Category Archives: AMBIENTE

Sava. L’ISOLA ECOLOGICA? COME LA TELA DI “PENELOPE”: SI TESSE DI GIORNO E SI DISFA DI NOTTE!

Ecco cosa dice la delibera della Giunta Comunale n. 204 del 26.09.2014 pubblicata all’Albo Pretorio del Comune in data 9 ottobre 2014

“ La giunta DELIBERA di prendere atto della nota di opposizione pervenuta in data 29 agosto 2014 al n. 20594 di prot., sottoscritta da parte di vari cittadini, in merito all’individuazione del sito interessato dalla realizzata isola ecologica e individua il NUOVO SITO OVE REALIZZARE l’ ISOLA ECOLOGICA nell’area di proprietà comunale in catasto al fg. 12, p-lla 77, denominato MACELLO COMUNALE. Ubicato sulla S.P. Sava – San Marzano” (punto 1 – 2 della delibera)

TARANTO. Comunicazione al sindaco Ippazio Stefano su Tempa Rossa

Nota stampa di Angelo Bonelli, Consigliere  comunale dei Verdi per Taranto Respira

Invio per opportuna conoscenza copia della comunicazione spedita oggi al Sindaco di Taranto Stefano sulla mancata applicazione del DM 9 maggio 2001 relativa alla direttiva Seveso. L’applicazione è un obbligo di legge a cui doveva essere data attuazione da circa 12 anni.  Se il Sindaco non darà applicazione a questa norma di legge obbligatoria il progetto Tempa Rossa sarà realizzato.

TARANTO. Solidarietà dei Verdi ai parenti delle vittime e ai cittadini tutti di Casal Monferrato

I Verdi della Provincia di Taranto manifestano la loro solidarietà ai parenti delle vittime e ai cittadini tutti di Casal Monferrato, dopo la scandalosa sentenza della Cassazione sul disastro Eternit

Ieri, 21 novembre 2014 alle 10 e 30, a Taranto, di fronte all’ingresso dell’aula del tribunale dove si stava svolgendo il processo per l’Ilva, i Verdi insieme col movimento civico “Taranto Respira”, hanno manifestato con un minuto di silenzio, esibendo alcune copie della Costituzione Italiana listate a lutto.

Attiva Lizzano: incontro in aula Consiliare sui problemi relativi alla raccolta differenziata /2

La seconda parte della serata, viene introdotta dalla visione di un filmato che riporta, in maniera evidente, il degrado ambientale che nasce dal comportamento sbagliato che il cittadino assume

Il discorso, introdotto da Valerio Chionna, prende come riferimento la datazione in cui è stata “proclamata” la raccolta differenziata a Lizzano: 1 ottobre 2010. Un’operazione, definita “kamikaze”, che prevedeva il passaggio dai “bidoni della spazzatura” ad una effettiva raccolta porta a porta. Una decisione, risolutiva, quella di pensare ad un periodo di formazione che, in un primo anno, ha permesso di raggiungere una percentuale pari al 35%. Da questa prima statistica, indubbiamente, si auspicava ad un’ascesa che, in realtà, non vi è stata, ridimensionando le statistiche ad una media, pressappoco, stazionaria.

Attiva Lizzano: incontro in aula Consiliare sui problemi relativi alla raccolta differenziata /1

Il cittadino: colui che si confronta, promuove, pone domande e si attiva, quotidianamente, per il cambiamento e il miglioramento del proprio paese

Sì è svolto il 20 novembre c.a., presso l’aula consiliare di Lizzano, il convegno tra i commercianti, gli artigiani e gli amministratori, per argomentare in merito alle questioni relative alla raccolta differenziata, ormai presente da quattro anni nel comune della provincia jonica. Un incontro che non vuole solo elencare le motivazioni per le quali, il servizio di raccolta, seppur attivo, riscontri scarsi risultati; ma, vuole fungere da intermediario tra i cittadini e l’Amministrazione Comunale. Dunque, un canale di dialogo che si sta cercando di aprire, in maniera tale da far presenziare, in prima persona, al confronto, alla sensibilizzazione attraverso nuove proposte, lo stesso cittadino. Una tappa cruciale che sottolinea, non solo la pazienza, la disponibilità e la volontà di attivare sinergie di miglioramento, ma che disegna la strada da intraprendere, seguendo il principio delle “3 R” (Riduzione, Riuso e Riciclo, alle quali se ne aggiunge una quarta: Risparmio), attivando e coinvolgendo, grazie ad un’adeguata informazione, gli amministratori e gli amministrati.

Taranto. SAN VITO E DIFFERENZIATA PORTA A PORTA

Ma era necessario eliminare i cassonetti generici in strada?

La Domenica mattina è consuetudine, per molti tarantini, passeggiare in riva al mare, fare jogging o girare in bicicletta con i propri figli, soprattutto nei pressi di litorali rinomati come Viale del Tramonto a S.Vito, quartiere residenziale di Taranto.

Ambiente. Attivisti di Greenpeace speronati in mare dalla Marina spagnola

Ferito un italiano

Un attivista italiano di 23 anni è rimasto ferito dopo che un gommone di Greenpeace sul quale era a bordo, è stata speronato dalla marina spagnola, al largo delle coste delle isole Canarie.

MANDURIA. “Non c’erano margini nella trattativa tra i sindaci di Manduria e di Avetrana con l’AQP”

Nota stampa dei Verdi messapici

Con profondissima amarezza i Verdi di Manduria devono constatare di averci visto giusto nel ritenere che non vi fossero margini per una trattativa con la Regione  e l’A.Q.P., finalizzata ad una modifica del recapito finale previsto per il depuratore consortile di Manduria e Sava.

TARANTO. “Lettera aperta al Procuratore di Taranto, dott. Franco Sebastio”

 Nota stampa del Fondo Antidiossina Taranto (onlus)

Ill.mo dott. Francesco Sebastio, Procuratore di Taranto, ogni notte possiamo rilevare e fotografare che nelle aree poste sotto sequestro dell’Ilva di Taranto (dal luglio 2012) continuano ad essere emesse in atmosfera polveri e fumi in grandissima quantità che investono anche i quartieri cittadini.  Lei, una volta, mi riferì personalmente che le capita di venire a sapere delle nostre azioni e dei nostri intenti, riportati e diffusi sui social network, grazie ai suoi figli che le riferiscono e che la aggiornano.

Legambiente. TEMPA ROSSA: MANCA LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA SANITARIA

IL SINDACO CHIEDA IL RIESAME DELL’AIA 2011

La variante urbanistica del PRG del porto approvata dal consiglio comunale era un atto necessario ma, da solo, potrebbe essere insufficiente per bloccare la realizzazione di “Tempa Rossa”, in considerazione dello stato delle autorizzazioni ottenute dal progetto e del contenuto del decreto “sblocca Italia” con cui il Governo tenta di imporre d’imperio, e spesso contro la volontà delle popolazioni interessate, le scelte in materia energetica;  “Tempa Rossa” è infatti inserita tra le opere a “priorità di carattere nazionale e pubblica utilità” nonché “indifferibili ed urgenti”.

ILVA. I Verdi presentano un Decreto “pronto all’uso” per l’economia della vita

BONELLI: “VISTO CHE I GOVERNI SONO STATI COSI’ RAPIDI NEL PRESENTARE DECRETI SALVA-ILVA ABBIAMO DECISO DI PROPORRE UN FECRETO SALVA-TATANTO PRONTO ALL’USO CHE PUO’ ESSERE ADOTTATO IN POCHI GIORNI”

“Un provvedimento per disciplinare in ragione della grave situazione ambientale, sanitaria e sociale, la procedura per l’applicazione del danno ambientale, l’avvio della messa in sicurezza e delle bonifiche nel sito di Taranto nonché il rilancio delle attività economiche e occupazionali”.

TARANTO. Bonelli: “Presentazione del decreto Salva Taranto”

Oggi, Venerdì 14 novembre ore 15, nella Libreria Ubik  via F.Di Palma 69

La città di Taranto ha bisogno di un’urgente svolta che ponga fine al disastro ambientale,al dramma sanitario e dia certezze economiche e lavorative a partire anche dai  lavoratori Ilva. Ma la strategia del commissario di governo Ilva e del governo stesso sta portando la città di Taranto verso un precipizio.

LEGAMBIENTE. Dopo oltre 200 giorni è pubblico lo studio di ARPA Puglia sul Mar Piccolo . Ora si parta con la bonifica

Ci sono voluti più di 200 giorni e mail, telefonate e solleciti

Grazie anche alla nostra ostinazione oggi, finalmente,lo studio di ARPA Puglia sullo stato ambientale del Mar Piccolo è  pubblico e  non giace più in un cassetto.

“PORTA A PORTA” TALSANO, OGGI PARTE LA DISTRIBUZIONE DEI KIT

Inizierà oggi, 10 novembre, la fase preliminare all’avvio della raccolta differenziata “porta a porta” nell’abitato di Talsano

Da lunedì alle 8:30, i cittadini del quartiere potranno ritirare il kit necessario per la raccolta in tre punti di distribuzione, collocati in altrettanti plessi scolastici: “Foscolo” (via Filippo Brunelleschi), “Mazzaraso” (via Benvenuto Cellini) e “Sciascia” (via Arturo Martini). Il personale dell’Amiu SpA sarà a disposizione degli utenti fino all’avvio del servizio, previsto per dicembre quando scompariranno dal quartiere anche i contenitori per la raccolta stradale dei rifiuti.

SAN PIETRO IN BEVAGNA (Marina di Manduria). IL PONTE PERICOLANTE E L’IMPIANTO “ECOMOSTRO SUL CHIDRO”

E’ mai possibile che per ottenere dei risultati si debba ricorrere sempre all’ Autorità Giudiziaria?

Cosa che nei prossimi giorni sarò costretto a fare considerata la totale indifferenza sin’ora dimostrata da parte di coloro che da tempo ormai sarebbero dovuti intervenire (e non lo hanno fatto) per  rimuovere le  tanti potenziali situazioni di pericolo presenti all’interno e all’esterno dell’area di proprietà dell’ Arneo, adiacente al Fiume Chidro” facente parte di un sistema ad alta valenza naturalistica in quanto “Sito di Importanza Comunitaria” facente parte delle Riserve Naturali R.O. del Litorale Tarantino Orientale.

TARANTO. Bonelli: “L’ASSURDA STORIA DEL COMMISSARIO PER LE BONIFICHE DI TARANTO. ESEMPIO DI UNO STATO IMMOBILE NEI CONFRONTI DELL’EMERGENZA AMBIENTALE”

Nota stampa

Il 7 agosto 2012 con decreto legge, approvato due settimane dopo il sequestro degli impianti dell’Ilva a Taranto, il governo stanzia 119 milioni d’euro per realizzare le bonifiche esterne all’Ilva istituendo la figura del commissario straordinario per l’attuazione delle bonifiche.

Sentenza Consiglio di Stato su discarica “Italcave”

Legambiente: “Si sancisce finalmente che i rifiuti urbani di altre regioni non possono finire nelle discariche per rifiuti speciali”

 

Nei giorni scorsi il Consiglio di Stato si è pronunciato sul ricorso presentato dall’Italcave avverso una diffida della Regione Puglia del lontano 2011. Diffida con cui si imponeva una sospensione del conferimento in questa discarica, regolato da un protocollo di intesa tra le due regioni (45 mila ton.), dei rifiuti provenienti dalla Campania per far fronte all’emergenza in corso in questa regione. NOE e Polizia provinciale avevano denunciato come le operazioni di trasporto e conferimento dei rifiuti non fossero rispettose delle severe norme imposte dallo stesso accordo.

ILVA. Bonelli: “Da Unione Europea dure accuse a Stato italiano con notizie di reato”

“Usati soldi pubblici per fare bonifiche che devono essere a carcio di chi ha inquinato. Esposto alla Corte dei Conti”

“La lettera della direzione generale concorrenza dell’UE recapitata al governo italiano il 1 novembre scorso, che chiede chiarimenti allo stato italiano sugli aiuti di Stato alla società Ilva spa, contiene informazioni che sono notizie di reato e confermano la validità dell’esposto presentato dai Verdi alla procura della Repubblica di Taranto il 28 ottobre scorso.

RIGENERAZIONE TERRITORIALE INTEGRATA: PROTAGONISTI I COMUNI DI MARUGGIO E TORRICELLA‏

C’è un protocollo d’intesa per lo studio di un progetto pilota finalizzato alla rigenerazione territoriale integrata di un tratto di costa jonica, che riguarda nello specifico i comuni di Maruggio (con l’annessa frazione di Campomarino) e Torricella

Si guarda all’elaborazione di veri e propri progetti che possano rinaturalizzare i territori e valorizzarne i beni culturali, in linea con i piani urbanistici in vigore. Ulteriori dettagli saranno illustrati nel corso di una full immersion in programma per il prossimo 6 novembre.

SAVA. Appena iniziata la “costruzione” dell’isola ecologica e subito si blocca!

Come aveva previsto il nostro giornale: cambiata la destinazione dell’importantissimo servizio

Progettata la costruzione della nuova isola ecologica, ottenuto il finanziamento dalla Regione, appaltato il servizio, iniziati i lavori e poi stop! E’ successo questo in Via Capitano Schifone, nell’area antistante il Palazzetto dello sport, area che doveva essere un vitale punto di riferimento per la tanto agognata isola ecologica savese.