Virtus Taranto, Casula: “Vogliamo ingrandirci. È un sogno, ma ci stiamo lavorando”

“Dobbiamo imparare a convivere con questa emergenza usando tutte le precauzioni del caso e sperando che tutto finisca al più presto”

È uno dei perni della Virtus Taranto. Marco Casula è un allenatore di prospettiva e qualità, che ha già dimostrato dati alla mano la padronanza della materia e notevoli doti gestionali nel rapporto con i sui piccoli tesserati. Abbiamo svolto due chiacchiere con lui per presentare quelle che sono le novità in casa Virtus Taranto.

Quali novità dobbiamo attenderci in vista della nuova stagione?

Abbiamo deciso di dare continuità al nostro progetto, ci sposteremo con gli esordienti al “New Faro Sport”. Un grosso investimento da parte della società.

Come si è arricchito e di quali figure il vostro staff tecnico e organizzativo?

Quest’anno sarò affiancato da Raffaele D’Auria. Ci siamo conosciuti 30 anni fa nel settore giovanile per poi prendere ognuno le proprie strade. Lo ritrovo ora e sembra che tutti questi anni non siano mai passati. Anche se stiamo insieme solo da due settimane sono molto soddisfatto perché ritrovo in lui le mie stesse idee di calcio.

Come cambierà l’approccio con i vostri tesserati in virtù delle problematiche legate al Covid?

Dobbiamo imparare a convivere con questa emergenza usando tutte le precauzioni del caso e sperando che tutto finisca al più presto.

Quali fasce d’età possono accedere alla vostra scuola calcio?

Stiamo cercando di dare continuità al nostro progetto. Se avremo le possibilità nei prossimi anni vorremmo ingrandirci con giovanissimi e allievi. È un sogno ma ci stiamo già lavorando

Da un punto di vista delle strutture quali novità dobbiamo attenderci?

Per noi a San Vito cambia poco. San Vito è la nostra casa. I grandi (come già lo scorso anno)continueranno a lavorare al New Faro Sport. Il Covid ci ha tolto le palestre scolastiche, ma la società ha pensato bene di organizzarsi, per la zona di Taranto, al Mediterraneo Village. Dai piccoli amici ai giovanissimi abbiamo già un bel numero di ragazzi. A conclusione dell’intervista voglio ringraziare la società Virtus Taranto che personalmente mi sopporta e supporta in tutte le mie decisioni e ciò mi aiuta per rendere al meglio.

Lascia un commento