SAVA. Papa Francesco conforta Pancrazio Prudenzano

E’ la seconda volta, dopo la tragica morte della moglie, che il savese viene invitato al cospetto del Pontefice

Fu nel settembre del 2014 che Papa Francesco invitò il savese Pancrazio Prudenzano al Vaticano per un incontro. 5 anni fa, il savese inviò un fax con questa richiesta: “Sua Santità Papa Francesco vorrei una udienza al fine di poter raccomandare agli angeli del Paradiso l’anima della mia cara e adorata moglie Giovanna, prematuramente scomparsa il 31 maggio di questo anno a seguito di una grossolana negligenza dei medici del posto per cui pende nei loro confronti una inchiesta giudiziaria”.

In quel fax Prudenzano scriveva: “Santità, il suo conforto per me sarebbe di grande aiuto, dopo un brutto periodo che ho affrontato con conseguente stato di depressione”.

Da qui, immediatamente, la segreteria del Vaticano si attivò e Prudenzano venne accolto nella Santa Sede da Papa Francesco.

Ma il Pontefice non lo ha fatto scordato e a distanza di 5 anni lo ha invitato di nuovo per mercoledì 15 maggio 2019 per conoscere direttamente il suo stato.

Giovanni Caforio

Lascia un commento