SAVA. Area mercatale. Ogni lunedì punto e a capo

Il post mercato settimanale è sempre sul tappeto*

Non ci siamo mai stancati di mettere in risalto come viene lasciata l’area mercatale dopo il mercato cittadino che, immancabilmente, si svolge ogni lunedì. Sempre le stesse cose da pubblicare: rifiuti di ogni genere lasciati sul selciato dell’immensa area adibita per le baracche degli ambulanti con le loro mercanzie offerte alle massaie savesi. Mai ci siamo stancati.

Come d’altronde, e questo è su tutto, di come manca il controllo della Polizia municipale alle norme più elementari in tema di igiene. Crediamo che sul banco degli imputati il primo a salire dovrebbe essere questo Corpo, tollerante al massimo. Ambulanti fuori dall’area incredibilmente tollerati ogni lunedì, senza scordare il problema che gli stessi procurano al traffico su Corso Francia.

E questo nonostante il paese è dotato di una immensa area mercatale che molti paesi limitrofi ci invidiano. Per non parlare poi degli ambulanti che vendono il pesce sui loro Ape car e con i vigili che passano vicino e fanno finta di non vedere, senza mai controllare la provenienza del pesce se è surgelato o è congelato. E su questo, francamente, oltre alla chiamata di correo alla Polizia municipale savese la tirata d’orecchi ci sta anche per chi compra questo pesce.

E’ notizia della passata settimana il lodevole sequestro fatto dai Carabinieri del Comando Stazione locale che ha sequestrato, e fatto distruggere dall’ASL di Manduria, quasi 60kg di pesce di incerta provenienza, oltre a sequestrare il mezzo di trasporto che non era neanche munito di assicurazione. E lo stesso Ape car è quello che ogni lunedì si mette, anche lui fuori dall’area mercatale, su Corso Francia. E nessuno finora lo ha mai controllato.

Ma i Carabinieri hanno ben altre priorità a cui pensare: all’ordine pubblico su tutto, eppure sono intervenuti. Ma in questa occasione, diciamo così, c’è stato uno “sconfinamento” e questo tema era in assoluto un compito della Polizia municipale savese che, sempre e in continuazione, abbiamo detto che in questo Corpo ci vuole un Comandante di ruolo e non una reggente nominata dalla politica.

Sempre punto e capo.

L’amministrazione IAIA scorda tutto questo. Ed ecco i risultati. E ci stanno tutti in quanto è lampante l’incapacità amministrativa. E il lunedì, dopo la fine del mercato, nessuno ha mai messo o proposto dei contenitori grandi per ospitare i rifiuti che vengono prodotti durante il mercato settimanale. E magari sanzionare gli ambulanti che non rispettano le direttive.

Il mercato settimanale dimostra ancora, per l’ennesima volta, che un conto è fare i proclami sulla carta stampata e un altro è operare per l’igiene pubblica. Ma forse IAIA, e il suo assessore Mirko Piccolo, hanno la memoria corta. Quella di entrambi, forse, va solo dal martedì alla domenica …

Giovanni Caforio

  • Le foto sono della “Pagina Sava ai savesi” su facebook

 

Lascia un commento