Manduria. OMAGGIO A BAUDELAIRE PER GLI STUDENTI DEL LICEO SANCTIS GALILEI

Connubio vincente tra arte e letteratura In occasione della ricorrenza del bicentenario della nascita (1821-2021) di Charles Baudelaire

Il Liceo “De Sanctis-Galilei” ha ospitato nel Teatro De Sanctis un seminario dal titolo “Baudelaire…ou la modernité dans l’Art”, destinato alle classi quinte dell’indirizzo linguistico. Il palinsesto dell’evento, guidato dalla docente moderatrice, prof.ssa Angela Falcone, insegnante di Lingua e Letteratura Francese, ha preso avvio dall’intervento dell’ospite d’onore dell’incontro culturale: il Prof. Andrea Calì, docente presso l’Università del Salento e Presidente dell’Alliance Française di Lecce, con la sua lectio magistralis ha approfondito la figura de “le poète maudit”, attraverso l’analisi della lirica “Un hémisphère dans une chevelure”, uno fra i brani più noti tratti da “Le Spleen de Paris”, raccolta di poesie in prosa che si rifà ai temi della più celebre opera dell’autore, “Les Fleurs du Mal”.

 È seguito poi il contributo della Prof.ssa Giuseppina Di Napoli, docente di Storia dell’Arte dell’Istituto manduriano, che ha reinterpretato l’arte del poeta francese attraverso un confronto parallelo con la pittura di Paul Gaugin e, in particolare, con l’esame del quadro “Le donne tahitiane di Gaugin”, che ha offerto un’attenta riflessione sulla figura della donna straniera nell’arte occidentale.

Protagoniste indiscusse del seminario sono state, infatti, proprio le donne, creature attraverso cui Baudelaire ha sperimentato l’accesso al modo del sogno, del ricordo e ad un universo altro, un “ailleurs”, che gli ha permesso di superare lo “Spleen” e di accedere all’ “Idéal”.

Fra queste ultime si è, in particolare, puntata l’attenzione su Jeanne Duval, attrice mulatta, “Venus Noire”, che per più di vent’anni è stata musa, e amante, di Baudelaire, e le donne dipinte, e fra loro anche quelle amate, da Gaugin durante il suo soggiorno a Thaiti.

Non sono mancati, inoltre, momenti riservati al protagonismo degli studenti, che si sono cimentati prima nella declamazione diretta dei versi del poeta del Simbolismo francese e, nella parte finale, nella coinvolgente esecuzione musicale del brano “Élévation”.

Importante il supporto offerto dalle altre docenti di lingua francese, prof.sse Irma D’Auria, Tiziana Nesca, dalla docente di conversazione francese, Thia Roselyne, e dalla docente referente dell’Alliance Française, Méri Valente. L’evento formativo rientra tra le attività di riflessione e ricerca implementate nel Liceo dal dirigente scolastico, prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie, per gli studenti dell’indirizzo linguistico, al fine di sviluppare le competenze comunicative basata sui saperi e i saper fare linguistici, ma soprattutto favorire l’apertura alla cultura dell’altro attraverso l’approfondimento della civiltà francese, nelle sue manifestazioni letterarie ed artistiche, per formare un lettore autonomo, in grado di porre in relazione la letteratura francese con quella degli altri Paesi le cui lingue sono oggetto del percorso formativo dello studente, in una prospettiva europea e internazionale.

Valentina Attansio e Chiara Passaseo 5AL

Lascia un commento