo che scenario si è aperto …

“Onza onza”, ovvero “murennu murennu” dal dialetto savese, comincia il conto alla rovescia dell’abbandono del nostro Palazzo municipale da parte del sindaco pro tempore savese IAIA e dei suoi assessori.

SAVA. La giornalista Lucia IAIA, il sindaco pro tempore Dario IAIA e questo “scassapatani” che si chiama Giovanni Caforio

Quando si superano le linee del rispetto,  e si va avanti con le offese gratuite, allora il discorso assume un’altra piega

Parlare della giornalista IAIA e del sindaco pro tempore Dario IAIA non è difficile per questo giornale. Assolutamente. Abbiamo avuto modo di conoscerli entrambi e su entrambi, da premettere che avevamo un idea diversa, il nostro giornale ha avuto modo di scrivere sul loro operato.

SAVA. Amministrazione IAIA. Come distruggere il rapporto con un giornale e con un’ associazione ambientalista

Condanna Massarelli: se oggi siamo arrivati a questo è perché questa amministrazione ci ha spinto all’odio

Quando si arriva alle carte bollate allora è triste Venezia. Per tutti. Ma quando non si vuole più capire qual è l’importanza di un giornale, o di un’associazione ambientalista, allora è ancora più triste. I ruoli, in tutte le fasi della nostra democrazia, non si devono affatto confondere. A ciascuno il suo. Chi amministra deve sapere amministrare. Chi salvaguardia un territorio, con le sue martoriate tematiche ambientali, deve essere libero di farlo.

SAVA. Amministrazione IAIA, ovvero come dilapidare 5000 euro del contribuente, sapendo benissimo di perdere in giudizio!

Antenna di Via Vittorio Emanuele e ricorso al TAR oltre i termini

Su Via Vittorio Emanuele, vitale arteria del traffico urbano,  insiste un antenna di telefonia mobile che dà all’utente la possibilità di connettersi a Internet senza il collegamento alla rete telefonica fissa. La compagnia in questione è LINKEM SpA, operatore telematico, il quale ha fatto tutti i passi necessari per ottenere l’autorizzazione del nostro Comune all’installazione.