TARANTO. Oggi ultimo giorno per visitare al Molo Sant’Eligio, con ingresso gratuito, la Fiera del Mare. Una esposizione con 50 stand dedicati al mare, alla enogastronomia e alle Istituzioni

Domenica 20 ottobre. In serata (ore 19.00) concerto finale gratuito del Pàthos Quartet

Ieri, sabato 19 ottobre, protagonista alla “Fiera del Mare” è stata la filiera di valore che il Programma Regionale “Apulian Life Style: per una lunga vita felice” genera nella prospettiva di un consumatore più consapevole di un alimento tipico e più salubre.

Sono state presentate agli stakeholder del territorio, infatti, le esperienze acquisite dalla Regione Puglia con il programma “Agricoltura e Qualità”, il Progetto “Food4Health”, il Progetto “Blu Land” e le azioni per un’itticoltura sostenibile di qualità e gli impegni per uno sviluppo sostenibile dell’area tarantina.

Nel parterre anche una comunità di funzionari internazionali provenienti da 11 Paesi del Mediterraneo e non, che frequentano il corso “Sustainable Community Coastal development” organizzato dal CIHEAMBari presso l’Avamposto MARE di Tricase porto, sede periferica del CIHEAMBari.

È stata una intensa mattinata in cui sono stati illustratati importanti progetti ed esperienze dei settori Alimentazione, Nutrizione e Salute.

Le conclusioni sono state di Cosimo Borraccino, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, che nell’occasione ha dichiarato: «Stamattina si è parlato principalmente degli stili di vita corretti che contribuiscono ad elevare le difese immunitarie dei cittadini a tutto beneficio della loro salute: ma poi in questo settore così importante le Istituzioni devono fare la loro parte: vanno in queste direzione studi epidemiologici e ricerche scientifiche sullo stato di salute dei tarantini che il mio Assessorato regionale allo Sviluppo Economico ha finanziato recentemente, strumenti che ci daranno un quadro preciso, validato da risultati scientificamente attendibili, sullo stato di salute della popolazione tarantina».

Nel pomeriggio spazio all’innovazione con il “Temporary Coworking Startup” della Regione Puglia, nel quale start up hanno presentato alcune loro nuove esperienze e hanno condiviso la una progettualità diffusa.

Nei focus si è parlato soprattutto sulla dieta mediterranea e delle straordinarie qualità nutrceutiche di molti suoi elementi tradizionali, come l’olio, che contribuiscono notevolmente alla salute delle persone, ma anche di nuovi, come il melograno, che stanno ulteriormente arricchendo il novero di alimenti salutistici della dieta dei nostri padri e madri.

Fino a oggi, domenica 20 ottobre, la “Fiera del Mare” sarà aperta al pubblico al Molo Sant’Eligio (l’ingresso è gratuito, apertura fino alle ore 20.00) una grande area espositiva con 50 postazioni: 24 stand sono di aziende del settore nautico, compresi sport e accessoristica, mentre due saranno dedicati ai motori nautici e 9 ai produttori e commercianti di imbarcazioni.

Particolarmente ricca è l’offerta dell’area food & beverage in chiave pugliese, con 10 stand che presenteranno le eccellenze enogastronomiche del “Made in Puglia”. L’area istituzionale comprende 4 stand delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine e, inoltre, uno stand del Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MarTA.

Alle ore 19.00, in particolare, ci sarà il concerto finale del Pàthos Quartet che concluderà in bellezza questa “Fiera del Mare”, il grande evento organizzato e sostenuto dalla Regione Puglia e da Puglia Promozione con il patrocinio del Comune di Taranto.

 

 

 

Lascia un commento