Bonifiche Taranto. Pd: “A breve emendamento Boccia-Lacarra-Pagano”

Nota stampa della Federazione provinciale Pd Taranto

Una presenza convinta quella del Partito Democratico ieri a Taranto, dapprima sotto la sede della Prefettura, accanto all’Usb che ha organizzato il presidio e alle altre forze politiche intervenute, poi attorno al tavolo per rappresentare le ragioni del dissenso.

Una delegazione del partito, costituita da Marco Lacarra, deputato e segretario regionale Pd, da Enzo Di Gregorio, Consigliere regionale e da Rinaldo Melucci, candidato sindaco del centrosinistra, ha preso parte all’incontro in Prefettura, preannunciando la prossima presentazione di un emendamento a firma degli onorevoli Francesco Boccia, Marco Lacarra e Ubaldo Pagano, al fine di abrogare quanto previsto dall’art 21 del decreto milleproroghe, e quindi la decisione di distrarre 575 milioni di euro, inizialmente indirizzati alle bonifiche, ora destinati a opere industriali di diverso genere da realizzare all’interno dell’acciaieria.

L’obiettivo è quindi quello di ripristinare le risorse perché si proceda sul percorso precedentemente tracciato, dando assoluta priorità ai lavori che da un lato consentiranno di restituire dignità al territorio, e dall’altro permetteranno ai lavoratori ex Ilva in Amministrazione Straordinaria di tornare a lavoro, dopo oltre tre anni di cassa integrazione.

Una posizione ampiamente condivisa dal commissario provinciale Nicola Oddati che ha sin da subito chiarito la propria idea in merito.

Di fronte a chi prova a strumentalizzare una questione politica così seria e di vitale importanza, rispondiamo sorridendo, e scegliamo senza dubbio di continuare a lavorare per il territorio.

Lascia un commento