A Castellaneta al via Anno Accademico Unitre

Con una minima quota associativa, comprensiva di assicurazione e quota di adesione nazionale, chiunque – unico requisito essere maggiorenne – può frequentare i corsi, i laboratori e le iniziative didattiche, nonché le attività ricreative, che organizza la sede di Castellaneta di Unitre, Università delle Tre Età

Cucina, benessere, giornalismo, lingue straniere, botanica, psicologia, arte, letteratura, fisioterapia, informatica, economia politica, canzone, pittura, giochi di società e tantissime altre: sono numerosissimi i settori e le attività offerte a Castellaneta ai soci da Unitre, Università delle Tre Età.

Una possibilità per socializzare e trascorrere il tempo libero in modo intelligente, magari divertendosi e ampliando le proprie conoscenze in un argomento cui si è da sempre interessati.

 Tutte le attività sono state presentate in dettaglio alla cittadinanza nella cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2020/2021 che si è tenuta – giovedì 1° ottobre – in un affollato Auditorium comunale di Castellaneta.

La serata è stata aperta dai saluti di Marisa Lanzolla, presidente Unitre Castellaneta, che ha spiegato che la sede sociale, presso il Centro polivalente in Via Don Luigi Sturzo a Castellaneta, vuole essere un luogo di socializzazione di scambio culturale intergenerazionale. Al centro di tutte le attività c’è la Persona, con le sue aspirazioni e il legittimo desiderio di realizzarsi e di accrescere il proprio bagaglio culturale ed esperienziale.

Poi è intervenuto il Sindaco Giovanni Gugliotti che elogiato Unitre che, rappresentando un mirabile esempio di cittadinanza attiva a favore di tutta la comunità, viene sostenuta dall’Amministrazione comunale; sulla stessa lunghezza d’onda anche gli interventi dei due assessori comunali Anna Rita D’Ettore e Alfredo Oscar Cellamare.

 Francesco Riondino, Presidente CSV Taranto, ha poi relazionato su “Il ruolo del Centro Servizi Volontariato a sostegno del volontariato locale nel Codice del Terzo Settore”: con la cosiddetta Riforma del Terzo settore, ha spiegato Riondino, il ruolo di supporto e promozione del CSV Taranto si è ampliato comprendo tutte le organizzazioni, non solo quelle di volontariato, proprio come avviene oggi a favore dell’Associazione di Promozione Sociale Unitre.

La parola è poi passata al Prof. Piero De Palma, Dottore in Scienza della comunicazione, che è intervenuto su “Attiva-mente: a piccoli passi verso il benessere” spiegando come il benessere psicofisico della persona dipenda anche da come ci si relaziona con gli altri.

Dopo che Dora Zito ha illustrato i corsi Unitre, Vita Minei ha presentato i partner, associazioni e esercizi commerciali, che collaborano e sostengono Unitre Castellaneta: Anna Fashion Boutique, Cinefr@Point, Colorcenter, Farmacia Totaro, Faiuolo Pelletteria, Gfa Ingrosso Alimentari, Laino Calzature, Macelleria Cellamare, Nomine Rosae Bar Libreria e Parafarmacia Farmass.

L’evento è stato concluso da Marisa Lanzolla che, dopo aver consegnato riconoscimenti a collaboratori di UNITRE Castellaneta, ha premiato i vincitori del Concorso nazionale Unitre “La vita ai tempi del Coronavirus”: prof. Michele Di Canio “area letteraria”, Franco Minei “area grafico-visiva”, Nardina Massaro “area foto a colori”, e Chiara Viverito “area video”. Tutti i partecipanti al concorso hanno ricevuto un attestato su pergamena: Liliana Bruno, Nicoletta Scarpetta, Imma Quaranta, Giuseppe Mele, Morosau Gaby e Antonia Lippolis.

Per informazioni la segreteria è aperta, dalle 10.00 alle 12.00, il lunedì, il martedì e il mercoledì, o mail unitrecastellaneta@gmail.com e cell. 3290368640.

 

 

Lascia un commento