Category Archives: AMBIENTE

TORRE OVO. “Tonnara”

Il Comune di Maruggio, e la proprietà privata, chiudono i varchi di accesso

E’ dal 2010 che attraverso  i miei Esposti cerco di sensibilizzare le autorità pubbliche locali (Comune di Maruggio) e quelle regionali (Autorità varie della Regione Puglia) affinché vengano adottati tutti quei provvedimenti necessari mirati alla salvaguardia e al recupero dei siti archeologici e  del patrimonio storico culturale, presente nel territorio della località balneare, in pericolo costante  sia per i danni provocati dall’uomo (transito di autoveicoli)  che per la progressiva erosione del litorale.

MANDURIA. Si è costituito il ” Coordinamento per la lotta contro lo scarico in mare del depuratore consortile”

Raggruppa  in un movimento unitario un gran numero di associazioni, gruppi spontanei e partiti

L’inizio dei lavori per la realizzazione del depuratore in località Specchiarica, ormai imminente, rende non più differibile una grande  mobilitazione popolare che faccia udire con più forza le ragioni del NO, già da tempo espresse ai più vari livelli. A tal fine il Coordinamento  invita la cittadinanza manduriana a partecipare massicciamente alla grande manifestazione , organizzata insieme al Coordinamento avetranese, che si svolgerà giovedì 26 giugno ad Avetrana,  coinvolgendo Sindaci, amministratori e cittadini di tutti i paesi vicini.

Legambiente a Renzi: ecco le prime 101 opere #sbloccafuturo

Due sono a Taranto

Centouno piccole e medie opere incompiute, utili al territorio e ai cittadini. Con il dossier #sbloccafuturo Legambiente raccoglie e risponde alla sfida lanciata dal premier Renzi ai sindaci d’Italia per individuare procedimenti fermi da anni, per ritardi o inconcludenze di settori diversi della Pubblica Amministrazione. L’associazione ha individuato un primo blocco di 101 cantieri che ancora non hanno visto la luce per responsabilità diverse. Due sono a Taranto: la bonifica del Mar Piccolo e il collegamento ferroviario del porto.

Verdi per la Provincia di Taranto. “Yes we Greens, il 21 giugno lo grideremo forte!”

Il 21 giugno, in occasione del solstizio d’estate, Green Italia e Verdi Europei saranno in molte piazze italiane per raccogliere le firme ad alcune petizioni da proporre al Parlamento Italiano e al premier Renzi



Green Italia e Verdi Europei scendono in piazza per riaffermare la necessità di una svolta ”green” nelle politiche ambientali ed economiche per il nostro Paese. Il vero cambiamento  di cui gli Italiani hanno bisogno consiste in un approccio ecologista al governo del territorio, in grado di assicurare salute per i cittadini e occasioni di sviluppo, per uscire in modo definitivo dalla crisi. Sarà anche un’occasione per incontrare e ringraziare tutti gli elettori e i simpatizzanti che alle ultime elezioni europee hanno mostrato il loro interesse per noi.

MANDURIA. Microconvegno di Legambiente ed Unitre. “Le Malattie Respiratorie”

Comunicato stampa di Legambiente Manduria

Legambiente ed Unitre hanno aderito alla proposta pervenuta da Federanziani di Brindisi ed hanno organizzato un microconvegno che si terrà a Manduria presso la sala consiliare il giorno 26 giugno 2014 alle ore 19.

Greepeace, Legambiente e Wwf su Ilva

Sbloccare subito le risorse sequestrate ai Riva per finanziare il Piano di Risanamento Ambientale, nominare subito il Commissario Ambientale

Il Governo intervenga urgentemente già nel consiglio dei Ministri di domani Siamo molto preoccupati per come il Governo ha affrontato la vicenda dell’Ilva. L’Esecutivo alla scadenza del primo mandato del Commissario Bondi si è preoccupato di nominare un altro Commissario nella persona di Paolo Gnudi, senza tra l’altro fornire spiegazioni, ma non si è preoccupato di nominare il Commissario preposto al Piano di Risanamento Ambientale dato che sono passati oltre 15 giorni dalla scadenza del mandato del prof. Edo Ronchi.

Taranto. ILVA, PROCESSO PER DISASTRO AMBIENTALE

Legambiente si costituisce parte civile

Oggi giovedì 19 giugno all’udienza preliminare del processo ILVA, Legambiente Nazionale e Legambiente Puglia, quest’ultima anche in rappresentanza del Circolo Legambiente di Taranto, tramite i loro legali di fiducia Avv. Eligio Curci e Avv. Ludovica Coda, si costituiranno parte civile – in relazione a tutti i capi d’imputazione contestati dalla Procura – contro gli imputati che nel corso degli anni hanno operato attivamente o non hanno impedito il perpetuarsi di una gravissima situazione di danno ambientale che ha determinato e determina ancora oggi una pesantissima compromissione del territorio, delle risorse naturali e della salute collettiva.

Taranto. “Il sindaco Stefàno ha glissato sulla possibilità della chiusura a caldo dell’ILVA?”

Comunicato stampa del Movimento “Taranto respira”

Stando a quanto pubblicato sul Sole24ore , nella giornata di ieri 17 giugno , ci sarebbe stata una riunione del Sindaco Stefàno con la sua maggioranza, nel corso della quale gli sarebbe stata proposta un’ordinanza di chiusura area a caldo dell’ILVA e, come da copione, sembrerebbe che il nostro Sindaco abbia glissato.

SAVA. Esposto – Parco giochi “Villa Comunale” Piazza Risorgimento

“Normativa Sicurezza D.lgs 21 maggio 2004, n. 172” – UNI EN 1176 – 77

Al Signor Sindaco del Comune di SAVA (TA) avv. Daio IAIA, all’ Assessore ai LL.PP. del Comune di SAVA (TA) dott. Pasquale Calasso, alla Responsabile del Comando di P.M. del Comune di SAVA (TA) dott.ssa Luigina Soloperto, al Comando Stazione Carabinieri di SAVA (TA)

Premesso che, la normativa di cui all’oggetto sancisce che  le norme tecniche di riferimento UNI EN 1176 tra l’altro prevedono che :

Le attrezzature ancorate al terreno devono essere conformi alle norme tecniche di riferimento EN 1176 e sue parti, e devono essere accompagnate da una certificazione di conformità a tali norme rilasciate da un laboratorio competente;

SAVA. Discarica a cielo aperto e con “biglietto da visita!”

“Ingombranti presenze” nel bel mezzo di una strada interpoderale adiacente a dei terreni agricoli coltivati ad uliveto

Anche col solo comportamento individuale, fatto di modesti atti  di elementare educazione  civica e naturalistica si potrebbe contribuire alla conservazione dell’ambiente naturale , ma purtroppo c’è chi continua a mancare di rispetto alla natura ed ai propri concittadini i quali hanno il diritto di fruire del patrimonio naturale non deturpato.

TARANTO. Pinuccio l’operaio. Cartone animato per Taranto

Prodotto da LEGAMJONICI ED ANONIMAFOLK

 

C’è un video che sta riscuotendo un’enorme popolarità e che anche Rai tre ha presentato in una delle sue trasmissioni; si tratta di Pinuccio l’Operaio. Cartone Animato per Taranto.

MARINA DI TORRICELLA. Località balneari “Trullo di mare” e “Palmintello”. Degrado ambientale e grave situazione igienico-sanitaria

Al Signor Sindaco del Comune di Torricella (TA) – All’Assessore all’Ambiente Ecologia del Comune di Torricella – Al Comando di Polizia Municipale del Comune di Torricella (TA) – All’Azienda Unità Sanitaria Locale Dipartimento di Prevenzione Igiene e Sanità Pubblica U.O. di Manduria (TA)

In un tratto della litoranea salentina, e in prossimità della “Pizzeria discoteca al Trullo” comprendente le località balneari di “Trullo di Mare e Palmintello” da diversi giorni ormai a causa del mancato svuotamento dei cassonetti dei rifiuti è venuta a determinarsi una grave situazione igienico sanitaria e di pericolo per la sicurezza e l’incolumità pubblica che sta generando non poca preoccupazione tra i villeggianti e i proprietari delle residenze estive. Circa venti cassonetti dislocati in aree diverse (alcuni dei quali capovolti), sprovvisti di copertura e straripanti di quintali di avanzi alimentari posti sotto i raggi del sole e accumulati alla rinfusa anche ai bordi della carreggiata, sono diventati punto di riferimento per cani randagi, ratti, topi, sciami di mosche, api e insetti di varia natura.

TARANTO. Legambiente: “Raccolta differenziata. A Taranto solo l’11,35%”

In Puglia è sopra il 25%

Ecco i dati percentuali della Raccolta Differenziata in Puglia nel 2014, pubblicati sul portale della Regione Puglia: Gennaio, 24.71%. , Febbraio, 25.21%. , Marzo, 26.66%. , Aprile, 26.59%. Cifre ancora insoddisfacenti (con molti comuni che non hanno ancora trasmesso i dati  di marzo e di aprile) che testimoniano di una crescita  lenta.

PIERO GNUDI ED IL MINISTRO FEDERICA GUIDI

In questo momento, il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, sembra avere molta voce in capitolo lì al governo

Dopo le sue esternazioni sulla necessità di dare il via alle trivellazioni nell’Italia Meridionale, segnala ed ottiene, il conferimento di  Piero Gnudi  all’incarico di Commissario Straordinario dell’Ilva al posto di Bondi. Da sempre, infatti, il potente commercialista di Bologna Gnudi è stato amico di Guidalberto Guidi, padre di Federica, sia  per i vari rapporti di consulenza finanziaria che avevano nei confronti delle più importanti aziende e sia per i vari incarichi in Confindustria.

TARANTO. Ilva, Piero Gnudi nuovo commissario

Legambiente: “Pessimo segnale sul reale risanamento del siderurgico di Taranto”

“La decisione di sostituire i vertici della struttura commissariale dell’Ilva è davvero un pessimo segnaleda parte del governo Renzi sull’auspicato risanamento ambientale del polo siderurgico tarantino. Questo atto dell’esecutivo fa ulteriormente aumentare la già forte preoccupazione per la vicenda Ilva e il destino della città di Taranto”. È questo il commento di Stefano Ciafani, vicepresidente nazionale di Legambiente, sulla nomina di Piero Gnudi come nuovo commissariodell’azienda di proprietà della famiglia Riva.

Allarme rifiuti velenosi

500 tonnellate di mercurio altamente tossico forse riciclate illegalmente in Svizzera. Lo Sportello dei diritti: si indaghi pure in Italia

Il Ministero pubblico di Bochum (D) sta svolgendo delle indagini riguardo alla consegna forse illegale di circa 500 tonnellate di mercurio e rifiuti contenenti mercurio ad un’azienda svizzera che opera nel settore del riciclaggio. A questo proposito il Ministero pubblico di Berna, ha affermato di aver svolto un’inchiesta su rogatoria proveniente da Bochum all’interno dell’azienda Batrec di Wimmis (BE). . Lo ha riferito oggi sulla pagina internet la testata svizzero tedesca “Beobachter”.Si tratterebbe però di rifiuti contenenti mercurio e non di mercurio puro.

SAVA. Ma la salute dei cittadini che valore ha per l’amministrazione IAIA?

E’ da ridere o da … piangere?

Con uno striminzito Comunicato di due righe postato il 4 c.m. sul Sito del Comune di Sava, la cittadinanza viene avvertita che tra la stessa notte del 4 (data anche della pubblicazione del comunicato) e il 5 giugno 2014 “verrà effettuato un intervento di disinfestazione mosche e zanzare su tutto il territorio di Sava, con inizio alle ore 2,00” .

TARANTO. Gli studenti del Ferraris battezzano un delfino

L’uscita in mare rientrava nell’ambito del progetto multidisciplinare “Kētos & Taras”

Battezzare un delfino non è cosa che capita tutti giorni a uno studente, eppure è quello che è capitato agli alunni dell’IISS Liceo “ Ferraris” sabato scorso – 31 maggio – quando, durante una uscita in mare a bordo del Catamarano Taras, hanno avvistato un gruppo di Tursiopi. Elaborate le schede di avvistamento dei cetacei avvistati e fotografati per la fotoidentificazione, gli studenti hanno deciso di dare a uno dei Tursiopi il nome “Etra”, la moglie di Falanto, mitico fondatore di Taranto.

TORRE OVO (marina di Torricella). Pedana in legno per “diversamente abili” con fine corsa nel vuoto

Zona “Villette”

L’ abbattimento delle  “barriere architettoniche” nelle città oltre a consentire  ai diversamente abili di potersi muovere più agevolmente (e anche autonomamente) nel disbrigo delle varie incombenze quotidiane, contribuiscono anche in maniera determinante a chi è colpito da un  handicap ad accedere in luoghi di villeggiatura.

SAN MARZANO (Ta). Dibattito pubblico su “Territorio, discariche e salute”

L’incontro è fissato per il 15 giugno alle 19.30, in Piazza del Milite Ignoto ed è stato organizzato dai gruppi “Sud in movimento”, “Rinascita civica di Grottaglie”, “Idea comune per San Marzano”“Attiva Lizzano insieme”

Alla luce delle nuove richieste fatte da Ecolevante per quel che riguarda il trattamento del percolato e di un ampliamento, i gruppi e movimenti sopra citati vista la tematica trattata, la quale coinvolge oramai tutti, vorrebbero anche l’adesione e la partecipazione di altri movimenti.