SAVA. “La mia vita è stata sconvolta da diversi fatti. Chiedo solo comprensione per l’insano gesto compiuto a Gallipoli per atti osceni in luogo pubblico”

La dichiarazione di Fernando Lomartire sull’increscioso fatto accaduto nella località salentina

“Io sottoscritto Lomartire Fernando, a seguito dell’increscioso fatto accadutomi in data 24 maggio presso la località marittima di Gallipoli, in cui sono stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico, volevo dichiarare quanto segue: sono veramente dispiaciuto per quanto accaduto e chiedo profondamente scusa se ho turbato la sensibilità di alcune ragazze, non era mia volontà turbare le stesse o arrecare offesa al loro pudore.

Mi sono deciso a scrivere queste poche righe perché provo vergogna per quello che ho fatto e mi premeva soprattutto specificare che non commetterò mai più cose di questo genere, anche alla luce del fatto che sono stato il fondatore nella nostra provincia di una scuola Steineriana, la quale insegna l’armonia e lo sviluppo della persona nella tripartizione tra corpo, anima e spirito.

Purtroppo, dopo una vita di duro lavoro, in cui sono riuscito a costruire una azienda importante nel settore del mobilificio, diversi anni or sono, sono stato truffato da un imprenditore del mio paese per una somma di un milione di euro, questo mi ha fatto cadere nello sconforto più totale e in un profondo stato di depressione, ragione per la quale ho reagito in maniera sbagliata assumendo diversi tipi di droghe per alleviare le mie sofferenze.

A causa di queste droghe, trovandomi in una stato di incoscienza, poiché avevo perso la cognizione di me e della realtà, ho avuto delle reazioni inconsulte alla vista di alcune ragazze, senza rendermi conto della gravità di tali atti.

Questo concetto mi premeva dire, che non vuole essere una dichiarazione a mia discolpa, poiché per quel che concerne gli aspetti giudiziari, ci penserà nelle opportune sedi il mio legale, l’avv. Alessandro Cavallo, in cui ripongo massima fiducia”.

Lascia un commento