GROTTAGLIE. Presentazione ufficiale di “Passerella Mediterranea 2022”

‘Donne Non Pupe’: al via la manifestazione che celebra artigianalità e territorio.   Due convegni e una sfilata di moda per parlare di turismo, women empowerment e talento pugliese



Passerella Mediterranea 2022 – Donne non Pupe, questo il nome del progetto che è stato presentato presso il comune di Grottaglie e che animerà il centro storico nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 settembre.

Convegni, turismo, moda e tendenze: non uno ma tanti ‘linguaggi’ per portare, un unico messaggio: quello di un territorio non solo testimone ma assoluto protagonista di un racconto di bellezza paesaggistica, di successo imprenditoriale, di contaminazioni e sfide.

Si tratta di una serie di eventi che, partendo da Grottaglie, interesserà diversi territori e che giunge quest’anno alla settima edizione, sempre con lo stesso spirito: celebrare il talento, promuovere la vocazione artigiana, perfezionare un binomio – quello tra arte sartoriale ed arte ceramica – che rappresenta autentico volàno per l’economia locale.

“Quello che vogliamo narrare è innanzitutto un racconto di passione – ha detto, durante i lavori, l’ideatore della manifestazione Damiano Comes-la passione di chi fa il proprio lavoro con dedizione. Ma è anche una storia di un territorio capace di cogliere, per mezzo dei suoi attori, la sfida all’internazionalizzazione”.
La coordinatrice del progetto Enrica Manelli ha ricordato come l’evento sarà una incredibile occasione di rilancio della Puglia anche grazie alla presenza di wedding planner e giornalisti nazionali e internazionali che hanno già confermato la loro presenza.

Carmela Comes, direttrice creativa del brand Carmela Comes Bride, ha spiegato che i suoi abiti da sposa racconteranno una donna determinata, libera e felice di esprimere la propria personalità.

Presenti alla conferenza anche il vicesindaco Vincenzo Quaranta e l’assessore Antonio Vinci, che si sono detti entusiasti per un’iniziativa che si trasformerà in una ‘cassa di risonanza’ per il territorio.

Ha ribadito il forte sostegno all’iniziativa, infine, il Commissario straordinario della CCIA di Taranto, Gianfranco Chiarelli, “soprattutto alla luce del grande coinvolgimento delle attività produttive che l’evento prevede”.

Marta Mugoni responsabile marketing dell’IIF, l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano, nella cui prestigiosa sede l’evento terminerà a novembre prossimo, ha reso noto che le foto scattate dalle allieve dell’istituto in occasione di Passerella Mediterranea prenderanno parte al Vogue Photo Festival.

IL PROGRAMMA: Il convegno di sabato mattina, che avrà luogo presso la Camera di Commercio di Taranto, sul tema wedding tourism e artigianato artistico aprirà ufficialmente la due giorni di eventi. L’incontro è stato pensato per dare spazio al dialogo e al confronto sulle opportunità di promozione del territorio. Una testimonianza diretta sarà fornita dall’intervento del noto ceramista locale Gaetano Fasano.
Decisamente diverso il tema del secondo salotto tematico, quello di domenica mattina, dal titolo ‘Donne non Pupe’, organizzato per affrontare un tema delicato e attualissimo: rappresentanti delle Istituzioni ed esperti converseranno, nella bellissima ambientazione del castello Episcopio, su argomenti di attualità come la violenza di genere, il women empowerment, il talento e il valore declinati al femminile.

L’incontro mattutino del 25 rappresenterà anche una sorta di preview per l’appuntamento glamour che concluderà la due giorni di eventi: quello di domenica sera, con il défilé di alta moda sposa dell’atelier Carmela Comes Bride. La piazza antistante la cattedrale si trasformerà, per una sera, in una passerella per la presentazione della collezione sposa 2023: pizzi, ricami e tulle lavorati a mano nel laboratorio sartoriale che ha sede nel cuore di Grottaglie saranno protagonisti della serata e racconteranno anch’essi una storia di impresa al femminile, di talento, passione e laboriosità tutta pugliese.

 

Lascia un commento