SAVA. Photored, autovelox, parcheggi a pagamento “dubbi”, ausiliari del traffico e sanzioni

La grande confusione in un Comando di Polizia municipale che “dorme” e di un assessore inesistente

Non siamo al “Grande Fratello”, ma dobbiamo prepararci “all’occhio” delle telecamere che a breve scatterà a chi per distrazione o altro dovesse passare con il rosso.

Iniziamo col dire che la ditta “Automation S.p:A. di Monza si é aggiudicato l’appalto triennale per Euro 208,794,70 relativo al servizio di locazione di 4 “dispositivi automatici fissi (Photored) per la rilevazione delle infrazioni di cui all’art. 146 c-3 del Codice della Strada e di UN DISPOSITIVO per il controllo delle infrazioni di cui all’art. 142 (CdS) in postazione fissa (Autovelox), la cui messa in opera é stata già avviata.

Passiamo alla questione delle sanzioni che stanno elevando in gli AUSILIARI DEL TRAFFICO in Via Vittorio Emanuele “per mancata esposizione del Tiket parcheggio a pagamento”.

Qualche mese fa lungo la Via in questione é stato rifatto il manto stradale ma NON LE STRISCE BLU che delimitano gli spazi quindi, vi é la SEGNALETICA VERTICALE (che non tutti vedono) ma non quella ORIZZONTALE.

Purtroppo devo mettere in guardia gli amici automobilisti perché la Cassazione, Sezione VI Civile con ordinanza del 19 ottobre 2017, n. 24779 ha stabilito che la segnaletica verticale prevale sempre su quella orizzontale quando le strisce sono assenti, contraddittorie o sbiadite.

A compensare questa lacuna, infatti, può bastare il cartello stradale a indicare che quell’area è riservata alla sosta a pagamento. Cartello che, comunque, deve essere visibile e posto ad inizio del marciapiedi. L’eventuale interruzione della strada con una intersezione richiede la ripetizione del cartello.

La sentenza della cassazione é chiara, MA NON E’ CHIARO PERCHE’ MAI IL COMANDO DI POLIZIA MUNICIPALE DI SAVA, nonostante sia trascorso tanto tempo dal rifacimento del manto stradale, ancora non abbia preteso dalla ditta che gestisce i PARCHEGGI A PAGAMENTO IL RIFACIMENTO DELLA “segnaletica stradale orizzontale” (ossia gli stalli con le strisce blu).

E se in Via Vittorio Emanuele manca la “SEGNALETICA ORIZZONTALE” (strisce blu), in Via Capitano Gigante e in Via Duca D’Aosta MANCA LA SEGNALETICA VERTICALE ma ci sono le strisce blu.

SIGNORI, SIATE CHIARI CON I “CITTADINI AUTOMOBILISTI” E NON EQUIVOCI. 
I CITTADINI NON POSSONO ESSERE TRATTATI ALLA STESSA STREGUA DI UN BANCOMAT!

Mimmo Carrieri

Lascia un commento