TORRICELLA. Amministrative 2021. “Gli errori del passato ci hanno ricompattato. Torricella e le sue marine hanno bisogno di un volto nuovo”

Intervista a  Francesco Turco, candidato sindaco della coalizione  “Uniti per Torricella” 

Ogni competizione elettorale non è mai uguale all’altra …

Sicuramente ogni campagna elettorale ha la sua storia noi abbiamo puntato innanzi tutto alla divulgazione del nostro programma amministrativo non ci siamo lasciati distogliere dai fronzoli e dagli attacchi. Tutti i candidati Consiglieri hanno voluto prendere la parola in Piazza nei comizi per parlare del loro impegno per la comunità.

Andando al ritroso, ed esattamente a 5 anni fa, il centrodestra si presentò all’elettorato con due coalizioni. Da cosa fu dettata questa scelta?

5 Anni fa ci furono delle incomprensioni che fino all’ultimo non si appianarono, indubbiamente fu un errore, i cittadini non capirono la scelta fatta nel presentare le due liste, nonostante tutto votarono massicciamente le due liste che allora si potevano collocare nel centro destra, la somma dei voti delle 2 liste si avvicinò al 65% dei voti validi.

Scelta che poi ha favorito il candidato sindaco del centrosinistra, o sbaglio?

La scelta fatta allora fu sbagliatissima e ha favorito la terza lista, le due minoranze presenti in consiglio comunale hanno subito collaborato e sono state buttate le basi per arrivare alla lista unica di “Uniti per Torricella” .

In questi anni passati, ovvero dall’ultima competizione elettorale ai giorni nostri, c’è stata un vera autocritica su scelte che, politicamente, si sono rivelate sbagliate?

Ripeto l’autocritica c’è stata immediatamente e il risultato raggiunto nel fare la lista unica lo conferma, la gente che è stata sempre vicina noi ci ha chiesto subito un ricompattamento. L’elezione scorsa è arrivata a minacciare il non voto se non ci fossimo rimessi insieme.

Andiamo avanti. Competizione elettorale del 3 ottobre. Che clima si registra nella comunità torricillese?

Il clima noi lo percepiamo favorevolissimo alle nostre posizioni sia per le proposte che portiamo avanti sia per demerito della attuale maggioranza che dire che si è fatto poco risulta benevolo. La verità è che si è danneggiato il patrimonio del Comune non prevedendo nessuna manutenzione e trascurando il territorio, cosa di cui i cittadini si sono sempre lamentati.

Lei non è nuovo alle campagne elettorali: in quest’ultima c’è stato il massimo rispetto dell’avversario politico o non sono mancati i classici colpi bassi?

Fino a qualche giorno fa avrei detto di sì, negli ultimi giorni il clima si è appesantito a tal punto che un candidato Consigliere della lista dell’attuale Sindaco ha fatto una denuncia  a diversi cittadini vicini a noi, denuncia che non ha nessun fondamento e che la magistratura sicuramente cestinerà.

Un paese come Torricella con un feudo vastissimo ma, su tutto, con una costa meravigliosa che attira tantissimi residenti estivi e mette in moto una economia che dà sollievo alle attività commerciali e agli imprenditori del turismo, pare sempre che manca qualcosa. E’ così difficile gestire un patrimonio così bello donato dalla natura?

La nostra opinione e spero il nostro impegno futuro sarà quello di creare un percorso turistico che parta da  Torricella passi per Monacizzo e arrivi alle marine. Ci dobbiamo sforzare di fare entrare il nostro paese in quelli a vocazione turistica promuovendo i prodotti della nostra terra: olio, vino Primitivo, le nostre masserie, la nostra storia e il nostro mare meraviglioso.

Torre ovo e Trullo di mare sono le due marine sotto il controllo di Torricella. Ogni anno si susseguono molte lamentele e pare che sono sempre le stesse. Ma ci vuole tanto a rendere dignitoso questo polo turistico?

Ci vuole impegno, lavoro e dedizione, è nostra intenzione creare un percorso alternativo al traffico veicolare sulla litoranea, ci impegneremo a sollecitare l’acquedotto Pugliese per completare quanto prima la rete idrica e portare l’acqua alle marine. Un punto cardine per noi sarà riportare ordine e pulizia, sistemazione e regolamentazione delle attività commerciali altro unto di forza per accogliere nel migliore dei modi i turisti. Il nostro intento finale è quello di rendere attrattivo dal punto di vista turistico tutto il nostro territorio.

Tra pochissimi giorni Torricella si sveglierà con un sindaco: tra quello uscente, se confermato e lei che contende il timone politico amministrativo. E’ fiducioso?

I cittadini ci danno fiducia.

Crede ancora ai 100 giorni in cui ogni nuova amministrazione vuole dare il segno della sua volontà di amministrare la propria comunità?

Se non nei primi 100 giorni lo faremo quanto prima. Non dobbiamo dimenticare che la nuova amministrazione opererà con il bilancio di previsione fatto dall’attuale amministrazione. Io posso garantire che faremo di tutto per fare vedere immediatamente il cambiamento dedicandoci  al  bene comune senza trascurare i singoli che dovessero avere  delle necessità.

 Ultima domanda: se fosse eletto primo cittadino, cosa farebbe per dare un segno di discontinuità amministrativa con l’amministrazione uscente?

Pulizia del Paese, ordine, programmazione, ascolto dei cittadini, promozione turistica, coinvolgimento delle associazione, particolare attenzione ai giovani e agli anziani, organizzazione degli uffici con particolare attenzione all’Ufficio tecnico caduto quasi in stato di abbandono dal punto di vista del personale e questo è stato un vero disastro di questa amministrazione uscente. Bisogna subito fare il concorso per assumere il Dirigente responsabile.

Giovanni Caforio

 

 

Lascia un commento