“C’era una volta l’ospedale di Massafra”

Nota stampa di Popolo Idea Libertà

Le belle fiabe iniziano sempre con “c’era una volta”. Ma la favola del nostro “nosocomio” Matteo Pagliari”, non è proprio tra le più belle da ricordare. Una favola che ormai è divenuta un “cronicario”.

Mino Salvi, responsabile cittadino per le questioni sindacali, unitamente al coordinatore cittadino di Idea Nicola Luccarelli, affermano e sottolineano che “a causa del malgoverno delle sinistre che ha distrutto la sanità a Massafra, è in questo caso grazie anche ai governi della sinistra, Massafra ancora a tutt’oggi non ha un presidio ospedaliero in piena funzione, totalmente morto”.

Visto che parliamo ormai di una città con tanti abitanti, diciamo che per questa grave assenza che è il “nostro ospedale”, Massafra non può più permettersi di avere questa grandissima lacuna.

Rimarca Salvi: “Sulla questione ospedale è giunto il momento di chiamare l’intera città e creare una vera e propria mobilitazione, visto che per troppo tempo Massafra ormai si è divisa su un argomento così importante, e dopo tanti anni non possiamo più permetterci ulteriori frammentazioni”.

In conclusione Mino Salvi ricorda che: “Tutti adesso abbiamo il diritto di difendere un patrimonio della nostra città, che nessuno deve toccare, ed è per questo concludo nel dire, chiedo a tutta la città di mobilitarsi e preparare una grandissima manifestazione che mostri l’orgoglio della città e difendere a denti stretti un nostro diritto che vada oltre i colori politici e oltre ogni possibile strumentalizzazione”.

 

 

Lascia un commento