MOTTOLA. Sicurezza strada statale 100, il Comitato Strade Sicure denuncia la lentezza della burocrazia

E per lunedì ottiene convocazione in Prefettura

“I soldi ci sono. Circa 84milioni di euro sono stati stanziati per i lavori di ammodernamento e messa in sicurezza della strada statale 100 dal tratto che va da Gioia del Colle sino a San Basilio ovvero dal Km 44+500 al 53+600. Ma nulla si muove. L’intoppo è nella burocrazia, che frena l’Anas”.

Vanni Caragnano, presidente del Comitato Strade Sicure, continua a tenere alta l’attenzione su una questione, la sicurezza della statale 100, che lo vede impegnato da oltre quattro anni e che, nonostante la disponibilità di risorse per gli interventi, che peraltro rientrano nell’aggiornamento 2019 del contratto di programma 2016 – 2020 tra Mit (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e Anas, a oggi non trova ancora una soluzione.

VIDEO INTERVENTO

https://www.youtube.com/watch?v=-LlJk8wm6QU&feature=youtu.be

Una questione emergenziale, che Caragnano ha posto all’attenzione del Prefetto, il quale ne ha subito accolto le istanze e per le ore 12 di lunedì prossimo 13 luglio, ha convocato una riunione con oggetto proprio l’esame della situazione della viabilità e della sicurezza sulla statale 100 e delle arterie stradali collegate.

Oltre al presidente del Comitato Strade Sicure, sono stati invitati dal Prefetto Demetrio Martino il presidente della Provincia di Taranto, i comandanti e i sindaci dei comuni di Taranto, Castellaneta, Massafra, Mottola, Palagianello e Palagiano, nonché il dirigente della sezione Polizia Stradale di Taranto e il capo compartimento Anas di Bari.

Lascia un commento