Manduria. BOOM DI PRESENZE AL “DE SANCTIS-GALILEI”. 1200 STUDENTI DANNO VOCE A LIBRIAMOCI

Porte aperte ai libri Liceo De Sanctis Galilei, dove nella mattina del 16 novembre 1200 studenti e studentesse hanno sposato con entusiasmo la rinomata iniziativa Libriamoci, promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e dalla Direzione Generale per lo Studente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

L’evento, sostenuto dal Dirigente Scolastico, prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie, ha alternato momenti di reading, di conversazione e confronto, danno spazio all’intervento di ben otto scrittori, che hanno portato nella scuola i loro libri, tramettendo allo stesso tempo l’amore per la lettura e trasferendo insieme ai loro racconti idee, passioni, sogni e speranze, che hanno piacevolmente alimentato le fantasie dei liceali manduriani, sempre attenti ad accogliere nuovi stimoli e motivazioni nel loro percorso di studi.

A sedere tra i banchi per raccontare e raccontarsi agli studenti, tra narratori già noti al grande pubblico e prosatori emergenti, sono intervenuti il romanziere Giuse Alemanno, con la sua ultima appassionante fatica, “Una valigia piena di storie”;

 il saggista Gaetano Appeso, che con “Taccuini di viaggio” ha emozionato la platea attraverso un intreccio di incontri e disavventure in terre nuove e inesplorate;

la giornalista Paola Bisconti, che ha condotto emotivamente i discenti sulla sua “Sulla strada dei libri”;

la giovanissima Francesca Villani che, in una ricognizione tra presente e passato del territorio pugliese, ha presentato l’opera “Goyescas”;

 

 la prof.ssa Mariapia Fusco, che ha interessato i giovani uditori con le sua relazione d’impianto intimistico “Il pianto del Latte”;

la poetessa Giovanna Politi, che ha raccontato nel suo romanzo, “Io sono l’A-more”, attraverso uno scontro tra falsi perbenismi, il sentimento umano per antonomasia, che giunge, dopo la passione, a cedere il passo alla compassione e al dono; e Sabrina Lanzillotti che, con il racconto “Il peso del male”, ha portato la riflessione sugli attuali problemi dei disturbi alimentari, come l’anoressia, che coinvolgono oggigiorno moltissimi adolescenti.

Lascia un commento