Taranto. VALENTINA PETRINI PRESENTA ALLO YACHTING CLUB IL SUO LIBRO INCHIESTA SULL’EX ILVA

Interessante appuntamento, giovedì 18 agosto (ore 21:00), allo Yachting Club nell’ambito della rassegna culturale “L’Angolo della Conversazione”

Si parlerà di ambiente, argomento di stretta attualità a Taranto, con un volto noto a livello nazionale, la giornalista d’inchiesta Valentina Petrini, di origini tarantine ma trapiantata a Roma dall’età di 19 anni.

Nel corso della carriera ha maturato tante esperienze, soprattutto televisive, facendo parte della squadra di numerosi programmi come “Malpelo”, “Exit”e “Piazzapulita” oltre a condurre “Nemo, nessuno escluso” e “Fake -la fabbrica delle notizie”. La Petrini è anche tra le figure di spicco dell’Uno Maggio tarantino.
Allo Yachting presenterà il suo ultimo libro  “Il cielo oltre le polveri.

Storie, tragedie e menzogne sull’Ilva” (Solferino editore) che pochi giorni fa le ha permesso di aggiudicarsi  l’XI edizione del prestigioso Premio Letterario Caccuri per la sezione saggistica. Un libro necessario, intenso e vivo, dopo il quale non sarà più possibile dire “non sapevo”. È un mix perfetto di inchiesta e riflessioni, capace di spiegare una storia troppo complessa. L’Ilva è l’unica prospettiva di lavoro e quindi di vita. È un mostro sorpassato dai tempi. È una grande impresa italiana. È uno scandalo nazionale.

Fin dalla fondazione un’azienda considerata strategica per il nostro Paese, un’industria siderurgica con alle spalle quasi settant’anni di storia. Ma che ha visto tragedie come quella di Francesco Zaccaria, finito in mare con la cabina della sua gru; e quella di Alessandro Morricella, ucciso da una colata incandescente; e molte altre.

Periodicamente, singoli eventi emergono nella cronaca: contaminazione ambientale, malattie, vittime sul lavoro. Ma dietro le notizie e le vicissitudini giudiziarie si staglia, più vasta e apparentemente senza fine, la maledizione di un’intera città, Taranto, bella, avvelenata e impaurita, Taranto che si chiude in casa nei “Wind Days”.

Come cambiare il corso di questa storia? Valentina Petrini, cresciuta proprio a Taranto, in un quartiere operaio a ridosso dello stabilimento, torna sui luoghi della sua infanzia per fare i conti con il grande racconto nero dell’Ilva. Lo compone con sensibilità e con forza, parlando con testimoni e parenti delle vittime, interpellando professionisti e istituzioni, seguendo i dibattimenti in aula, interrogando il suo stesso passato.

Con l’autrice dialogherà il direttore di Cosmopolismedia, Vincenzo Carriero.

Ingresso gratuito con prenotazione attraverso il circuito Eventbrite o l’Infoline Yachting Club 3356386685.

Lascia un commento