MANDURIA. “Tariffe suolo pubblico. In alcuni casi aumentate non del doppio ma di dieci volte tanto”

Intervento dei movimenti civici Manduria Migliore  e Federcivica

Sui temuti aumenti delle tariffe di occupazione del suolo pubblico (CUP ex TOSAP), possiamo dire di essere stati, ahinoi profetici! Durante la seduta Consiliare del 28 Gennaio u.s., mediante l’intervento del nostro consigliere del Gruppo Progressista Domenico Sammarco, evidenziammo quella che ci sembrava una pericolosa deriva.

In tale seduta si dava il via infatti al varo di una tariffa “temporanea” relativa alla tassa di occupazione per il suolo pubblico (ex Tosap, poi Cosap, ora Cup), che, a nostro avviso incredibilmente, prevedeva un successivo conguaglio al momento dell’approvazione del tariffario definitivo. Cosicchè, facemmo notare, un imprenditore edile o un ristoratore che chiedevano l’autorizzazione ad occupare il suolo pubblico con ponteggi o tavolini si sarebbe trovato a non sapere quanto in effetti quella determinata concessione sarebbe costata alla sua impresa, dato che la tariffa pagata in quel momento era appunto “salvo conguaglio” senza alcuna indicazione sull’eventuale ammontare del conguaglio in questione.

In tutta risposta, con l’intervento del consigliere Matino, la maggioranza replicava che erano preoccupazioni infondate e perniciose in quanto l’amministrazione avrebbe lasciato le tariffe invariate a quelle dell’anno 2020, quindi non solo non ci sarebbe stato alcun conguaglio ma addirittura la nuova tariffa non sarebbe aumentata per niente.

Con la deliberazione di giunta n. 78 del 31 Marzo scorso, si approva invece un tariffario aggiornato con delle tariffe che hanno dell’incredibile, in alcuni casi aumentate non del doppio ma di dieci volte tanto.

A mò di esempio, se fino a pochi giorni fa le tariffe della ex Tosap, riguardanti tale occupazione, erano dell’ordine di 0,23€ al mq/giorno per occupazione effettiva su suolo pubblico, oggi con le nuove tariffe approvate dalla giunta, portano il costo di occupazione del suolo a circa 2,20€ al mq/giorno. Di conseguenza, un ipotetica sistemazione del prospetto di un’abitazione di circa 20 metri lineari, avrà oggi un costo della sola occupazione del suolo pubblico di circa 1.500,00€/mese, contro i circa 150,00€/mese richiesti fino a qualche settimana fa, con le vecchie tariffe!

Ora lasciamo ai cittadini immaginare le ripercussioni che tali aumenti avranno sulle attività imprenditoriali in primis e direttamente sulla cittadinanza subito dopo, visto che ovviamente i maggiori costi saranno ribaltati sui clienti.

Questa è l’affidabilità di chi ci amministra, questo è l’incentivo che si vuole dare ad attività imprenditoriali già in gravissime difficoltà a causa della pandemia e questo è anche infine l’ennesimo resoconto di quanto le nostre giuste osservazioni fuori e dentro l’aula consiliare vengano disattese continuamente.

Salvo poi, come sempre, ritrovarci purtroppo ad avere ragione nel considerare questa Amministrazione dannosa per la città.

Lascia un commento