SAVA. Sospesa la refezione scolastica. Amministrazione IAIA? Siete dei benemeriti incapaci!

Non siete buoni neanche all’ordinaria amministrazione. Figuriamoci alla programmazione!

E così, amaramente, viene comunicato alle mamme dei giovanissimi savesi che il servizio della refezione scolastica è sospeso, partendo dal 6 dicembre, e quindi il tempo pieno và a farsi friggere. Ci sono state alcune  mamme che hanno protestato vivacemente contro questa sospensione al nostro giornale, trovandosi così di botto, da un giorno all’altro in questa brutta comunicazione.

Ma cosa è successo per arrivare a questa inaspettata battuta d’arresto? Già nel passato inverno dai banchi dell’opposizione veniva messo in luce la scadenza del contratto con il soggetto privato che gestiva la refezione scolastica ma, dai banchi della maggioranza, veniva detto che è tutto a posto e che quindi non c’era nulla di cui doversi preoccupare. Alla scadenza del contratto con il soggetto privato però veniva effettuata una proroga di alcuni mesi che, molto probabilmente non si poteva neanche fare, e ai giorni nostri ecco la sorpresa: il soggetto privato và via, nel gioco delle parti, e resta sguarnito il servizio.

Quindi, assistiamo a un vero e proprio interruzione di pubblico servizio. Come al solito il servizio è sempre iniziato in ritardo e anche l’anno scolastico 2019-2020 ha fatto da testimone. Iniziato il  4 novembre e sospeso a poco più di un mese. L’amministrazione IAIA aveva tutto il tempo, in questi passati mesi, per preparare la gara d’appalto e di seguito appaltare il servizio in modo da non lasciare scoperta la refezione scolastica e da qui assistere solo al cambio di consegne senza arrivare a questa amara realtà dettata dalla passata settimana. E infatti, amaramente, siamo arrivati a questa ultima fase.

Che succederà ora? Visto che il soggetto ha smontato e portato via tutto ciò che era attinente al servizio, senz’altro di sua proprietà? Necessita una gara d’appalto da indire quanto prima, visto che proroghe per legge non se ne possono fare. E allora? Che tempi avremo? E quando sarà effettuata la gara d’appalto per il servizio? E i tempi per il ripristino del servizio quanti saranno?

Da qui si evince solo una cosa, marcata tra l’altro, abbiamo un’amministrazione capeggiata da un sindaco incapace e buono solo a fare teatrino sui social, a pomparsi oltre il dovuto per la ordinaria amministrazione della nostra Casa comunale. Ah dimenticavo: ma non è anche il tema trattato di questo articolo, l’ordinaria amministrazione?

Perché non si pompa IAIA sui social di questa situazione, creata dalla sua amministrazione? 

A tutto c’è un inizio e una fine.

IAIA ha solo segnato l’illusione ai savesi.

La sostanza? Nisba!

Giovanni Caforio  

Lascia un commento