Taranto. FATTURA ELETTRONICA: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

L’obbligo riguarderà anche i privati. Mercoledì i commercialisti spiegano tutte le novità

Dal 1° gennaio 2019 scatta l’obbligo di fattura elettronica tra privati. La decisione coinvolge numerosi utenti in tutta Italia: i titolari di partita Iva dovranno emettere il documento in formato digitale XML tramite il Sistema di interscambio (Sdi) dell’Agenzia delle Entrate.

Imprese e lavoratori autonomi potranno formulare e ricevere direttamente i documenti, oppure avvalersi di un professionista o intermediario. Da qui l’iniziativa dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Taranto che, in collaborazione con Sole 24 Ore, ACAI e con il patrocinio dell’Ordine, per il prossimo 5 dicembre (dalle 15 alle 18, sala Resta della Cittadella delle Imprese di Taranto), ha organizzato il momento di approfondimento “Fattura elettronica: il passaggio dal cartaceo al digitale”.

Ospiti saranno il professor Pierpaolo Ceroli, revisore legale e Pubblicista de Il Sole 24 Ore, la dottoressa Agnese Menghi, revisore legale e collaboratrice de Il Sole 24 Ore e la dottoressa Valentina Marzo, giovane commercialista dell’Unione che affronterà alcuni aspetti pratici e gli obblighi dei condomini. Dal quadro di riferimento normativo alle procedure operative, passando per i subappalti pubblici e il settore carburanti: numerosi gli argomenti su cui si confronteranno i relatori.

“Anche a Taranto come Unione Giovani- spiega il presidente Giovanni De Caroli – avevamo chiesto da tempo la graduale implementazione del provvedimento e una fase di sperimentazione a ‘zero sanzioni’. Oggi in realtà, sia professionisti che imprese, ignorati nei mesi precedenti, hanno già avviato tutte le procedure per la gestione di questo adempimento. Va detto inoltre che sull’intera vicenda regna ancora grande confusione. In attesa delle correzioni tecniche anche su temi come il trattamento dei dati non fiscali, servirebbe flessibilità e un totale e concreto azzeramento delle sanzioni per l’intero 2019”. Una richiesta che verrà ribadita anche durante il momento di incontro in programma mercoledì.

I saluti introduttivi sono affidati a Giovanni De Caroli, Presidente UGDCEC Taranto e moderatore dell’incontro, Danilo Corona, responsabile nazionale formazione ACAI, Cosimo Damiano Latorre, Presidente ODCEC Taranto, Oreste Pepe Milizia, delegato giunta UNGDCEC, Vincenzo Di Maggio, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Taranto.

Nel corso del seminario, verranno approfonditi numerosi aspetti, anche alla luce dei chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate dello scorso 28 novembre, con particolare riferimento alle regole per l’emissione delle fatture elettroniche, nonché quelle relative alla conservazione delle fatture B2B e B2C, e quelle emesse nei confronti dei soggetti in regime dei minimi e forfettari. L’incontro, gratuito, darà diritto a crediti formativi per commercialisti e avvocati.

Lascia un commento