Il Progetto Due Mari approda a Grottaglie

La digitalizzazione come leva di sviluppo per il settore culturale e turistico 

Favorire la cooperazione tra le aree del basso Adriatico e promuovere uno sviluppo turistico sostenibile e destagionalizzato attraverso strumenti innovativi è l’obiettivo del Progetto Due Mari – Next Generation Tourism Development, finanziato dal Programma Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro di cui Regione Puglia – Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio – e Innova Puglia sono promotori, insieme a partner molisani, albanesi e montenegrini.

In Puglia il progetto si è reso possibile grazie alla forte sinergia tra il Dipartimento e Innova Puglia, la società in house per lo sviluppo dell’ICT della Regione, che hanno lavorato in tandem alla progettazione di un’innovativa piattaforma digitale che consentirà ai visitatori la fruizione, attraverso Virtual Tour 360, di beni culturali e naturali dei Paesi coinvolti nel progetto. 

In particolare, Innova Puglia ha creato una nuova struttura tecnologica in grado di accogliere ed organizzare in itinerari tematici virtuali, dei Virtual Tour immersivi che condurranno alla scoperta della Puglia, disegnata dai 150 punti pilota che il Dipartimento ha individuato secondo un’attenta metodologia e a seguito di una capillare mappatura del territorio. 

Nelle fasi successive del progetto, la lista dei beni rappresentativi della regione continuerà a crescere e a mettere insieme beni di carattere architettonico, culturale e naturalistico che includano, dal Gargano al Salento, sulle coste e nelle aree interne, non solo beni simbolo della Puglia e siti UNESCO ma anche piccoli borghi e realtà minori meno note, lontane dai grandi flussi turistici. 

I Virtual Tour 360 si configureranno quindi come uno strumento di promozione territoriale che Regione Puglia utilizzerà sui propri canali istituzionali e metterà a disposizione di operatori pubblici e privati, per rendere sempre più visibile e attrattivo il patrimonio regionale, 365 giorni l’anno. 

Grottaglie è coinvolta nel progetto con alcuni dei suoi luoghi più caratteristici: la Chiesa Madre, ultimo esempio di romanico in Pugliacon il suo organo rinascimentale ed il Cappellone barocco di San Ciro, insieme al Museo della Ceramica ed il Quartiere delle Ceramiche, cuore pulsante del comparto artigianale che caratterizza la città e custode delle tecniche di lavorazione della ceramica artistica e tradizionale. 

Quelli offerti dal Progetto Due Mari sono strumenti nuovi che ci consentiranno di rafforzare il concetto di “esperienza” e di creare un rapporto più solido tra viaggiatori e destinazione. Si tratta di una grande opportunità che Grottaglie sta cogliendo anche grazie alle politiche attive della Regione Puglia, con la quale si dialoga costantemente in un’ottica sempre più globale. 

Lascia un commento