MANDURIA. Prima Giornata sull’importanza della Protezione del Suolo e della Biodiversità

Oggi, venerdì 1 ottobre e sabato 2 ottobre 2021 nella Sala congressi dell’IISS Luigi Einaudi

 L’ A.T. Pro Loco Manduria, in collaborazione con Btm Simbiosis e IBT-Agricoltura, si rende promotrice di un importante convegno, che tratterà di biodiversità, di protezione del suolo, e di quanto queste tematiche, ora più che mai, siano rilevanti nel nostro panorama territoriale.

Incontro che ospiterà personalità di rilievo, e che permetterà di conoscere realtà, progetti e sperimentazioni innovative nell’ambito del settore di cui si discorrerà. Nella prima giornata, dopo i saluti iniziali, alle 16.15 si entrerà nel vivo della conferenza con la relazione della Dott.ssa Elisa Pellegrino della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa che presenterà i risultati finora ottenuti dal progetto scientifico Fertibio (realizzato nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana) per l’applicazione e lo sviluppo di biofertilizzanti nell’agricoltura in Toscana.

La Dott.ssa Pellegrino relazionerà su come e quanto i biofertilizzanti prodotti dalle aziende coinvolte nel Fertibio contribuiscano a migliorare la fertilità del suolo – riducendo l’uso dei fertilizzanti minerali, mantenendo la produttività delle colture e migliorando la qualità delle rese – rappresentando un’innovazione di prodotto anche a livello europeo.

A seguire alle 17.00 il Dott. Massimo Zaccardelli, ricercatore del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea), presenterà uno studio dell’ente di ricerca, vigilato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, che ha evidenziato come l’utilizzo del ‘tea di compost’ protegga le piante dai microrganismi patogeni e incrementi la produttività fino al 46%.

Alle 17.50 il prof. Giusto Giovannetti, biologo del Centro Colture Sperimentali di Aosta, presenterà il progetto europeo di ricerca Simba, il cui focus principale consiste nella ricerca di un consorzio microbico da applicare nell’agricoltura ecosostenibile: un’eccezione nel panorama internazionale

Per finire, alle 18.20, il prof. Marco Nuti dell’Università di Pisa e della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, relazionerà su “ammendanti, compostati verdi e biostimolanti: storia, norme e prospettive”.

Nella seconda giornata, Sabato 2 ottobre, i lavori riprenderanno alle ore 9.30. Dopo i saluti di rito, Roberto Polo, presidente dell’Associazione “Salentosostenibile” e Luca Andrisano del Btm di Manduria (Biological Tools for Mediterranean Agriculture, società nata dallo spin-off tra l’Università di Pisa e l’Azienda IBT di Manduria per la produzione di compost da sanse vergini di oliva a km 0) relazioneranno sui temi della biodiversità e fertilità del suolo e presenteranno il progetto “Btm Simbiosis Italia-Spagna”: un progetto dedicato alla rivalutazione dei sottoprodotti dell’oliveto, scommettendo sulla conservazione dell’ambiente in un quadro di green economy circolare.

 Alle 10.15 il Dott. Dario Daggiano, presidente del Gal-Terre del Primitivo, disquisirà relativamente alla Programmazione europea in materia di sviluppo sostenibile.

Alle ore 11.00 interverrà il Dott. Donato Pentassuglia, assessore all’agricoltura, industria agroalimentare, risorse agroalimentari, riforma fondiaria, caccia e pesca, foreste, relazionerà riguardo la Politica Agricola Comunitaria 2021/22 Alle ore 11.30 il Prof. Vincenzo Di Maglie, collaboratore di Presidenza dell’IISS Einaudi Manduria, tratterà il tema dell’ Istruzione, formazione, economia circolare e territorio.

Concluderà alle ore 12.00 il Dott. Alessandro Mariggiò, direttore delle Riserve naturali regionali Litorale Tarantino orientale che proferirà su argomenti quali la Biodiversità, la tutela e la promozione del territorio manduriano.

Moderatore dell’evento sarà il Dott. Cosimo Dinoi, membro del Direttivo della Proloco di Manduria. Si ricorda che potranno accedere esclusiva mento coloro i quali saranno muniti di Green Pass.

 

Lascia un commento