Sava. TUTTI LIBERI I MINORENNI ARRESTATI NELL’ OPERAZIONE DENOMINATA “BAD BOYS”

L’indagine condotta dalla Stazione Carabinieri di Sava, coadiuvata dalle articolazioni investigative della Compagnia Carabinieri di Manduria, portò alla luce una situazione di emarginazione di un 61enne pensionato che veniva fatto oggetto di continue richieste estorsive da parte di un gruppo di ragazzi del luogo

Il 12 Novembre 2019, alle prime luci dell’alba militari della Compagnia Carabinieri di Manduria, coadiuvati da personale proveniente da diverse articolazioni del Comando Provinciale di Taranto, eseguirono 20 misure cautelari (12 maggiorenni e 8 minorenni).

Il GIP del Tribunale per i minorenni di Taranto, Paola Morelli, ha disposto la scarcerazione per decorrenza dei termini, con l’obbligo di svolgere attività di lavoro, di studio, di formazione professionale, DIVIETO di trattenersi in sale biliardo o giochi elettronici e discoteche; di allontanarsi dalle ore 21,00 alle ore 06,30 dalla propria abitazione familiare.

I genitori dovranno vigilare sul comportamento dei minori e consentire ai servizi sociali minorili di svolgere attività di sostegno e di controllo.

Le succitate prescrizioni saranno valide sino al 10.04.2020

E a maggio dovrebbe celebrarsi il processo per il quale i 20 imputati dovranno rispondere, a vario titolo,di estorsione continuata in concorso, furto aggravato, rapina, detenzione e porto illegale di arma da sparo, e atti persecutori.

Intanto il 61enne vittima delle vessazioni ,vive in un luogo protetto lontano da Sava.

Mimmo Carrieri

 

 

Lascia un commento