GROTTAGLIE. Uva da tavola pugliese. Proposta di patto tra sindaci

Intervento di Mario Bonfrate, assessore alle Attività produttive, agricoltura, turismo e marketing territoriale

Si è discusso del futuro dell’uva da tavola pugliese in un incontro nell’aula consiliare del comune di Noicattaro, al quale ho partecipato, alla presenza del Sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe L’Abbate, la deputata Francesca Galizia ed amministratori locali.

Nell’occasione, è stata positivamente accolta la mia proposta di sottoscrivere un “Patto tra i sindaci” dei comuni nei quali è prodotta l’uva da tavola, per tutelare e valorizzare il prodotto agricolo locale.

Gli amministratori presenti ed il sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato, si sono mostrati subito interessati all’idea ed a breve perfezioneremo, insieme, il percorso per il coinvolgimento, anche, degli altri amministratori interessati.

Nel settore agricolo, particolarmente strategico per la Puglia intera, sono fondamentali i ruoli affinché ciascuno dia il proprio contributo ad un comparto di vitale importanza: il Governo vigilerà sull’accordo siglato tra l’UE e l’Egitto nel 2010; la Regione dovrà essere più attenta nella gestione del PSR; i produttori agricoli, in forma individuale o associata, si impegneranno a migliorare le loro pratiche agronomiche ed infine le amministrazioni locali metteranno in campo, insieme, una serie di iniziative al fine di tutelare il prodotto dalla sua nascita fino alla commercializzazione.

Già lo scorso anno, nell’ottica di “fare rete” la città di Grottaglie e l’uva da tavola sono state protagoniste di una due giorni. Un momento di riflessione sul comparto agricolo attraverso l’analisi della logistica e delle differenti varietà agricole con brevetto, alla presenza di Aeroporti di Puglia, Autorità Portuale, Its logistica e rappresentanti di categoria.

Con particolare riferimento alla città di Grottaglie, con il sottosegretario L’Abbate ho discusso, inoltre, dell’aeroporto “Marcello Arlotta” e della sua vocazione cargo, sollecitando il governo nazionale a sostenere tale indirizzo anche nella creazione di infrastrutture a supporto dell’aerostazione.

Il settore dell’uva da tavola, dalla produzione alla sua commercializzazione, ha necessità dell’innovazione delle pratiche agronomiche e, al tempo stesso, di poter raggiungere e conquistare nuovi mercati.

 

Lascia un commento