Sava, proprio non va: contro il Maglie arriva la terza sconfitta di fila

L’undici di Mazza si arrende ai salentini per 4 a 1 e ad uno strepitoso Carrozza. Tre tifosi savesi lievemente feriti per la caduta di una ringhiera

Arriva il terzo ko di fila per il Sava, dopo l’incolore prestazione di domenica scorsa al Camassa contro il Racale. Questa volta, sul neutro di Martignano, la compagine di Mazza soccombe al Maglie con il roboante punteggio di 4-1, a seguito di un’ennesima prova da dimenticare e di svariati errori decisivi, specie sulle palle inattive.

La giostra del goal è tutta nel primo tempo. Al 5′ il Maglie è già in vantaggio: punizione di Carrozza, che da posizione angolata disegna un traiettoria precisa su cui nulla può Cocozza.

Nemmeno cinque minuti e la formazione di casa raddoppia con il tunisino Khalil, che grazie ad un pallone che carambola goffamente in area savese, è lesto a insaccarlo in rete. Al 26′ il Sava accorcia le distanze: calcio d’angolo, testa di Gioia e palla che si stampa sulla traversa e respinta ancora dal mediano biancorosso dritta alle spalle di Potenza. 

Al 44′ è nuovamente l’ex atalantino Carrozza a siglare la rete del 3-1, grazie ad un invitante passaggio di Iurato, che ben si smarca in area di rigore biancorossa. Che segna la quarta rete dopo solo tre giri di lancette, su calcio di punizione. Da annotare, in pieno recupero, l’espulsione di Amaddio per somma di cartellini gialli.

Nella ripresa, tutto tace. O almeno sembra. La pioggia di emozioni si placa e le azioni da rete si contano con le dita di una sola mano. Per il Sava, entra Vasco ma la musica non cambia. Al 72′, Beltrame ci prova, ma il suo tiro è respinto dal portiere di casa. Al 77′, c’è un legno colpito dal magliese Nuzzo con un tiro da fuori area e allo scadere di gara, è sempre Beltrame a cercare il secondo goal per i suoi con un tiro di poco fuori. Tutto qui. A margine, però, va segnalato un peisodio increscioso capitato ai tre supporters savesi, che hanno riportato delle lievi ferite conseguenti alla caduta di una ringhiera che divideva il loro settore.

Per il Sava, tanto da riflettere, visto il periodo di crisi ufficialmente aperto e la preparazione della prossima trasferta nell’insidiosa dimora del Novoli: lì l’imperativo sarà quello di  riprendere una volta per tutte la marcia bruscamente interrotta alla quinta giornata.

 

A.TOMA MAGLIE: Potenza, Zocco, Calogiuri (74′ Nero), Magnolo, Citto, Pace, Khalil (63′ Patera), Permeti, Iurato (74′ Cota), Carrozza (80′ Fiorentino), Nuzzo. A disp.: Foscarini, Frisullo, Brindisi, Tagarelli, Chiri. All.: Portaluri

ASD SAVA: Cocozza, Voges, Cimino, Nazaro (46′ Vasco), Amaddio, Cellamare, Stabile, Gioia, D’Ettorre (90′ Kandji), Mignogna, Beltrame. A disp: Manograssi, Biasi, Antonicelli, Eleni, Morrone, Cavallo, Cava. All.: Mazza

ARBITRO: Zito di Rossano Calabro, coadiuvato dagli assistenti Greco di Brindisi e Luggeri di Lecce

MARCATORI: 5′ Carrozza (M), 9′ Khalil (M), 26′ Gioia (S), 44′ Carrozza (M), 45′ Iurato (M)

ESPULSI: 45′ Amaddio (S), per somma di ammonizioni

AMMONITI: Khalil,Calogiuri, Zocco, Citto (M).

 

Lascia un commento