MANDURIA. “I riti, i ritmi e la geometria sacra: dalle cattedrali ai gioielli arcaici”

Due incontri con Claudio Lanzi, e poi cena con l’autore, sabato 30 e domenica 31 marzo

Sabato 30 e domenica 31 marzo a Manduria si svolgeranno due incontri con lo studiosoing. Claudio Lanzi sul tema “I riti, i ritmi e la geometria sacra: dalle cattedrali ai gioielli arcaici”.

Entrambi gli incontri avranno luogo, con inizio ore 18.30, presso l’Atelier culturale Lo Specchio delle Arti, in via Pacelli n.59, col seguente programma: sabato “Lectio magistralis sulle arcaiche geometrie sacre: dalla architettura romanico-gotica ad oggi”; domenica “I gioielli e le pietre magiche e terapeutiche dall’Egitto al rinascimento”. Infine domenica alle 20.30 cena con l’autore: si potrà discutere degli argomenti trattati e gustare particolari pietanze basate sugli equilibri e le proporzioni pitagoriche. Posti limitati, è necessaria prenotazione al 339.3331613.

Un approccio dunque non solo culturale ma anche sensoriale, per una due-giorni affascinante di full immersion nel simbolico mondo dell’architettura sacra, dell’armonia delle forme, dei poliedri, delle proporzioni, di quadrati magici dei ritmi di Vitruvio, di Parassitele, di Leonardo, attraverso lo sguardo di uno dei maggiori esperti sui rapporti tra filosofia, matematica ed arte.

“La geometria sacra caratterizza la stragrande maggioranza dei manufatti arcaici, dalla disposizione dei monoliti in tutto il mondo primitivo, all’orientamento dei templi e delle are; individua inoltre le forme e gli spazi delle liturgie e delle danze tradizionali: tutto è sotteso dal ritmo, dalla proporzione, dal numero, dalla Musica. Questo insieme caratterizza ciò che noi definiamo e percepiamo come bellezza” ci spiega Claudio Lanzi, che prosegue “Ma troviamo tale principio anche nella costruzione degli antichi gioielli dove le spirali e le disposizioni delle pietre erano fondamentali per assicurarne “la magia” e la corrispondenza con la disposizione astrologica, con i cicli annuali, con l’influenza delle stelle”.

Claudio Lanzi parlerà appunto di questi aspetti della scienza sacra che impregnava la forma mentis dell’uomo “antico” che non separava l’aspetto filosofico, magico e religioso da quello tecnico, funzionale utilitaristico.

Gli incontri sono organizzati dall’atelier culturale “Lo Specchio delle Arti” di Manduria, in collaborazione con l’associazione Popularia.

 

 

Lascia un commento