CASTELLANETA. Gli organizzatori e gli attivisti difficilmente dimenticheranno l’edizione 2019 della “Sagra da Far’nedd”

Domenica 11 agosto, nell’incantevole cornice del centro storico, tutto è stato perfetto

La diciottesima edizione della ”Sagra da Farnèdd’ e dei sapori di Puglia città di Rodolfo Valentino“ ha registrato un’affluenza da record con  più di 260 chili di cavatelli di pasta fresca, 300 chili di salsiccia alla brace, oltre 2 mila panini gorumet con farinella, 8mila mozzarelle, 2mila e 500 focacce, birra, vino e zip zip’ a volontà, 2mila e 600 chili di frutta, oltre 2mila e 500 gelati e bicchierini di amaro digestivo.

Numeri da capogiro che certificano la bontà del lavoro svolto dall’associazione Unicomart, storica organizzatrice della manifestazione, che quest’anno ha deciso di investire in una sagra green, acquistando (in parte grazie ad un contributo intercettato dal Comune di Castellaneta), piatti, bicchieri e posate in pura cellulosa. Una sagra dal cuore verde, dunque, al termine della quale sono stati raccolti e differenziati ben 17 quintali di rifiuti.

Tornando all’evento, Castellaneta avanti ieri sera è stata presa d’assalto da turisti e visitatori provenienti da tutta la Puglia ma anche da Basilicata e Calabria , con numerosi stranieri presenti negli alberghi e nei villaggi  turistici di Castellaneta Marina, Marina di Ginosa, Chiatona e Metaponto.

Dalle 21 fino a mezzanotte inoltrata, Piazza Umberto I era letteralmente intasata di visitatori; stessa sorte per via Vittorio Emanuele (lungo tutto il centro storico), fino alla fine del percorso in Via Marina.

Due chilometri e mezzo di percorso ed un mare di visitatori, hanno confermato la  “Sagra da Farnèdd'” come l’appuntamento principe dell’estate castellanetana e come uno degli eventi di spicco e di maggior richiamo di tutta la Puglia.

 

Lascia un commento