GROTTAGLIE. Presentazione alla stampa del “XXIII Campionato Italiano Para-Archery – Grottaglie 2020”

Oggi, giovedì 20 maggio, alle ore 15.30, nell’aula consiliare

La manifestazione si terrà il 29 e 30 maggio allo stadio comunale A. D’Amuri. E’ una delle iniziative nazionali paralimpiche del programma Grottaglie 2020-2021 Città europea dello sport ed è organizzata e promossa dagli Arcieri dello Jonio, dalla Fitarco (Federazione italiana tiro con l’arco) nazionale e Puglia, dal Cip Comitato italiano paralimpico, dal Coni, dalla Regione Puglia e dal Comune di Grottaglie.

Interverranno: il sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò; il vicesindaco ed assessore comunale allo sport Vincenzo Quaranta; Giuseppe Pinto, presidente regionale Cip-Comitato italiano paralimpico; Michelangelo Giusti, delegato Coni Taranto; Antonio Fusti, presidente regionale Fitarco Puglia e presidente Ad Arcieri dello Jonio (società organizzatrice); Francesco Tommaselli, atleta della nazionale giovanile para-archery; Alessandro Erario, atleta para-archery che ha partecipato alle paralimpiadi di Rio 2016.

Nel corso della conferenza, saranno illustrati i dettagli ed il programma della manifestazione.

Il tiro con l’arco è lo sport che per primo si è aperto agli atleti con disabilità, in tutto il mondo.

Nel 1948, un medico di origini ebree, Ludwig Guttmann, scampato al nazismo, ebbe l’intuizione di cominciare a fare sport e di coinvolgere nella riabilitazione tanti soldati che avevano preso parte alla Seconda guerra mondiale e avevano riportato delle disabilità.

In quell’anno si tennero le olimpiadi a Londra e 16 atleti in carrozzina gareggiarono nel tiro con l’arco, in un evento che è considerato il prodromo delle Paralimpiadi.

 

 

Lascia un commento