Category Archives: EDITORIALE

SAVA (Ta). Elezioni Politiche 2022. Luci e ombre sul candidato al collegio uninominale della lista “Fratelli d’Italia” che fa di nome Dario IAIA

Chi meglio del nostro giornale ha seguito nel decennio passato la sua gestione della nostra Casa comunale del, come simpaticamente lo chiamiamo, “lu franchiddesi”?

Ad un passo dalla tornata elettorale sulle elezioni politiche che determineranno nuovi scenari nella vita della nostra Nazione e con l’aggiunta della riduzione dei parlamentari, da 900 a 600, sta per chiudersi una campagna elettorale più attiva sui social che nelle piazze.

Sava (Ta). Oggi parte il primo Consiglio comunale della nuova legislatura. Il “sindaco” Gaetano Pichierri, brillerà di luce propria o di luce riflessa? Sul banco l’elezione del Presidente del Consiglio

Fatta la squadra di assessori, con molti dubbi e tantissime perplessità

Dopo aver atteso un mese, con le giustificazioni più inverosimili, Gaetano Pichierri (o chi per lui) dà alla stampa la nuova squadra amministrativa.

SAVA (Ta). A tre settimane dall’esito vincente, il centrodestra è già in fibrillazione?

Sembrerebbe che il neo sindaco Gaetano Pichierri è già sui carboni ardenti in virtù delle moltitudini di cose che gli sono state poste e che gli sono piovute dal cielo, imprevedibilmente, una dietro l’altra

Doveva essere una passeggiata, da concludere in tempi brevissimi, e da qui ufficializzare la squadra di governo amministrativa. Ma a distanza di tre settimane il neo sindaco Pichierri è ancora abbottonato e, a detta delle voci di corridoio che si avvallano e alcune volte vengono smentite da nuovi retroscena, pare che sta trovando non poche difficoltà a mettere d’accordo le liste della coalizione e i nuovi soggetti che, entrando nell’assise istituzionale savese, stanno trattando a livello personale.

Sava (Ta). Amministrative del 12 giugno 2022. Ma il candidato sindaco del centrodestra quando parla sa quello che dice?

Quel clima di odio, passato da Dario IAIA a Gaetano Pichierri e quando quest’ultimo dice “mai permessi di offendere nessuno” …

Che ci doveva essere una campagna elettorale con toni accesissimi di questo eravamo sicuri, sperando sempre che gli argomenti dovessero essere sempre le incompiute amministrative e le pezze a colore messe da “lu franchiddesi” di 10anni di vera occupazione del nostro Palazzo municipale.

SAVA (Ta). Quando gli arroganti che amministrano questo nostro paese pensano che tutti siamo fessi e creduloni a tutto quello che dicono

Tante cose sono successe in questi due anni e averle solo scritte, non basta per il nostro giornale. La Piazza è sempre il luogo ideale per i messaggi importanti da lanciare alla nostra comunità

I temi che tratteremo sono:

La mancanza della fogna dopo 10 anni di amministrazione IAIA: le grandi responsabilità politiche. Su questo faremo la cronistoria spiegando perché IAIA è il responsabile politico numero uno se oggi Sava non ha la fogna.

SAVA (Ta). Quando il dialogo sulla politica lascia spazio alle offese

Quando si sferrano gli attacchi personali bisogna fare molta attenzione in quanto, se apriamo molti armadi, oltre alla corna, troviamo un bel pò di scheletri

Quando si discute di politica, destra o sinistra che sia, è bello in quanto c’è lo spazio per il confronto, per la dialettica e quindi è giusto che chi ha le sue convinzioni è padronissimo di esternarle. E non abbiamo mai negato a nessuno, dico a nessuno, di esprimere il proprio parere.

SAVA (Ta). Amministrative 2022. Ma davvero è convinto Gaetano Pichierri che farà il candidato sindaco del centro destra?

Voci di corridoio ci dicono che per nulla Dario IAIA ha in mano la situazione

Spesso ci attacchiamo alle parole, come ogni giornale dovrebbe fare, per capire gli umori di un determinato comportamento e alla luce di comunicati stampa ufficiali che dicono di una situazione ottima quando, a volte, questo non lo è.

SAVA (Ta). Amministrative 2022. Cè è capaci ca allu franchiddesi li stà ziccà à mancà la terra sotta alli pieti?

Le voci di corridoio si intensificano e il clima nel centro destra pare che non è più quello trionfante 

Un giornale sonda gli umori ma guarda anche al balletto, ufficioso, di incontri, accordi vari per poi vederli ribaltati, e da qui tratta le sensazioni dei momenti che stanno per caratterizzare la imminente campagna elettorale nel prossimo maggio.

SAVA (Ta). Amministrative 2022. A Giulio Rossetti tocca il compito di dare un volto nuovo al centro sinistra /2

Il candidato sindaco, senz’altro, non ha bisogno dei nostri consigli ma forse delle nostre indicazioni 

Andare al ritroso, ed esattamente in questo passato decennio, è bene ricordare di come l’opposizione è mancata in seno al nostro Consiglio comunale. In tutti i sensi. Abbiamo visto un passato candidato sindaco del contro sinistra che, dopo due mesi dal referto elettorale, ha abbandonato la colazione che rappresentava ed ha preso a fare il battitore libero, anzi pro-IAIA.

SAVA (Ta). Amministrative 2022. A Giulio Rossetti tocca il compito di dare un volto nuovo al centro sinistra /1

Il candidato sindaco, senz’altro, non ha bisogno dei nostri consigli ma forse delle nostre indicazioni

Una volta presa in mano la coalizione del centro sinistra a Rossetti lo aspetta la grande prova del classico 9. Ovvero, amalgamare le varie esperienze delle liste dei partiti o dei movimenti che fanno parte della sua cordata.

SAVA. Amministrative 2022. Messa la cornice al quadro competitivo. Si parte! Due coalizioni a giudizio del savese

Finiti i preliminari, certamente non facili per entrambe le coalizioni del centro destra e del centro sinistra, ai nastri della partenza sono pronti i due candidati sindaci che fanno di nome Gaetano Pichierri e Giulio Rossetti

Due candidati completamente diversi tra di loro, seppur professionalmente uguali. Gaetano Picherri è stato sempre nella scuderia dello IAIA da quasi un ventennio, il quale pare che già lo ha designato come suo uomo di “fiducia” nella potenziale riconferma della sua amministrazione. E senz’altro questa scelta per lo IAIA è dettata dalla sicura sua candidatura al Parlamento nella lista della Meloni.

SAVA. Amministrative 2022. Il centrosinistra è pronto alla competizione elettorale?

Ultime notizie prima dell’apertura ufficiale al rinnovo del Consiglio comunale

Sembra che comincia già a prendere colore il mosaico della politica, diciamo così, savese. In queste passate settimane abbiamo visto la corsa frenetica dell’assessore Giuseppe Saracino a imporre la sua candidatura a sindaco nel centrodestra ma con risultati molto modesti e quindi privi di chance finale.

SAVA. Amministrative 2022. Se può servire l’esperienza di questo giornale nella campagna elettorale. Io ci sto!

Le ragioni che mi stanno spingendo a candidarmi nella coalizione di opposizione a Dario IAIA

Sarà maggio, molto probabilmente, il mese in cui l’elettorato savese verrà chiamato a rinnovare il Consiglio comunale e da qui deve decidere da chi vuole essere amministrato per i prossimi 5 anni.

SAVA. Quello stuolo di avvocati, ingegneri, architetti, geometri pronti alla corte di Dario IAIA. E questa doveva essere la nuova intelligenza savese?

Nonostante il nostro Comune ha alle sue dipendenze le figure professionali sopra citate, ricorre sempre agli esterni. Aggravando notevolmente il Bilancio comunale

Forse siamo noi a voler vedere, o a provare di vedere, nei ricambi generazionali della politica un nuovo modo di amministrare e di gestire la Cosa pubblica. E magari ci illudiamo, quel tanto che basta, nel voler credere che ci sono volti nuovi che potrebbero svecchiare un modo arcaico di fare.

SAVA (Ta). Psichiatra rinviato a giudizio per violenza sessuale. Venti di querela su questo manifesto

Quando a volte alcune donne non capiscono il loro ruolo nella nostra società

E’ da quasi tre mesi che nel nostro paese ci sono state due donne, operatrici socio-sanitarie, che hanno avuto il coraggio di denunciare il dirigente medico che opera nella stessa struttura in cui lavorano, per violenza sessuale.

SAVA. Attentato alle auto di Dario IAIA. A quelle indagini non abbiamo mai creduto

Con l’ennesima assoluzione degli imputati, ora diventa più chiaro il quadro ma per Viv@voce lo era già 9 anni fa. Se ci avessero ascoltato …

Nonostante è passato quasi un decennio dal quell’ efferato crimine, siamo stati sempre convinti che le indagini della Procura tarantina hanno preso un binario morto. E su questo, in quanto non sono stati consegnati alla giustizia l’autore, o gli autori della criminale azione, siamo alquanto dispiaciuti. Ma il lettore deve sapere, ha diritto di sapere e chi ha il dovere di raccontare i fatti che si sono succeduti immediatamente dopo il fattaccio lo deve fare.

POLITICA E CRIMINALITÀ. Politici e criminali

Come questo abbraccio mortale distrugge la nostra democrazia

Spesso sentiamo dalle pagine dei giornali attentati contro i politici e in questo articolo cerchiamo di capire come avviene questo famigerato accordo che in tante occasioni ha investito le diverse Procure della nostra nazione, anche con arresti eccellenti di politici o amministratori, oltre che di criminali.

SAVA. Amministrative 2022. “Una Strada Diversa” e “Sava in Movimento” rompono il ghiaccio

Ecco la prima coalizione che ufficializza la sua entrata in campo

A poco più di 4 mesi dalla tornata elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale nel panorama politico ecco il primo tassello. Nasce la coalizione che vede protagonisti i due movimenti antagonisti all’amministrazione uscente.

SAVA. La fogna pubblica. Perfetta sconosciuta. Gli ultimi 20anni da raccontare. Le colpe di Aldo Maggi fino all’imbonitore che fa di nome Dario IAIA

Il lettore dedichi 10 minuti del suo tempo per leggere questa importantissima cronistoria che Viv@voce ha seguito in questo ventennio

Fu Aldo Maggi, sindaco savese per diverse legislature, a tuonare sul tema “Fogna pubblica a Sava”. Martellò in continuazione la Regione Puglia per avere questo importantissimo servizio di cui ogni paese si era già dotato da diversi decenni e Sava no. E qui siamo alla fine dello scorso millennio ed esattamente nell’anno 1996.

SAVA. Come rendere un incapace capace di amministrare una comunità grazie all’incapacità di un opposizione che esiste solo sulla carta

I 10 anni di Dario IAIA vissuti tutti in discesa

E così sta andando via questo decennio caratterizzato dal monopolio della nostra Casa comunale da un arrogante che deve le sue fortune, amministrative, esclusivamente grazie a chi aveva il compito di controllare il suo operato amministrativo.