Federconsumatori Taranto per Kyma Mobilità Amat

Maria Antonietta Brigida, presidente Federconsumatori provinciale Taranto, interviene sugli atti di vandalismo contro Kyma Mobilità Amat

«I ripetuti episodi con danni alle pensiline alle fermate e con lanci di pietre contro gli autobus, che purtroppo coinvolgono anche gli autisti – ha detto Maria Antonietta Brigida – devono indurci a una più ampia riflessione che vada oltre ai sentimenti di sostegno all’azienda e di solidarietà al personale coinvolto, ai quali ovviamente Federconsumatori Taranto si associa».

Questa la sua riflessione: «Sembra che pochissimi tarantini si ostinino a voler vivere nel degrado e perciò ostacolano gli encomiabili sforzi dell’Amministrazione comunale per migliorare la città. Al di là degli interventi per evitare il ripetersi di questi episodi, c’è da chiedersi come si possa intervenire sulle loro coscienze per elevarle».

«A tal fine possono rivelarsi utilissime le associazioni di volontariato di cittadinanza attiva – ha spiegato Maria Antonietta Brigida – che riescono a interloquire più facilmente con quei cittadini che vedono con diffidenza le Istituzioni, cui tradizionalmente si rivolgono per avere sussidi, ma con le quali spesso non riescono a sviluppare un rapporto».

«Inoltre le associazioni che, come Federconsumatori, si relazionano quotidianamente con i cittadini accogliendone i reclami – ha poi detto la Brigida – possono renderli consapevoli delle oggettive difficoltà che vivono le aziende che erogano servizi alla comunità, mutandone così l’atteggiamento in positivo e costruttivo».

Per questo Maria Antonietta Brigida lancia un appello a Kyma Mobilità Amat «affinché si avvii una interlocuzione con associazioni di volontariato di cittadinanza attiva che, come Federcosumatori, possono sensibilizzare positivamente i cittadini».

Lascia un commento