TORRE OVO (marina di Torricella). Ma in questa marina ognuno fa ciò che vuole?

Quando manca il controllo della Polizia locale e quello amministrativo …

Sono continue le lamentele da parte dei villeggianti e possessori di abitazione  estive a Torre ovo e a Trullo di mare. Motivo principale? Spiagge sporche, servizi inesistenti e passerelle a mare ancora poco accessibili.

Fin qui qualcuno  potrebbe dire solite lamentele estive,  ma i fatti gravissimi che si sono verificati nei giorni scorsi sono ben altra cosa.

Tutti ricorderanno la vicenda del boschetto di Torre ovo dove il sindaco Michele Schifone,  insieme  al responsabile di una associazione di volontariato  convenzionata  con il Comune di Torricella,  venne denunciato dai Carabinieri  della Forestale per aver eliminato arbitrariamente dei pini marini e raso al suolo circa 2000metri quadrati di macchia mediterranea prospiciente alla spiaggia. Bene.

Ma pochi giorni  fa questa associazione, si pensa in maniera illegittima, ha svolto  sulle spiaggia di Torre ovo un raid di natura di Polizia Giudiziaria e di Polizia Marittima, rimuovendo ombrelloni  e tutto quello custodito sotto di essi senza  averne  probabilmente alcun titolo.

Resta inteso lo sgomento dei bagnanti:  usciti dal mare non hanno trovato  più  niente. Altro caso ancora più grave, attore lo stesso responsabile  di  questa associazione di volontariato, è stato quello di recarsi da un commerciante  del posto, in presenza  di clienti  e passanti  e anche di bambini,  facendo “strane richieste”.

Molto probabilmente abusando di poteri  che non ha, fino ad essere cacciato  dal titolare dell’ attività, il quale immediatamente ha chiamato i carabinieri  e denunciato la grave azione.

Aspettiamo la risposta del sindaco Schifone sui fatti su citati …

Giovanni Caforio

 

Lascia un commento