MANDURIA. Continua la stagione del “Pro Liber: i caffè letterari”. Roberto Pazzi con il suo ultimo lavoro edito da Bompiani ‘Verso Sant’Elena’.

Domani, mercoledì 15 maggio, alle ore 18.30 Aula Consiliare

Nella sua narrazione l’autore ligure immagina l’imperatore alle prese con i fantasmi della sua vita passata: la madre, le donne amate, il figlio, zar, papi, regnanti. Indeciso se togliersi la vita a quarantasei anni, prima dello sbarco, l’uomo si confronta con Eugénie, un personaggio di fantasia costruito sulla falsariga di Desirée, la sua prima fidanzata, presa dal suo romanzo giovanile Clisson ed Eugénie.

Un romanzo corale sul tema del tempo scaduto, sull’altra faccia del potere e sulla solitudine dei vinti che svela il desiderio dell’autore di riconciliarsi con l’èpos, con l’età dei grandi eroi come Cesare, Alessandro e Napoleone appunto, per sopravvivere ad un’epoca afflitta da un tronfio ed effimero culto della personalità.

Roberto Pazzi è poeta, narratore e giornalista. Tradotto in ventisei lingue, è considerato uno dei più originali e visionari scrittori italiani, già penna di “Corriere della Sera” e “The New York Times” e opinionista del “Quotidiano Nazionale”.

Dialoga con l’autore Tiziana Destratis, assessore del comune di Maruggio, modera il giornalista Antonio Soleti.

Un incontro da non perdere con un protagonista indiscusso delle classifiche letterarie per quanti volessero scoprire alcuni aspetti inediti della poliedrica figura rappresentata da Napoleone Bonaparte.

 

 

Lascia un commento