La Massoneria pugliese della Gran Loggia degli A.L.A.M. contro il Coronavirus

Dott. Gianfranco Antonelli, Delegato Magistrale della Regione Massonica Puglia: «Raccolti in tutta Italia 100.000 euro per la Croce Rossa Italiana». Anche medici e sanitari massoni morti facendo il loro dovere

Nella battaglia contro la pandemia da Coronavirus scende in campo anche la Massoneria pugliese della Gran Loggia d’Italia degli Antichi Liberi Accettati Muratori – Obbedienza di Piazza del Gesù, la seconda più grande comunione massonica italiana.

Gli esponenti pugliesi della comunione massonica, alla quale aderiscono le donne, hanno infatti contribuito personalmente a un fondo unico nazionale che – 100.000 euro – è stato interamente donato alla Croce Rossa Italiana impegnata contro la pandemia.

La Puglia è tra le regioni che si sono maggiormente distinte nella raccolta, come ha spiegato il Dott. Gianfranco Antonelli, Delegato Magistrale della Regione Massonica Puglia, noto primario cardiologo barese.

«Ringrazio tutti i fratelli e sorelle pugliesi – ha detto il Dott. Gianfranco Antonelli – per aver voluto contribuire in maniera così appassionata. In un periodo come questo, caratterizzato da una epidemia che ha duramente colpito l’Italia e con spirito di vicinanza alle famiglie delle vittime, la Delegazione Pugliese della Gran Loggia d’Italia non poteva restare a guardare».

«Su indicazione del nostro Gran Maestro, Luciano Romoli, abbiamo concentrato i nostri sforzi a sostegno della Croce Rossa Italiana, una delle più importanti organizzazioni di volontariato a livello Internazionale che, oltre sugli interventi in emergenza, si sta impegnando a trasformare questo momento critico nel “Tempo della Gentilezza”, intensificando i servizi per le persone più vulnerabili e con maggior fragilità sociali e sanitarie».

Luciano Romoli, Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro della Gran Loggia d’Italia degli A.L.A.M., ha fortemente promosso questa iniziativa: «Come cittadini e come massoni, seguendo il solco solidaristico che è ben tracciato nell’animo di ogni libero muratore – ha spiegato Luciano Romoli – abbiamo sollecitato una raccolta fondi tra le Sorelle ed i Fratelli della nostra Comunione che in pochissimi giorni ha permesso questa importante donazione».

«Anche noi abbiamo subito dei lutti importanti – ha poi detto il Gran Maestro della Gran Loggia degli A.L.A.M. – tra cui medici e sanitari impegnati negli ospedali. A loro e a tutti gli uomini e le donne che abbiamo perso, ai loro familiari, a tutti coloro che stanno soffrendo e che subiranno in futuro gli effetti di quanto sta oggi avvenendo va il nostro commosso pensiero, e assieme al pensiero anche la nostra azione».

Rosaria Ragni

Lascia un commento