CIS Taranto, con l’ingresso del Ministero delle Politiche Agricole finalmente l’agricoltura ionica avrà voce nel Tavolo Istituzionale

L’agricoltura avrà finalmente voce nel Tavolo Istituzionale Permanente per l’Area di Taranto

E’ l’importante novità introdotta dalla Legge di Bilancio 2019, all’art. 1 comma 737, con l’inserimento del Ministero delle Politiche Agricole nella composizione dell’organismo che sovrintende all’attuazione degli interventi elaborati nel quadro del Contratto istituzionale di sviluppo (CIS).

Per Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Taranto e vicepresidente regionale, è una buona notizia per il settore agricolo ionico:  «E’ un segnale importante – spiega – perché il Tavolo istituzionale ha compiti cruciali come coordinare e concertare tutte le azioni in  essere,  nonché  definire  strategie comuni utili allo sviluppo compatibile e sostenibile del  territorio. Per Confagricoltura – aggiunge – è anche il coronamento di una lunga battaglia combattuta, sin dal 2015, affinché il nostro settore fosse rappresentato nel Contratto di Sviluppo, lo strumento che può concretamente ridisegnare il futuro della nostra città».

La Legge di Bilancio, inoltre, nel rivedere la composizione del Tavolo istituzionale ha confermato la presenza di un rappresentante della Camera di Commercio: «E’ un fatto positivo – continua Lazzàro – perché viene riconosciuto il ruolo cruciale delle forze economiche locali nella costruzione di una nuova prospettiva di sviluppo. L’agricoltura tarantina, in questo scenario, potrà fare la sua parte degnamente, potendo contare sul canale di dialogo già aperto con il Ministero delle Politiche Agricole ed essendo ben rappresentata nella Camera di Commercio».

 

 

Lascia un commento