FRANCAVILLA FONTANA (Br). Incontro tra Rete Imprese Villa Franca e l’Amministrazione per lo sblocco dell’area PIP e la creazione di almeno 400 posti di lavoro nel Comune francavillese

Il giorno 10/01/2022 presso la sala consiliare del castello di Francavilla Fontana si è tenuto un incontro tra l’Amministrazione Comunale, il Consigliere regionale prof. Maurizio Bruno, il Consigliere provinciale prof. Mimmo Tardio e una rappresentanza degli imprenditori associati a Rete Imprese Villa Franca

Tra questi sono intervenuti i membri del comitato di gestione – ovvero, il presidente dr. Francesco Fullone, il vicepresidente manager Vincenzo Di Castri, il segretario dr. Alessandro Arnesano, l’ing. Angelo Cozzi e l’avv. Pietro Maria Ammaturo – ed il consulente tecnico ing. Annalisa Formosi.

L’incontro, richiesto dalla rete, ha avuto come tema lo sblocco della zona PIP al fine di definire a breve un cronoprogramma, come sottolineato anche dal consigliere regionale Bruno, che scandisca temporalmente le azioni da realizzare nei prossimi mesi.

L’assessore all’urbanistica avv. Nicola Lonoce, di concerto con il sindaco avv. Antonello Denuzzo e con il supporto tecnico del dirigente del settore urbanistica ing. Leonardo Scatigna, ha specificato che sussiste la volontà politica per l’adozione definitiva della variante normativa in Consiglio Comunale entro il prossimo aprile.

In tal modo saranno finalmente possibili gli insediamenti delle attività commerciali e dei servizi, oltre a quelle industriali e artigianali già previste dalle interpretazioni restrittive della norma.

Dopo aprile sarà cura dell’Amministrazione trovare il modo di superare le altre criticità cristallizzate nel tempo che riguardano le modalità di esproprio, le difficoltà relative alla viabilità e alla creazione di nuove strade.

Il vicepresidente della rete Di Castri, soddisfatto delle risposte ricevute, ha così commentato: “Tra le aziende aderenti a Rete Imprese Villa Franca ce ne sono 24 intenzionate ad insediarsi nell’area PIP di Francavilla. Al momento, però, non vi è questa possibilità per mancanza di lotti e strade. Per questo motivo, dopo l’adozione della variante normativa ad aprile, occorrerà lavorare su una variante sostanziale che permetta la creazione di nuove attività imprenditoriali e l’assunzione di almeno 400 posti di lavoro.”

A conclusione dell’incontro anche il presidente Fullone ha espresso sentimenti di fiducia e contentezza rispetto alle rassicurazioni espresse dall’Amministrazione, consapevole che sarebbe un vero peccato non riuscire a cogliere le possibilità di questo particolare periodo storico e territorio, riferendosi sostanzialmente ai vantaggi del PNRR e della ZES Jonica, all’interno della quale ricade l’area PIP francavillese.

Lascia un commento